Meta-navigazione

Gestione dei rischi


Gestire i rischi e controllarli

Portiamo avanti un processo continuo e sistematico di riconoscimento, analisi, valutazione, monitoraggio e controllo dei rischi per l’azienda. Con il nostro approccio olistico non trascuriamo nemmeno i rischi ambientali, il cambiamento climatico e le catene di approvvigionamento complesse. Adottiamo approcci e sistemi di management affermati per tentare di controllare i rischi economici, sociali ed ecologici.





Sistema di gestione dei rischi

La gestione dei rischi aziendali di Swisscom abbraccia l’intero Gruppo e prende in considerazione sia gli eventi esterni che quelli interni. Swisscom si attiene ai diffusi standard COSO II e ISO 31000. In questo modo la gestione dei rischi di Swisscom rispetta sia i diversi criteri della propria corporate governance che le disposizioni della legislazione svizzera.






Fattori di rischio

Il panorama dei rischi

Fattori di rischio sono i cambiamenti che si verificano nel quadro dei mercati, della concorrenza, del comportamento dei clienti, della tecnologia, della regolamentazione e della politica. I servizi di telecomunicazione tradizionali continuano a perdere importanza. L’incremento del numero di clienti e dei quantitativi, nonché il lancio di nuovi servizi permetteranno di compensare le flessioni del fatturato nell’attività principale tradizionale. A lungo termine gli sviluppi sul mercato ICT comporteranno cambiamenti radicali con rischi in tema di modelli operativi, di tecnologia e di capitale umano. Le imminenti decisioni in materia di regolamentazioni rappresentano un rischio latente che può avere ripercussioni sull’andamento finanziario di Swisscom.






Rischi finanziari

Rischi legati a valuta, credito e tassi di interesse

Swisscom è esposta a diversi rischi finanziari derivanti sia dalle attività aziendali che da quelle finanziarie. I rischi finanziari principali sono causati da cambiamenti nei cambi tra le valute, nei tassi di interesse così come nella solvibilità e nella capacità di pagamento delle controparti. Inoltre, un ulteriore fattore di rischio è rappresentato dall’approvvigionamento di liquidità.






Rischi nella catena di fornitura

Rapporti corretti con i fornitori

I partner di Swisscom forniscono ogni anno beni e servizi per un valore di circa 5 miliardi di CHF. Swisscom vuole che il partenariato con i fornitori, con cui condivide obiettivi e valori in campo sociale ed ecologico, sia equo ed efficiente. Insieme ad essi Swisscom si impegna per l’ambiente e vuole migliorare le condizioni di lavoro di oltre due milioni di persone entro il 2020.






Strumenti di controllo

Monitoraggio permanente

Il Consiglio di amministrazione è responsabile della creazione e della sorveglianza di tutte le funzioni di assurance del Gruppo: Risk management, sistema di controllo interno del reporting finanziario, Compliance management e Revisione interna (internal audit). La Revisione interna (internal audit), direttamente subordinata al presidente del Consiglio di amministrazione, verifica il rispetto delle direttive di corporate governance di tutto il Gruppo. Oltre a occuparsi delle verifiche periodiche, garantisce un sistema di segnalazione confidenziale e anonimo (whistleblowing) mediante il quale tutti i collaboratori possono introdurre controlli straordinari.






Revisione

Verifica esterna e controllo

Il comitato Revisione accerta su incarico del Consiglio di amministrazione che l’organo di revisione sia omologato come impresa di revisione a supervisione statale, oltre a verificare l’indipendenza e la competenza dei revisori. L’organo di revisione viene scelto ogni anno dall’Assemblea generale. La KPMG AG di Muri bei Bern detiene il mandato di revisione per Swisscom SA e le società del Gruppo dal 1º gennaio 2004; l’unica eccezione è la società controllata italiana Fastweb, che viene invece controllata da PricewaterhouseCoopers S.p.A.






Imposte

Una politica fiscale responsabile

Per Swisscom, coerenza e responsabilità nella politica fiscale sono due delle colonne portanti della strategia per la sostenibilità. Swisscom vuole garantire un contributo fiscale equo in tutti i paesi in cui opera. L’allocazione dell’utile di Swisscom ai paesi in cui viene creato il valore segue disposizioni e norme locali e internazionali (come ad es. le direttive dell’OCSE) e segue il principio di libera concorrenza.
Carico d’imposta sugli utili 2016 in milioni di CHF: 338 Svizzera, 54 Italia






Lotta alla corruzione

Contro tutte le forme di corruttela

Swisscom condanna la corruzione in tutte le sue forme. Swisscom conduce le proprie attività in maniera equa, onesta e trasparente. Swisscom ha adottato diverse misure organizzative per prevenire la corruzione. Una direttiva anticorruzione e diverse guide illustrano i comportamenti corretti e quelli vietati. I collaboratori esposti ricevono una formazione mirata in materia. Nella struttura aziendale è presente un organismo centrale (Group Compliance) che monitora l’applicazione delle disposizioni. Infine, tutti i collaboratori possono ricorrere a un canale di segnalazione confidenziale e anonimo (whistleblowing).






Approccio olistico

Rischi sociali ed ecologici

Oltre ai rischi economici tentiamo di riconoscere e controllare anche i rischi ecologici e sociali. È il caso del cambiamento climatico e delle catene di approvvigionamento complesse, che sorvegliamo costantemente con il nostro sistema di gestione dei rischi e tentiamo di ridurre con misure adeguate.







Informazioni legali
Tutte le informazioni sono aggiornate al 31 dicembre 2017
Con riserva di errori e modifiche
Fa fede la versione cartacea del rapporto annuale 2017