Meta-navigazione

Risultato 1° trimestre 2018


2 maggio 2018, ore 07.15 (ore 9.00 conferenza telefonica)  



Risultato 1° trimestre: rapporto intermedio da gennaio a marzo 2018

I risultati di Swisscom nel primo trimestre sono in linea con le aspettative. Il fatturato è cresciuto del 1,9%, pari a 54 milioni di CHF, attestandosi a 2’885 milioni di CHF, mentre il risultato operativo al lordo di interessi, imposte e ammortamenti (EBITDA) è calato del 1,4%, pari a 15 milioni di CHF, a 1’058 milioni di CHF. L’utile netto è cresciuto del 1,6% raggiungendo quota 379 milioni di CHF. Le prospettive finanziarie per l’esercizio 2018 rimangono invariate.

La crescita del fatturato pari a 54 milioni di CHF è il risultato della contrazione del core business svizzero, pari a 40 milioni di CHF, e della crescita dell’affiliata italiana Fastweb, pari a 90 milioni di CHF. Nel core business svizzero, il fatturato è calato in seguito alla perdurante riduzione dei collegamenti di rete fissa, ai minori ricavi da roaming e ai maggiori sconti. La crescita del fatturato di Fastweb è frutto da un lato del tasso di cambio (47 milioni di CHF), con il rafforzamento dell’EUR, e dall’altro della crescita in valuta locale (43 milioni di CHF o 39 milioni di EUR) in tutti i segmenti, trainata soprattutto dalla crescita del numero di clienti. Nella banda larga, la clientela Fastweb è aumentata del 3,5% in un anno raggiungendo 2,5 milioni, mentre nella rete mobile è cresciuta del 55% a 1,2 milioni.

Il confronto anno su anno dell’EBITDA è influenzato dalle nuove disposizioni in merito alla contabilizzazione dei contratti con i clienti (IFRS 15). Su base comparabile, il core business svizzero ha registrato un calo del 2,9%. L’EBITDA in valuta locale di Fastweb è cresciuto su base comparabile del 4,8% per merito della crescita del fatturato.

Gli investimenti di Swisscom sono diminuiti del 5,3% assestandosi a 501 milioni di CHF. In Svizzera sono calati, principalmente a causa di investimenti ritardati, del 13,0% a 315 milioni di CHF. Gli investimenti di Fastweb, invece, si sono confermati su livelli elevati (159 milioni di EUR, +2,6%).


Indicatori 1º gennaio – 31 marzo 2018


  1.1-31.3.2017 1.1-31.3.2018 Variazione
Fatturato netto (in milioni di CHF) 2'831 2‘885 1,9% 
Risultato d’esercizio al lordo di ammortamenti, EBITDA (in milioni di CHF) 1‘073 1‘058 -1,4%
Risultato d’esercizio EBIT (in milioni di CHF) 550 518 -5,8% 
Utile netto (in milioni di CHF) 373 379 1,6% 
Allacciamenti Swisscom TV in Svizzera (al 31.03., in migliaia) 1'438 1'492 3,8%
Allacciamenti di rete mobile in Svizzera (al 31.03., in migliaia) 6‘601 6'632 0,5%
Allacciamenti banda larga Fastweb (al 31.03., in migliaia) 2‘400 2'483 3,5%
Allacciamenti di rete mobile Fastweb (al 31.03., in migliaia) 763 1‘185 55,3%
Investimenti (in milioni di CHF) 529 501 -5,3%
Di cui investimenti in Svizzera (in milioni di CHF) 362 315 -13,0%
Collaboratori del Gruppo (posti a tempo pieno al 31.3) 21‘079 20'326 -3,6%
Di cui collaboratori in Svizzera (posti a tempo pieno al 31.3) 18‘280 17‘611 -3,7%



Comunicato stampa 2 maggio 2018, ore 07.15


Primo trimestre 2018 in linea con le previsioni – Banda larga, inOne e TV in crescita 

Il CEO Urs Schaeppi traccia un bilancio positivo dell’andamento degli affari dei primi tre mesi del 2018: «Nel primo trimestre del 2018 abbiamo conseguito un risultato solido. Tuttavia il persistente contesto difficile mette duramente alla prova il nostro settore: siamo confrontati con l’aumento sia delle esigenze dei nostri clienti sia dei volumi di dati sulle reti. La necessità di investimenti rimane pertanto elevata. Allo stesso tempo, i prezzi diminuiscono e le promozioni stimolano ancora di più la concorrenza.» La pressione sui prezzi e i mercati saturi impongono a Swisscom un’ulteriore riduzione della base di costi. È necessario perfezionare sistematicamente le offerte e i servizi proposti sul mercato creando valore aggiunto per i clienti. Urs Schaeppi aggiunge a questo proposito: «In seguito a un’ulteriore riduzione, da marzo i nostri clienti risparmiano fino al 50% sulle tariffe di roaming. E possono godersi un’appassionante estate all’insegna del calcio, poiché sviluppiamo ulteriormente la nostra offerta TV trasformandola in una piattaforma di intrattenimento integrata. Positive sono pure le cifre riguardanti inOne, che sono aumentate ulteriormente nel primo trimestre. Anche la nostra affiliata Fastweb ha registrato una crescita.»