Meta-navigazione

Intervista con Dirk Wierzbitzki





Il responsabile Products & Marketing commenta l’arrivo di HBO su Swisscom TV

«Quando glielo raccontiamo
rimangono a bocca aperta.»

Swisscom TV ha cominciato a trasmettere le serie di HBO, pioniere delle Pay TV d’Oltreoceano. Ma questo è solo l’inizio, annuncia Dirk Wierzbitzki, responsabile Products & Marketing.

Roger Baur, 28 settembre 2017

Dirk Wierzbitzki, Swisscom TV ha di recente iniziato a collaborare intensamente con HBO per l’offerta di Teleclub on Demand. Sta per arrivare un nuovo canale chiamato «HBO Switzerland»?

Forse dieci anni fa avremmo fatto così, ma oggi i nostri clienti vogliono contenuti on demand. E le serie di HBO non fanno eccezione. Già due anni fa abbiamo lanciato «Hot from the US», trasmettendo le serie più seguite subito dopo la prima messa in onda negli USA. Ora all’offerta si aggiungono anche le nuove serie targate HBO. Ogni settimana viene pubblicato un nuovo episodio. E naturalmente i nostri clienti hanno sempre tutte le stagioni a portata di telecomando.

Si paga per ogni episodio?

Per le nuove serie: sì, si può continuare ad acquistare ogni singolo episodio separatamente, ma ora offriamo anche l’intera stagione a prezzo forfettario. Se la serie è già disponibile, il cliente acquista tutti gli episodi insieme. Se la serie viene trasmessa in contemporanea agli USA, gli episodi già andati in onda sono disponibili subito e, settimana dopo settimana, si aggiungono quelli nuovi. 

Game of Thrones e altre leggendarie serie di HBO come video on demand su Swisscom TV.

Su Swisscom TV i film on demand ci sono da sempre: ora, quindi, aggiungiamo tanti nuovi contenuti a questa offerta?

Sì, è la televisione del futuro. Le cose sono cambiate molto dal 2006, quando abbiamo lanciato Swisscom TV. Oggi, ad esempio, possiamo trasmettere i film anche se altrove sono ancora al cinema. E oltre al noleggio c’è anche l’opzione dell’acquisto. Il suo grande vantaggio è che i contenuti possono essere scaricati e guardati offline. Ai clienti piacciono molto queste novità e infatti la fruizione di tutti i contenuti on demand della nostra videoteca virtuale è salita alle stelle. Ora vogliamo fare un altro passo avanti e arricchire l’offerta, sia per quanto riguarda i film, ma soprattutto ampliando di molto le serie in catalogo. Questo, però, significa trovare soluzioni completamente nuove con gli studi di produzione. 

In che senso?

Oggi come oggi nessun cliente potrebbe accettare che una serie non sia disponibile anche in Svizzera immediatamente dopo la messa in onda negli USA. I produttori come Netflix (che abbiamo a sua volta incluso in Swisscom TV) pubblicano le loro serie lo stesso giorno in tutto il mondo. Molti studi tradizionali, invece, continuano a scaglionare la distribuzione: prima si concentrano sugli operatori statunitensi, poi, se abbiamo fortuna, un anno dopo tocca a noi in Europa. Per i canali tradizionali funziona, ma per le piattaforme non lineari come Swisscom TV servono altre soluzioni. 

Swisscom e il mercato svizzero non sono troppo piccoli per cambiare le cose?

Lo si potrebbe pensare, ma Swisscom TV è tra i leader mondiali sia in termini di tecnologia che di contenuti, e questo naturalmente ha il suo peso. Siamo conosciuti nel settore. Per questo abbiamo una collega di Teleclub che fa la spola tra Volketswil e Los Angeles e lotta direttamente con gli studios per fargli cambiare idea. 

E ci riesce?

Sì, pian piano le cose stanno cambiando. Ma è da tanto tempo che ci stiamo lavorando. Non dobbiamo dimenticare che persino negli Stati Uniti la TV on demand non è ancora la norma in tutto il paese. Quando la collega racconta ai produttori che in Svizzera una soluzione di questo tipo è già leader di mercato, rimangono a bocca aperta. Oggi come oggi, il solo fatto che un servizio come Swisscom TV funzioni perfettamente in tutto il paese senza problemi tecnici è qualcosa di eccezionale.

Che cosa cambia per gli spettatori?

HBO è solo l’inizio. L’offerta crescerà così tanto che abbiamo un’altra novità in serbo per Swisscom TV. Se tutto va come deve, già prima di Natale ci sarà un altro aumento del comfort di Swisscom TV.

Con ancora più canali?

(ride) No, ci mancherebbe altro! Non è sui canali lineari che vogliamo puntare. La televisione, infatti, si trova di fronte a un cambiamento epocale, come l’editoria 20 anni fa. Per il momento domina ancora la televisione tradizionale, ma le cose stanno cambiando alla velocità della luce. Già oggi, per un determinato gruppo di clienti i servizi come Netflix o YouTube e le offerte come Teleclub on Demand sono più importanti della televisione tradizionale. È un’evoluzione a cui dobbiamo rispondere e risponderemo. Anche perché così diamo agli operatori la possibilità di crescere.

Anche agli operatori svizzeri?

Sì, naturalmente. Su Swisscom TV abbiamo aggiunto sempre nuovi canali televisivi svizzeri. E non va dimenticato che Teleclub è uno dei principali finanziatori privati dell’industria cinematografica in questo paese.

HBO: la madre delle serie 2.0

La Pay TV americana HBO è considerata il player più influente nel settore televisivo globalizzato. È su HBO, infatti, che è nata la serie televisiva moderna. Fin dall’inizio, le serie HBO hanno avuto più freschezza, più complessità e più impatto visivo. Già la prima produzione, «Oz», aveva lasciato il segno, ma nel 1999 la messa in onda de «I Soprano» e, poco dopo, di «Sex and the city» ha messo sotto sopra il mondo della televisione, spingendo anche gli operatori in chiaro a lanciarsi in nuovi progetti innovativi. Gli esperti sono unanimi: senza HBO, un’intera generazione di creatori di serie avrebbe trovato chiuse la porte di Hollywood.



Dirk Wierzbitzki

Il responsabile Products & Marketing è membro della Direzione del Gruppo Swisscom da inizio 2016. Sotto la sua responsabilità c’è anche Swisscom TV.

Vai al ritratto