Meta-navigazione

Impianti d’allarme

Informazioni su All IP

Convertire impianti d’allarme a IP

Gli impianti d’allarme che funzionano sulla rete fissa tradizionale sono interessati dal passaggio a IP. La maggior parte degli allacciamenti sono passati su IP alla fine del 2017. All’inizio del 2018, la procedura per il passaggio completo a IP delle utenze è stata estesa a grandi regioni in tutta la Svizzera, consentendo così il parallelo smantellamento della vecchia infrastruttura. I clienti che a questo punto non sono ancora passati a un prodotto su IP, devono provvedere a farlo al più presto. In questa operazione, Swisscom è al loro fianco. Gli impianti d’allarme devono essere assolutamente modernizzati per tempo, per poter continuare a funzionare in modo sicuro.







Domande frequenti


Quali impianti d’allarme sono interessati?

Il passaggio a IP riguarda solo gli impianti d’allarme che a tutt’oggi funzionano sulla rete fissa tradizionale (analogica o ISDN). Molti impianti non sono interessati dalla conversione poiché per la trasmissione utilizzano esclusivamente la rete mobile. Sono esclusi anche gli impianti che inviano solo un allarme locale ad es. tramite avvisatore acustico.

Uso questa tecnologia e sono il proprietario: cosa devo fare?

Rivolgetevi quanto prima all’installatore o al fornitore del vostro impianto. Questi farà tutto il necessario per garantire il funzionamento sicuro del vostro impianto d’allarme. Nella maggior parte dei casi è consigliabile convertire a IP l’impianto d’allarme prima della telefonia.


Cosa bisogna fare nel caso degli impianti obbligatori?

Gli impianti obbligatori sottostanno a norme rigorose e possono essere convertiti solo dal rispettivo costruttore. Per gli impianti obbligatori è prescritta una trasmissione duale via IP e rete mobile. Le imprese aderenti al gruppo d’interesse TUS telecomunicazione e sicurezza informeranno direttamente tutti i gestori interessati e li assisteranno nel passaggio a IP.

Quanto costa la conversione?

I costi variano in base alle dimensioni e alla complessità dell’impianto. Mentre Swisscom finanzia gli investimenti per la conversione delle sue reti e centrali, i costi per la conversione dell’impianto d’allarme sono a carico del gestore.




Soluzioni di trasmissione per segnali d’allarme


Trasmissione tramite la rete fissa IP e la rete mobile

Le soluzioni duali offrono la massima sicurezza poiché trasmettono primariamente via IP e secondariamente tramite rete mobile. Si tratta del tipo di trasmissione più sicuro in assoluto ed è addirittura più affidabile della trasmissione tradizionale tramite la sola rete fissa.



Trasmissione tramite rete mobile

Spesso una trasmissione tramite rete mobile soddisfa i requisiti. Molti impianti sono già dotati di questo tipo di trasmissione alternativa, che di solito può essere attivata facilmente. Swisscom materrà attiva la tecnologia di rete mobile 2G (GSM, GPRS, EDGE, CSD) solo fino alla fine del 2020.



Trasmissione tramite rete fissa IP

In molti casi la trasmissione tramite rete fissa IP soddisfa i requisiti previsti. Molti impianti possono essere convertiti a questo tipo di trasmissione in modo relativamente semplice.



Convertitore analogico/IP

Diversi fornitori di impianti d’allarme impiegano inoltre un convertitore per collegare direttamente gli impianti esistenti come un dispositivo IP.



Modem-over-VoIP

Test svolti in collaborazione con i produttori hanno dimostrato che molti modem convenzionali di impianti d’allarme riescono a trasmettere anche dall’interfaccia analogica del router. In futuro, alcune centrali di ricezione allarmi non supporteranno più i segnali analogici. Questo aspetto va chiarito con la società che fornisce il servizio.


Copertura di rete mobile in caso di interruzione di corrente


In caso di interruzioni della corrente, Swisscom assicura il funzionamento della rete mobile tramite batterie con autonomia di un’ora. Verificare la disponibilità della rete mobile al vostro indirizzo in caso di interruzione di corrente.

Video

Passaggio a IP delle applicazioni speciali

Impianti d’allarme, telefoni per ascensori, rilevatori d’incendio: tutte applicazioni importanti, spesso salvavita, interessate dal passaggio a All IP. Al contrario del collegamento di rete fissa, qui non possiamo assistere direttamente i clienti nella conversione perché i contratti per queste applicazioni non vengono sottoscritti con noi, bensì con i singoli operatori. Scoprite di più in questo video.

Durata del video 02:17 min.