Meta-navigazione

Swisscom TV 1.0 viene disattivata





Fine di Swisscom TV 1.0

Perché la prima Swisscom TV
va in pensione.

Dopo undici anni Swisscom disattiva Swisscom TV 1.0 a fine ottobre. La prima generazione dell’offerta IPTV viene utilizzata da meno dell’un percento dei clienti. Perché non supportiamo più questo prodotto e cosa cambia per i clienti che passano alla nuova Swisscom TV.

Roger Baur, 28 agosto 2017

Quando nell’autunno del 2006 fu lanciata, Swisscom TV era all’avanguardia. Per la prima volta la televisione veniva trasmessa tramite internet grazie a «Mediaroom», il software sviluppato in origine da Microsoft. Il decoder necessario per la ricezione aveva un disco rigido integrato sul quale era possibile salvare localmente fino a 200 ore di registrazioni. Consentiva già la «Live Pause» e dal 2012 anche Replay (rivedere le trasmissioni in differita) fino a 30 ore dopo la messa in onda.

Andamento del numero di clienti di Swisscom TV 1.0 e 2.0.

Ma da allora molte cose sono cambiate. Esempio HD: se nel 2006 la televisione ad alta definizione era un’eccezione, oggi è la regola. Un altro cambiamento è stato l’enorme successo di Replay e la richiesta da parte di sempre più clienti di poter rivedere le trasmissioni già andate in onda per un periodo di tempo più ampio. E infine è esploso il numero di canali richiesti: da 100 nel 2006 agli attuali 800.

Come è nata la nuova Swisscom TV

Una bella novità ma troppo bella per la vecchia tecnologia. «Dopo aver modificato e sostituito tre volte i decoder nel giro di cinque anni, ci siamo accorti che avremmo potuto soddisfare le nuove esigenze solo con un prodotto completamente nuovo», racconta Dirk Wierzbitzki, responsabile Products & Marketing e membro della Direzione del Gruppo. «Abbiamo quindi iniziato a sviluppare una Swisscom TV tutta nuova. È stato uno sviluppo che non è avvenuto lontano dai nostri clienti, bensì si è svolto in Svizzera ad opera dei nostri designer e tecnici.»

Guy Papstein è responsabile del pluripremiato design della nuova Swisscom TV.

Un prodotto per la Svizzera, sviluppato e fabbricato in Svizzera e con il vantaggio che gli sviluppatori potevano tenere conto meglio delle richieste dei clienti. Ecco perché un basso consumo energetico, una ventola che non facesse rumore e un formato decisamente più piccolo erano prioritari. «Ma si sono aggiunte anche funzioni come la ricerca vocale in dialetto, l’accessibilità per i clienti disabili sensoriali o una guida per i programmi personale con le trasmissioni preferite andate in onda negli ultimi sette giorni», spiega Dirk Wierzbitzki.

Da Swisscom TV 1.0 alla nuova Swisscom TV

E alla fine si è presentata la piccola rivoluzione della nuova Swisscom TV, «piccola» nel vero senso della parola per quanto riguarda il TV-Box salvaspazio. Oltre a funzioni avanzate come Replay di 7 giorni, tempi di reazione tre volte migliori quando si cambia canale e una qualità audio e video due volte migliore, Swisscom TV 2.0 ha fatto un notevole balzo avanti soprattutto nelle registrazioni. Swisscom TV 2.0 conserva infatti le trasmissioni non sull’apparecchio ma su una memoria centrale («cloud»). Una soluzione che ha soddisfatto in un colpo solo numerose richieste dei clienti: capacità di registrazione decisamente maggiore (fino a 2400 ore), registrazione in parallelo di un numero a piacere di trasmissioni, possibilità fino a 7 giorni dopo la messa in onda di premere un solo tasto per aggiungere le trasmissioni all’archivio registrazioni e di conservarle al sicuro. Doppia sicurezza perché in caso di guasto all’apparecchio le registrazioni non vanno perse.


Anche il passaggio da Swisscom TV a Swisscom TV 2.0 è comodo: «Invece di una complessa installazione, bastano due gesti: inserire la presa e accendere», spiega Dirk Wierzbitzki. «Persino le registrazioni vengono recuperate in automatico.»

Perché sarà disattivata Swisscom TV 1.0

Tutti questi aspetti hanno convinto i clienti, tanto è vero che negli ultimi tre anni oltre il 99% è passato alla nuova Swisscom TV. Ciononostante i tecnici hanno fatto funzionare Swisscom TV 1.0 in parallelo fino ad oggi. «Ora però siamo arrivati al punto che i vecchi sistemi potrebbero non essere più affidabili», spiega Dirk Wierzbitzki. «Per questo motivo abbiamo deciso di disattivare Swisscom TV il 31 ottobre.» In questo modo libereremo anche delle risorse per far funzionare Swisscom TV 2.0 in modo ancor più affidabile e per lavorare al suo sviluppo. «Tutti i nostri team di supporto si dovranno limitare a un solo sistema e potranno così individuare in anticipo potenziali problemi e risolverli più velocemente.» Infine le risorse saranno dedicate alle ulteriori novità. «Stiamo pianificando perché esca prima di Natale una nuova evoluzione in fatto di comfort per Swisscom TV.» Di più non è dato svelare, ma: «Sarà un grande miglioramento per i clienti.»