Meta-navigazione

Comunicato stampa

Rapporto finanziario intermedio al 30.6.2001: Swisscom supera le aspettative nei primi 6 mesi

23 agosto 2001

Swisscom è una delle poche aziende di telecomunicazione del mondo che può vantare una capacità finanziaria particolarmente elevata: grazie ai progressi compiuti in ambito operativo e a diverse transazioni coronate dal successo, il management è riuscito a ridurre costantemente l´indebitamento netto. Il 30 giugno 2001 Swisscom disponeva di mezzi finanziari netti per un importo di 1,02 miliardi di franchi. Al termine del primo semestre, il free cash flow ammontava a ben 3,22 miliardi di franchi.

A questo proposito Markus Rauh, presidente del Consiglio di amministrazione, si è espresso come segue: "Swisscom presenta un bilancio solido, frutto di una politica oculata in materia di investimenti e di una valutazione molto accurata delle proprie possibilità. Swisscom è solida come una roccia."

Il mercato svizzero quale forte base operativa - crescita selettiva all´estero

La maggior parte dei capitali proviene dalla Svizzera, il principale mercato di Swisscom. In altri Paesi Swisscom investe in modo mirato in mercati settoriali. Come preannunciato nel mese di aprile di quest´anno, Swisscom sta esaminando alcune possibilità di espansione a livello internazionale tramite acquisizioni in settori selezionati della comunicazione dati e del mobile service providing. Se non verrà perfezionata nessuna transazione di ampia portata, Swisscom prenderà in considerazione la possibilità di riacquistare delle azioni. Finora non è stata presa nessuna decisione.

Progressi in ambito operativo nel primo semestre 2001

Nonostante le massicce riduzioni tariffarie attuate nel marzo 2000, il fatturato netto conseguito dal segmento Fixnet - Retail and Network con i clienti esterni è diminuito soltanto dell´1,8% rispetto all´anno precedente, attestandosi a 1,533 milioni di franchi. Nel settore del traffico telefonico, il fatturato è sceso a 552 milioni di franchi, facendo registrare una diminuzione del 9,9%. I servizi a valore aggiunto hanno invece beneficiato di un´evoluzione positiva: grazie al traffico internet in forte crescita, la cifra d´affari è aumentata del 34,8% raggiungendo quota 151 milioni di franchi. Grazie all´espansione delle attività legate alla tecnologia ISDN, nel settore dei collegamenti è stato realizzato un fatturato di 559 milioni di franchi, con un incremento del 3,5%. Rispetto allo stesso periodo dell´anno precedente, il traffico telefonico nazionale è diminuito del 7,8%, mentre quello internazionale è aumentato del 2,4%. L´evoluzione positiva dei value added services e i risparmi operati nel settore del personale hanno compensato le massicce riduzioni delle tariffe telefoniche, permettendo di mantenere stabile il margine EBITDA del segmento.

Il fatturato netto realizzato dal segmento Fixnet - Wholesale and Carrier Services con i clienti esterni ha raggiunto i 646 milioni di franchi, pari ad un incremento del 2,1% rispetto al valore dell´anno prima. A questo risultato hanno contribuito i servizi di interconnessione nazionali per altri fornitori di servizi di telecomunicazione, nonché le società affiliate internazionali. Nell´ambito del traffico internazionale in entrata si è invece assistito ad una contrazione della cifra d´affari dovuta alla diminuzione dei prezzi di terminazione.

Il segmento Enterprise Solutions ha conseguito con i clienti esterni un fatturato netto di 895 milioni di franchi, inferiore del 3,1% al valore del medesimo periodo dell´anno prima. A causa delle riduzioni tariffarie applicate il 1° marzo 2000 e alla perdita di quote di mercato, la cifra d´affari del traffico telefonico ha subìto un calo del 9,6%. Contributi positivi sono invece stati forniti dalla comunicazione aziendale, che con un fatturato di 106 milioni di franchi ha fatto registrare un incremento del 29,3%, e dai value added services che hanno realizzato una cifra d´affari di 60 milioni di franchi, superiore del 57,9% a quella dell´anno precedente. Nel settore della comunicazione dati, il fatturato si è ridotto del 6,6%, attestandosi a 382 milioni di franchi. Un´importante diminuzione è stata registrata nell´ambito delle linee noleggiate dove, a causa della persistente pressione esercitata sui prezzi, la cifra d´affari è scesa a 203 milioni di franchi, ciò che corrisponde ad una flessione del 14,7% rispetto al primo semestre dell´anno prima. Grazie all´evoluzione positiva dei settori comunicazione aziendale e value added services e all´andamento favorevole dei costi, il margine EBITDA di Enterprise Solutions si è mantenuto sui livelli dell´anno precedente.

Con un fatturato di 1´528 milioni di franchi, superiore del 18,5% a quello del medesimo periodo dell´anno prima, Mobile continua ad essere il settore in crescita di Swisscom. Nel primo semestre del 2001 sono stati acquisiti 259´000 nuovi clienti; il 30 giugno 2001 la base di clienti era di 3,43 milioni di unità. Il numero dei clienti che utilizzano carte prepagate è aumentato di 2,3 punti percentuali nei primi sei mesi del 2001, raggiungendo una quota del 40%. Dato che, mediamente, i nuovi clienti telefonano di meno, il fatturato medio mensile per cliente (ARPU) è sceso dagli 89 franchi registrati alla fine del 2000 a 83 franchi. Nel primo semestre dell´anno sono stati spediti complessivamente circa 1,2 miliardi di messaggi SMS. Malgrado il rallentamento della crescita registrato nel secondo trimestre 2001, il numero degli SMS spediti è aumentato del 390% rispetto allo stesso periodo dell´anno precedente. La cifra d´affari relativa ai contratti di roaming è inferiore ai valori dell´anno prima a causa dell´ulteriore ampliamento delle reti dei concorrenti e della perdita di quote di mercato. Nonostante i costi d´esercizio siano saliti del 10,7% rispetto al primo semestre dell´anno precedente, il margine EBITDA di Mobile è aumentato, passando dal 44,2% al 48%. La crescita del numero di clienti e del volume di traffico, con il conseguente adeguamento delle strutture aziendali, ha provocato un incremento dei costi relativi al materiale e al personale. I costi di acquisizione e fidelizzazione dei clienti hanno invece potuto essere ridotti del 18,9% rispetto all´anno prima.

Il fatturato di debitel è aumentato dell´1,9% rispetto al primo semestre dell´anno precedente, raggiungendo quota 1´896 milioni di franchi. Calcolato in valuta locale (Euro), questo incremento è del 4,6%. La crescita del fatturato è dovuta al fatto che nel primo semestre 2001 il numero di clienti è salito del 10,5%, attestandosi a 9,5 milioni. La crescita è stata inferiore a quella dell´anno prima a causa delle riduzioni tariffarie. Un influsso negativo è stato esercitato anche dal considerevole aumento dei clienti prepaid registrato l´anno precedente. L´EBITDA, che ammonta a 93 milioni di franchi, è superiore del 27,4% al valore del medesimo periodo dell´anno prima. Per migliorare in modo duraturo il risultato delle attività di debitel al di fuori della Germania, sono state adottate misure mirate. Oltre all´adeguamento del modello aziendale in Francia, si è proceduto alla vendita della quota azionaria del 48% detenuta nella società debitel Belgium. Inoltre, nel luglio 2001 la quota di partecipazione a debitel Nederland è stata portata al 100%. Nel primo semestre 2001 le attività internazionali hanno contributo positivamente al risultato del Gruppo.

Il fatturato del segmento Altro è sceso a 525 milioni di franchi, con una diminuzione del 6,9% rispetto all´anno precedente. Il calo è dovuto principalmente alle attività del settore PBX Services (vendita, noleggio, assistenza tecnica di impianti di commutazione per utenti). In questo ambito la cifra d´affari è infatti scesa del 22,8%, attestandosi a 230 milioni di franchi. Grazie all´aumento del volume nel settore dei collegamenti, l´internet service provider bluewin SA ha registrato un incremento del 17,2% del fatturato netto (incluso il fatturato realizzato con altri segmenti), che ammonta a 68 milioni di franchi. bluewin detiene una quota di mercato del 45%. Nei primi sei mesi del 2001 il numero dei clienti Access attivi è aumentato di 16,9 punti percentuali, raggiungendo quota 642´715, nonostante la crescita abbia subìto un rallentamento nel secondo trimestre dell´anno. All´evoluzione positiva dell´EBITDA del segmento Altri ha contributo il primo consolidamento completo di Swisscom Directories.

Prospettive 2001: EBITDA in linea con quello dello scorso anno - utile netto elevato

Per l´anno finanziario in corso, Swisscom prevede un lieve aumento del fatturato rispetto all´anno precedente. L´elevato grado di penetrazione del mercato frenerà la crescita di Mobile e debitel. Nel primo semestre dell´anno la perdita di quote di mercato nel settore del traffico telefonico ha potuto essere rallentata. In alcuni segmenti della telefonia fissa nonché della comunicazione mobile e dati si assisterà al perdurare della pressione sui prezzi. Se le condizioni del mercato non subiranno cambiamenti di rilievo nel secondo semestre, Swisscom prevede di realizzare un EBITDA in linea con quello dell´anno prima. Grazie ai ricavi straordinari derivanti dalla cessione del 25% del pacchetto azionario di Swisscom Mobile SA e dalla vendita di immobili, Swisscom si attende un significativo aumento dell´utile netto.

In occasione dell´assemblea generale di Swisscom svoltasi il 29 maggio 2001, è stato deciso di ridurre di 8 CHF il valore nominale di ogni azione. Il versamento agli azionisti dei 588,4 milioni di franchi derivanti da tale operazione avverrà l´11 settembre 2001.

Il rapporto finanziario dettagliato può essere consultato in Internet:

PDF: Rapporto finanziario dettagliato 
 
Lettera agli azionisti:

PDF: Lettera agli azionisti 

 
Berna, 23 agosto 2001

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com