Meta-navigazione

Comunicato stampa

Esercitata l'opzione green shoe nell'ambito dell'IPO Infonet

21 gennaio 2000

I Global Coordinators per Infonet Service Corporation, Merrill Lynch e Warburg Dillon Read, hanno esercitato nel massimo grado la loro opzione green shoe, aggiungendo 7"692"342 azioni di categoria B al pacchetto messo in vendita il 16 dicembre 1999. Swisscom SA, che detiene il 17,7% circa del capitale di Infonet, ha venduto un totale di 2"692"357 azioni Infonet.

Il 21 febbraio 2000 l´azienda numero uno sul mercato svizzero delle telecomunicazioni e leader incontestabile sul mercato della comunicazione mobile preannuncia una nuova era. Dopo il pieno successo degli ultimi anni di Internet e della telefonia mobile, il futuro sarà segnato dalla combinazione di entrambe le tecnologie. Gli analisti di mercato prevedono che nell´anno 2002 si conteranno in tutto il mondo circa 500 milioni di abbonamenti Internet e oltre 700 milioni di utenti di telefoni mobili. Essi sostengono inoltre che l´Internet in formato NATEL, risultato della combinazione di entrambe le tecnologie, avrà in futuro una forte crescita commerciale.

Il numero complessivo di azioni Infonet in circolazione, inclusa la quota green shoe, ammonta a 58´974´642. I sei partner strategici di Infonet hanno offerto, insieme, un pacchetto addizionale di 7´692´342 azioni di categoria B al prezzo di 21 dollari ciascuna. L´IPO ha quindi raggiunto un valore complessivo di oltre 1,2 miliardi di dollari.

Con l´opzione green shoe, Swisscom ha venduto 1´282´057 azioni supplementari, portando a 2´692´357 il numero complessivo di proprie azioni vendute, per un controvalore di 56,5 milioni di dollari.

Swisscom detiene il 17,7% di Infonet, con 28´918´283 azioni di categoria A e 54´386´078 azioni di categoria B.

Nel dicembre dello scorso anno gli attuali azionisti strategici di Infonet, vale a dire Swisscom SA, KDD Corporation (Giappone), KPN Telecom (Olanda), Telefonica (Spagna), Telia AB (Svezia) e Telstra (Australia) hanno offerto 12´820´700 azioni. Gli azionisti strategici detengono il 77,4% delle azioni di categoria B e il 100% di quelle di categoria A. Il 19,5% delle azioni di categoria B è detenuto da azionisti pubblici, il 3,1% dal management di Infonet.

Berna, 21 gennaio 2000

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com