Meta-navigazione

Comunicato stampa

Swisscom cede una parte degli immobili a Credit Suisse Asset Management

02 marzo 2001

La gestione immobiliare non fa parte del core business di Swisscom; inoltre, in seguito alla riduzione del personale e della superficie prevista per ogni posto di lavoro nonché all'impiego di nuove tecnologie è calato anche il fabbisogno di immobili in seno all'azienda. Per questo motivo Swisscom ha deciso di vendere parti del suo patrimonio immobiliare e di affittare i locali di cui ha ancora bisogno.

 

Swisscom diventa locataria degli edifici commerciali situati in buona posizione

Il primo pacchetto di immobili è stato ceduto ad un consorzio guidato da Credit Suisse Asset Management (CSAM). Il portafoglio comprende 28 edifici commerciali e amministrativi con una superficie complessiva di circa 380'000 metri quadrati. Gli edifici venduti si trovano prevalentemente in centri o in agglomerati urbani della Svizzera francese e tedesca e dispongono dell'infrastruttura necessaria per poter essere affittati anche a terzi. Fanno parte del portafoglio il grattacielo di Winterthur e l'edificio in Fraumünsterstrasse a Zurigo. Swisscom sottoscriverà contratti di locazione di 1-20 anni per circa due terzi della superficie che ha ceduto. Già oggi oltre il 20% delle superfici sono affittate a terzi. In qualità di locataria, Swisscom sarà in grado di reagire in modo flessibile se dovessero mutare le sue esigenze in fatto di immobili. Swisscom Immobili SA, la società affiliata che amministra gli edifici del Gruppo, assicurerà anche in futuro la gestione delle infrastrutture tecniche degli immobili.

 

In sintonia con la strategia Swisscom

Vendendo gli edifici, Swisscom trasferisce anche i rischi legati alla gestione immobiliare a imprese specializzate che operano in questo settore. Inoltre l'azienda sarà in grado in futuro di pianificare meglio l'impiego degli immobili a livello di Gruppo. Swisscom investirà i proventi ricavati dalla vendita degli immobili in attività del core business,
ad esempio nella costruzione della rete UMTS in Svizzera, nella tecnologia a larga banda nel settore della rete fissa e nell'espansione del commercio elettronico. Nei contratti stipulati il 1° marzo 2001 è stato concordato un prezzo di vendita di 1,272 miliardi di franchi svizzeri per l'intero pacchetto immobiliare. Il trasferimento di proprietà degli
immobili e dei terreni dovrebbe avvenire nel corso del mese di aprile 2001. L'importo di 1,272 miliardi di franchi viene suddiviso come segue tra i membri nel consorzio:

706 milioni di CHF Swiss Prime Site (società d'investimento immobiliare quotata in borsa)

256 milioni di CHF Fondi immobiliari CS Interswiss e CS 1a Immo (fondi cassa pensioni)

214 milioni di CHF Winterthur Vita

96 milioni di CHF Cassa pensioni Credit Suisse Group (Svizzera)

Sono inoltre in corso trattative per la vendita di altri 162 immobili. In caso di esito positivo, le due transazioni frutteranno a Swisscom circa 500 milioni di CHF previa deduzione delle tasse.


Berna, 2 marzo 2001

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com