Meta-navigazione

Comunicato stampa

I costi del servizio universale non sono coperti

31 ottobre 2001

In Svizzera l´elemento centrale del servizio universale nel settore delle telecomunicazioni è il collegamento telefonico che permette di telefonare, inviare fax e accedere a Internet in tutto il territorio. Con la sua decisione, il Consiglio federale estende il servizio universale ai collegamenti digitali (ISDN) e fissa a CHF 40 mensili (IVA esclusa) il prezzo limite. Considerando superflua l´ulteriore regolamentazione di un servizio come ISDN, già disponibile in tutta la Svizzera, Swisscom deplora tale decisione.

 

Buona parte dei costi rimangono scoperti a tutto svantaggio dell'economia svizzera

Swisscom sostiene da tempo che l´attuale prezzo limite (CHF 25.25 IVA inclusa) non copre i costi di un collegamento analogico. Con la decisione di mantenere tale prezzo limite anche dopo il 1° gennaio 2003 restano scoperte le spese per il servizio universale. I prezzi ampiamente al di sotto dei costi economici ostacolano i futuri investimenti, ripercuotendosi negativamente sull´economia svizzera.
Swisscom potrà calcolare l´ammontare esatto di tali costi, quando disporrà della documentazione dettagliata relativa al concorso per la concessione del servizio universale a partire dal 2003. Il calcolo dei costi scoperti nel settore del servizio universale si fonda sul calcolo dei costi dell´interconnessione e rispecchia un punto di vista economico.

Berna, 31 ottobre 2001

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com