Meta-navigazione

Studio JAMES

Studio JAMES: come i giovani usano i media digitali

JAMES è uno studio svizzero sull'uso dei media e sull'impiego del tempo libero dei giovani d'età compresa tra i 12 e i 19 anni. Su incarico di Swisscom la ZHAW, l’Università di Scienze Applicate di Zurigo, svolge ogni due anni un'indagine rappresentativa. Un'analisi approfondita viene presentata nel corso dell'anno successivo sotto forma di rapporto JAMESfocus. Trovate tutti i risultati qui.







JAMESfocus: comportamento online

Cosa è ancora «normale»?

Diciamolo subito: il comportamento online dell’80% circa dei giovani svizzeri non è problematico. Ma cosa significa «non problematico»? E fin dove l’utilizzo dei media può essere considerato normale? In base all’attuale Studio James, l’Università di Scienze Applicate di Zurigo (ZHAW) ha analizzato i criteri secondo cui si può parlare di una dipendenza online dei giovani e come questo gruppo può essere descritto.

Dossier tematico comportamento online (PDF, 329KB)






Studio JAMES 2016

Il video regna sovrano, la mobilità si impone

Tutto cambia, tutto nuovo? Il comportamento mediale dei nostri giovani evolve in continuazione. Dalla quarta indagine di questa serie emergono cambiamenti a livello di durata di utilizzo. Rivela che i nostri figli si avvalgono della rete per accedere a contenuti sempre diversi. E anche la forma della comunicazione evolve vieppiù verso foto e video.

Vai allo studio JAMES 2016 (PDF, 3MB)

Vai al volantino per il studio JAMES 2016 (PDF, 268KB)






JAMESfocus: competenza sui media

I corsi sui media mostrano il loro effetto

Sulla base dell'attuale studio JAMES, l'Università di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) ha analizzato quali sono i fattori decisivi per far sì che i giovani siano capaci di gestire i media in modo responsabile e critico. Oltre a colloqui aperti con la famiglia e con gli amici, i corsi sui media applicati sono uno strumento provato per trasmettere la competenza in fatto di media.

Dossier dedicato a corsi e competenza sui media (PDF, 280 KB)






JAMESfocus: media e sonno

Figli nottambuli a causa di WhatsApp?

In base all’ultimo studio JAMES, l’Università di Scienze Applicate di Zurigo (ZHAW) ha analizzato il rapporto tra il consumo dei media e la durata e la qualità del sonno. È emerso che i giovani della Svizzera tedesca dormono in media mezz’ora in più rispetto ai giovani di pari età della Svizzera latina.

Vai al dossier dedicato a media e sonno (PDF, 319 KB)

Clip «Dormici sopra» (in tedesco)






Studio JAMES

2014: il cellulare è il passatempo preferito

L’uso del cellulare è il passatempo preferito della gioventù svizzera. A questa conclusione era giunto già nel 2012, e di nuovo lo conferma nel 2014, l’attuale studio JAMES. Quale importanza rivestono oggi i media digitali nella vita di tutti i giorni dei nostri giovani? Come è cambiato l’impiego che fanno dei media digitali e del loro tempo libero? A queste domande e ad altri interrogativi connessi a questo tema risponde l’edizione corrente dello studio JAMES.

Vai allo studio JAMES 2014 (PDF, 3 MB)

Vai alla versione sintetica (PDF, 265 KB)






JAMESfocus: corsi sui media

Quanto utili sono i corsi sui media?

Il 22% dei giovani svizzeri ha già frequentato un corso sui media. Due terzi l'hanno trovato utile. Meno ne sapevano su computer e internet, più hanno approfittato del corso. Per aggiornare chi è alle prime armi, ma anche per i più esperti utenti di media, vengono proposti corsi sui media a livelli diversificati.

Vai al dossier dedicato ai corsi sui media (PDF, 240 KB)






JAMESfocus: privacy

La consapevolezza della privacy nei social network

Quattro giovani su cinque hanno almeno un profilo su una rete sociale. Già l'84% di essi si avvale delle impostazioni relative alla sfera privata e riduce la visibilità pubblica del proprio profilo. I giovani che non hanno attivato queste impostazioni, pubblicano un numero nettamente inferiore di contenuti personali, quali foto e video.

Vai al dossier dedicato alla privacy (PDF, 280 KB)






JAMESfocus: uso dei media

Come l’uso dei media digitali incide sul rendimento scolastico

Rispetto a fattori come intelligenza o motivazione all'apprendimento, il tempo trascorso online incide minimamente sulle prestazioni scolastiche. Può tuttavia incidere sulla gestione del tempo e ripercuotersi negativamente sui voti scolastici.

Vai al dossier dedicato all’uso dei media (PDF, 290 KB)






JAMESfocus: rapporto fra genitori e figli

Come i media digitali incidono sul clima famigliare

I giovani e i bambini che hanno un accesso illimitato ai nuovi media sono maggiormente esposti a rischi e pericoli ad esempio ad attacchi di cybermobbing. Un rapporto con i genitori basato sulla fiducia rappresenta per i figli la miglior premessa per muoversi sicuri nel mondo dei media digitali. Programmi familiari regolati e attivi concorrono a proteggere i bambini da un consumo smisurato dei media.

Vai al dossier dedicato al rapporto genitori-figli (PDF, 400 KB)






Partner di cooperazione

Zürcher Hochschule für Angewandte Wissenschaften (Scuola Universitaria di Scienze Applicate di Zurigo)

Il Dipartimento di Psicologia Applicata ZHAW è il principale centro di competenza per la psicologia applicata scientificamente fondata in Svizzera. Con il bachelor e il susseguente corso di master universitario, il settore Ricerca & Sviluppo nonché l’offerta di consulenza e specializzazione dell’istituto universitario IAP,  l'Istituto di Psicologia Applicata, rende fruibili conoscenze scientificamente fondate.

Vai al sito della ZHAW





Contatto

Domande sul tema giovani e media?
Scriveteci! Michael In Albon, il nostro Incaricato Protezione dei giovani dai media, è volentieri a sua disposizione.