Meta-navigazione

Risultato 1° trimestre 2017


3 maggio 2017, ore 7.15 (09.00 conferenza telefonica)



Risultato 1º trimestre: rapporto intermedio da gennaio a marzo 2017

Nel primo trimestre 2017 il fatturato netto di Swisscom è diminuito di 54 milioni di CHF (–1,9%), attestandosi a 2’831 milioni di CHF. Nel core business svizzero, il fatturato si è contratto di 59 milioni di CHF (–2,6%) in ragione della continua pressione concorrenziale. Il fatturato prodotto con i servizi di telecomunicazione ha subito un calo di 37 milioni di CHF (–2,2%), dovuto, per metà, al numero di utenti in flessione nella telefonia di rete fissa e per l’altra metà alle riduzioni di prezzo, al roaming incluso, nonché alla diminuzione nel settore della clientela aziendale.

Im Italia, il fatturato di Fastweb è aumentato di 13 milioni di EUR (+3,0%), sulla spinta della crescita del numero di clienti, raggiungendo 453 milioni di EUR. L’effettivo clienti di Fastweb nel settore della banda larga è cresciuto in un anno di 159’000 unità (+7,1%), attestandosi a 2,4 milioni.

Il risultato d’esercizio al lordo di ammortamenti (EBITDA) di Swisscom è diminuito di 8 milioni di CHF (-0.7%), raggiungendo 1’073 milioni di CHF. Nel core business svizzero si è registrata una riduzione di 26 milioni di CHF (–2,7%). È stato possibile compensare gran parte della flessione del fatturato con una gestione attiva dei costi. L’aumento dell’EBITDA di Fastweb di 14 milioni di CHF (+10,7%) è da attribuirsi a un fatturato in crescita e a un miglioramento delle condizioni regolamentari.

Gli investimenti di Swisscom sono diminuiti di 67 milioni di CHF (–11,2%) assestandosi a 529 milioni di CHF. In Svizzera sono calati di 63 milioni di CHF (–14,8%), fermandosi a 362 milioni di CHF soprattutto a causa del ritardo degli investimenti in Swisscom Svizzera. L’espansione delle reti a banda larga continua tuttavia ad avanzare. A fine marzo 2017 si contano in Svizzera oltre 2,6 milioni di collegamenti dotati delle tecnologie a fibra ottica di ultima generazione. Nel complesso Swisscom ha portato la banda ultralarga con oltre 50 Mbit/s in più di 3,6 milioni di abitazioni e spazi commerciali. Gli investimenti di Fastweb pari a 155 milioni di EUR si mantengono su un livello stabilmente elevato.


Risultati


Indicatori 1º gennaio – 31 marzo 2017


 

1.1.-31.3.2016

1.1. – 31.03.2017

Variazione

Fatturato netto (in milioni di CHF)

2’885

2’831

-1.9%

Risultato d’esercizio al lordo di ammortamenti, EBITDA (in milioni di CHF)

1’081

1’073

-0,7%

 

Risultato d’esercizio EBIT (in milioni di CHF)

535

550

2,8%

Utile netto (in milioni di CHF)

364

373

2,5%

Collegamenti Swisscom TV in Svizzera (al 31.3 in migliaia)

1’323

1’438

8,7%

Collegamenti di comunicazione mobile in Svizzera (al 31.3 in migliaia)

6’615

6’601

-0,2%

Fatturato da contratti per offerte combinate (in milioni di CHF)

603

676

12,1%

Collegamenti a banda larga Fastweb (al 31.3 in migliaia)

2’241

2’400

7,1%

Investimenti (in milioni di CHF)

596

529

-11,2%

Di cui investimenti in Svizzera (in milioni di CHF)

425

362

9,5%

Collaboratori del Gruppo (posti a tempo pieno al 31.3)

21’645

21’079

-2,6%

Di cui collaboratori in Svizzera (posti a tempo pieno al 31.3)

18’960

18’280

-3,6%



Comunicato stampa 3 maggio 2017, ore 07.15


Risultato stabile nel primo trimestre 

Così il CEO Urs Schaeppi commenta l’andamento degli affari nei primi tre mesi del 2017: «Nel primo trimestre abbiamo conseguito un risultato solido nonostante la costante forte pressione e un contesto difficile. Le tendenze del 2016 persistono, come atteso, anche nel primo trimestre 2017. Il core business, in particolare la telefonia di rete fissa ha avuto un evidente calo. L’intensa concorrenza spinta soprattutto dalle promozioni e l’elevata saturazione del mercato rappresentano per noi una sfida continua in relazione al fatturato e alla redditività. Gli aspetti positivi sono la costante crescita nel settore TV e delle offerte combinate e i notevoli progressi nel potenziamento delle nostre reti a banda ultralarga, come anche il successo nel mercato di Fastweb nel settore della telefonia mobile e della banda larga. Per il corso dell’anno prevedo ancora una forte pressione sui prezzi. Mi aspetto anche una spinta del fatturato grazie a inOne, la nostra nuova offerta combinata. La nostra previsione finanziaria per il 2017 resta invariata, manteniamo la rotta.»