Meta-navigazione

Risultato 3° trimestre 2018


01 novembre 2018, ore 07.15 (ore 9.00 conferenza telefonica)


Rapporto intermedio da gennaio a settembre 2018

Grazie a una solida prestazione i risultati di Swisscom nei primi nove mesi del 2018 sono complessivamente in linea con le aspettative. Il fatturato netto ha registrato una crescita rispetto all’anno scorso del 1,0% pari a 85 milioni di CHF attestandosi a 8’689 milioni di CHF. Con valute costanti il fatturato netto è risultato a livello dello scorso anno (–0,1%). A seguito degli effetti straordinari il risultato di esercizio al lordo di interessi, imposte e ammortamenti (EBITDA) è calato del 3,7% pari a 123 milioni di CHF fermandosi a 3’231 milioni. Su base comparabile e con valute costanti l’EBITDA è rimasto stabile (–0,2%). L’utile netto nei primi nove mesi del 2018 è sceso soprattutto come conseguenza di effetti straordinari di 56 milioni di CHF pari al 4,4% attestandosi a 1’213 milioni di CHF. Le prospettive finanziarie per l’esercizio 2018 rimangono invariate.

A seguito della saturazione del mercato e della forte concorrenza, il fatturato del core business svizzero ha registrato un calo di 144 milioni di CHF pari al 2,2%. Il fatturato derivante dai servizi di telecomunicazione è diminuito di 179 milioni di CHF pari al 3,7% in ragione del calo della telefonia di rete fissa e della pressione dei prezzi. Il numero delle unità generatrici di fatturato (RGU) si è ridotto rispetto all’anno scorso del 1,5% fermandosi a 12 milioni. Il fatturato di Fastweb è aumentato nella valuta locale di 102 milioni di EUR pari al 7,2% sulla scia della crescita del numero di clienti. Nella banda larga, la clientela Fastweb è aumentata del 4,0% in un anno raggiungendo 2,5 milioni, mentre nella rete mobile è cresciuta del 34% passando così a 1,3 milioni.

L’EBITDA di Fastweb dello scorso anno comprende proventi unici da contenziosi pari a 95 milioni di EUR (102 milioni di CHF). Inoltre il confronto anno su anno dell’EBITDA è influenzato dalle nuove disposizioni in merito alla contabilizzazione dei contratti con i clienti (IFRS 15). Su base comparabile, il core business svizzero ha registrato un calo dell’EBITDA del 2,8%. L’EBITDA in valuta locale di Fastweb è cresciuto su base comparabile del 5,0% sulla spinta della crescita del fatturato.

Gli investimenti di Swisscom sono aumentati del 2,1% assestandosi a 1’621 milioni di CHF, con valute costanti gli investimenti sono rimasti pressoché stabili (+0,4%).



Risultati


Indicatori 1º gennaio – 30 settembre 2018


 

1.1-30.9.2017

1.1-30.9.2018

Variazione

(rettificata*)

Fatturato netto (in milioni di CHF)

8’604

8'689

1,0%

(-0,1%)

Risultato d’esercizio al lordo di ammortamenti, EBITDA (in milioni di CHF)

3'354

3'231

-3,7%

(-0,2%)

Risultato d’esercizio EBIT (in milioni di CHF)

1'766

1'621

-8,2%

Utile netto (in milioni di CHF)

1’269

1’213

-4,4%

Allacciamenti Swisscom TV in Svizzera (al 30.09., in migliaia)

1'453

1'510

3,9%

Allacciamenti di rete mobile in Svizzera (al 30.09., in migliaia)

6'582

6'590

0,1%

Allacciamenti banda larga Fastweb (al 30.09., in migliaia)

2'421

2'518

4,0%

Allacciamenti di rete mobile Fastweb (al 30.09., in migliaia)

989

1'324

33,9%

Investimenti (in milioni di CHF)

1'587

1'621

2,1%

Di cui investimenti in Svizzera (in milioni di CHF)

1’097

1’119

2,0%

Collaboratori del Gruppo (posti a tempo pieno al 30.09)

20'704

19'850

-4,1%

Di cui collaboratori in Svizzera (posti a tempo pieno al 30.09)

17'877

17'165

-4,0%

* Su base comparabile e con un cambio valutario costante



Comunicato stampa 01 novembre 2018, ore 07.15


Sulla giusta rotta grazie a un risultato solido – oltre 2 milioni di clienti inOne


La tendenza delineatasi nella prima metà dell’anno si è confermata anche nel terzo trimestre. Malgrado la saturazione del mercato, un’intensa concorrenza e una pressione sui prezzi persistentemente elevata in tutti i settori di attività, Swisscom presenta un risultato solido, una buona performance di mercato e guadagna punti con le novità: «Negli scorsi mesi abbiamo potuto nuovamente dar prova della nostra leadership tecnologica.

Assieme a Ericsson abbiamo messo a punto a Burgdorf la prima rete 5G completa che soddisfa il più recente standard 5G», spiega il CEO Urs Schaeppi. «I nostri investimenti nella rete sono paganti. Continueremo a portare avanti lo sviluppo del 5G. In tal modo forniamo un importante contributo alla competitività della piazza economica svizzera. Procede secondo i piani anche la digitalizzazione della nostra rete fissa. Già circa il 98% dei nostri clienti privati comunica tramite IP. E le nostre offerte combinate permettono velocità maggiori: da ottobre gran parte dei nostri clienti naviga con velocità di upload e download più elevate. I clienti che si avvalgono di inOne sono già oltre 2 milioni», aggiunge Urs Schaeppi.