Meta-navigazione

Comunicato stampa

Rapporto annuale 2001: Più cash flow: Swisscom migliora il risultato d'esercizio

26 marzo 2002

Negli ultimi anni il sistema finanziario del Gruppo Swisscom è estremamente solido grazie ai miglioramenti apportati nel settore operativo e a una politica d´investimento mirata: alla fine del 2001 la liquidità netta ammontava a CHF 2,9 miliardi e nello stesso periodo i mezzi liquidi e gli investimenti finanziari a breve termine erano pari a CHF 7,1 miliardi. L´elevata liquidità ha permesso a Swisscom di riacquistare azioni per CHF 4,3 miliardi ? un´operazione conclusasi con successo nel marzo 2002. All´assemblea generale ordinaria verrà presentata la seguente richiesta: annullare le azioni riacquistate e ridurre così il capitale azionario del Gruppo del 9,99%.

Il consiglio d´amministrazione della Swisscom SA proporrà all´assemblea generale ordinaria del 30 aprile 2002 un dividendo invariato di CHF 11 e una riduzione del capitale azionario mediante decremento del valore nominale di CHF 8 per azione. Pertanto, salvo disapprovazione da parte dell´assemblea generale, agli azionisti verranno versati CHF 19 per azione ovvero complessivamente CHF 1,26 miliardi circa. Inoltre, gli azionisti hanno già tratto vantaggio dalla buona situazione di Swisscom nel marzo 2002 con l´assegnazione delle opzioni put nell´ambito dell´offerta di riacquisto di azioni.

 

Il successo di Swisscom Mobile accresce il risultato operativo

Nel 2001 il fatturato di Swisscom è aumentato dello 0,8% rispetto all´anno precedente salendo così a CHF 14´174 milioni. Il risultato operativo al lordo di interessi, imposte, ammortamenti e del ricavato della vendita di immobili (EBITDA), pari a CHF 4´409 milioni, è superiore del 9,3% a quello dell´anno precedente. Questo incremento è da attribuire soprattutto al costante successo di Swisscom Mobile. Il risultato d´esercizio al lordo della vendita di immobili e degli ammortamenti per debitel ammonta a CHF 2´235 milioni (+22,1% rispetto all´anno precedente). La cessione del 25% di Swisscom Mobile SA a Vodafone ha prodotto un guadagno di CHF 3´837 milioni, mentre con la vendita di una parte degli immobili sono stati realizzati CHF 568 milioni.

Nel quarto trimestre del 2001 Swisscom ha esaminato la valutazione delle proprie partecipazioni. Ne sono emersi ammortamenti sulle partecipazioni pari a CHF 1´130 milioni (debitel) e a CHF 219 milioni (Infonet). Sul prestito all´austriaca UTA è stato contabilizzato un ammortamento di CHF 199 milioni. L´utile netto del Gruppo Swisscom è aumentato del 57% rispetto al 2000 salendo a CHF 4´964 milioni.

 

Impennata dei volumi di traffico sulle reti fissa e mobile

Il buon andamento del settore operativo del Gruppo Swisscom è comprovato anche dall´impennata dei volumi di traffico che sono aumentati di oltre il 13% sia per quanto riguarda la rete fissa che la rete mobile.

Nel segmento Fixnet ? Retail and Network il fatturato con terzi, pari a CHF 3´126 milioni, si è mantenuto stabile rispetto all´anno precedente nonostante le riduzioni di prezzo del 1° marzo 2000. In seguito alla migrazione dai collegamenti analogici a quelli digitali (ISDN), il fatturato conseguito con i collegamenti telefonici è aumentato del 4,3%. Per quanto concerne il traffico telefonico nazionale, il fatturato è sceso del 6% a causa delle flessioni dei prezzi e di un calo che ha interessato soprattutto l´area limitrofa. Per quanto riguarda invece il traffico telefonico internazionale, Swisscom ha mantenuto la sua quota di mercato e ha beneficiato di un incremento di volume. Riguardo ai servizi a valore aggiunto (Value Added Services), il fatturato è aumentato del 29,1% grazie a un sostanzioso incremento del traffico Internet. L´EBITDA del segmento è cresciuto dell´1,5% rispetto all´anno precedente salendo così a CHF 1´691 milioni.

Fixnet ? Wholesale and Carrier Services registra un fatturato con i clienti esterni stabile rispetto all´anno precedente, pari a CHF 1´298 milioni. Nel settore Wholesale nazionale è stato conseguito un aumento di fatturato del 22,8% riconducibile all´incremento delle quote di mercato della concorrenza e ai conseguenti fatturati di interconnessione come pure alla progressione delle linee noleggiate. Il fatturato del settore Wholesale internazionale è salito a CHF 283 milioni (+24,7%) grazie ai maggiori volumi e alla crescita del fatturato di Swisscom North America. Il fatturato del traffico internazionale in entrata è diminuito del 35% soprattutto a causa della riduzione dei prezzi. Il fatturato con altri segmenti è notevolmente aumentato grazie ai maggiori volumi conseguiti nel traffico di transito sulla rete mobile e nel traffico Internet. Grazie all´aumento complessivo del fatturato netto, l´EBITDA di questo segmento è salito a CHF 152 milioni.

Per quanto concerne Enterprise Solutions, il fatturato con terzi è diminuito del 2,1% rispetto all´anno precedente scendendo a CHF 1´796 milioni. Il fatturato realizzato con il traffico telefonico si è abbassato in seguito alla riduzione dei prezzi del 1° marzo 2000 e alle perdite quantitative nel traffico nazionale. Il fatturato con terzi relativo al settore delle linee noleggiate (Managed Network Services) è sceso del 10,6% rispetto all´anno precedente per via della continua riduzione dei prezzi che non riesce ad essere compensata dalla crescente domanda di banda larga. Per contro, il settore della comunicazione aziendale (Corporate Communications Solutions) ha fatto registrare una forte domanda di prodotti su base IP (Internet Protocol) ed è riuscito ad aumentare il fatturato del 22,8%. In questo settore d´attività Swisscom si aspetta un´ulteriore crescita. La flessione di fatturato di questo segmento non è stata compensata da una riduzione dei costi. Rispetto all´anno precedente, l´EBITDA di questo segmento è sceso a CHF 247 milioni (-6,4%).

Nel quadro delle misure già annunciate nel settore del personale, entro la fine del 2002 verranno soppressi all´incirca 500 posti di lavoro a tempo pieno all´interno di Swisscom Fixnet e 120 circa all´interno di Enterprise Solutions. Se possibile, la riduzione seguirà la normale fluttuazione. I collaboratori interessati da questa misura hanno diritto alle prestazioni previste dal vigente e ben strutturato piano sociale del Gruppo Swisscom.

Con un aumento del 14,5% rispetto al 2000, il segmento Mobile ha conseguito un fatturato con terzi pari a CHF 3´127 milioni. L´espansione del mercato svizzero della telefonia mobile ha subito un rallentamento a causa dell´elevata penetrazione del mercato (pari al 70% circa). Swisscom Mobile ha partecipato allo sviluppo del mercato e la sua ampia quota ha saputo difendersi. La base clienti è salita a 3,37 milioni di utenti, fermo restando che alla fine dell´anno la consistenza è stata depurata all´incirca di 207´000 clienti Prepaid inattivi. La crescita si è focalizzata sui clienti con abbonamento. L´allargamento della base clienti ha fatto salire il fatturato del settore Voice a CHF 2´092 milioni mettendo a segno un incremento del 14,9% rispetto all´anno precedente. Nel settore dati il fatturato ha toccato quota CHF 273 milioni (+79,6%) soprattutto in seguito al boom degli SMS. Con CHF 83, il fatturato medio per cliente al mese (ARPU) di Mobile non eguaglia il risultato dell´anno precedente (CHF 89). Le spese per l´acquisizione di nuovi clienti sono state molto più contenute rispetto all´anno precedente a causa del minore aumento di clienti e grazie a una riduzione mirata delle sovvenzioni ai rappresentanti nel settore Prepaid. A confronto dell´anno precedente, l´EBITDA di Mobile è migliorato del 26,5% (rispetto a un margine del 47,1%) salendo così a CHF 1´876 milioni.

Nella moneta locale, debitel fa registrare una flessione di fatturato del 3% rispetto all´anno precedente ma, tenendo conto dell´andamento valutario, la differenza in franchi svizzeri è maggiore. Lo sviluppo del settore della telefonia mobile in Germania si è attenuato rispetto all´anno precedente. A causa della riduzione dei prezzi e dei minori ricavi derivanti da premi e hardware, in Germania il fatturato della telefonia mobile di debitel è diminuito del 9,5% (in franchi svizzeri). Per contro, il fatturato del settore internazionale è aumentato del 10,7% (sempre in franchi svizzeri) grazie all´andamento positivo registrato in Francia, Paesi Bassi e Danimarca. La consistenza utenti è aumentata in tutti i Paesi e nel 2001 ha superato per la prima volta la soglia dei 10 milioni. Nel novembre 2001 debitel ha rilevato la Talkline Nederland olandese. L´EBITDA di debitel è migliorato del 12% salendo a CHF 187 milioni - un incremento dovuto al buon andamento del settore internazionale. In tutti i Paesi è stato conseguito un risultato d´esercizio positivo.

Il fatturato del settore Altri è diminuito dell´8,4% rispetto all´anno precedente scendendo a CHF 1´019 milioni. Questa contrazione è dovuta principalmente al fatto che il fatturato netto di Swisscom Systems è sceso a CHF 477 milioni (-20,9 %). Ai minori proventi derivanti da noleggio e vendita degli impianti di commutazione per utenti si è contrapposto un aumento di fatturato nel settore dei servizi. Anche il broadcasting ha fatto registrare un calo di fatturato del 10,9% dovuto essenzialmente alle modifiche dei contratti quadro con SSR e alla vendita del settore satellitare. L´Internet Service Provider bluewin ha visto salire il fatturato con i clienti esterni a CHF 61 milioni (+22%) grazie soprattutto a un aumento dei volumi. Nel 2001 la consistenza utenti è salita a 715´000 unità (+19,2%). L´EBITDA del segmento è diminuito del 7,8% scendendo a CHF 142 milioni. Il primo consolidamento di Swisscom Directories ha prodotto un aumento dell´EBITDA. Un minor fatturato e un più stretto margine di Swisscom Systems hanno portato invece a una riduzione.

 

Nuovo piano previdenziale - riduzione delle spese per il personale

Nel corso del 2002 Swisscom introdurrà un nuovo e moderno piano di previdenza professionale per la vecchiaia. Nel 2001 questo cambiamento ha comportato un versamento contributivo straordinario di CHF 240 milioni cui si è aggiunto un contributo speciale una tantum di CHF 200 milioni che Swisscom ha versato al proprio istituto previdenziale comPlan per la costituzione di una riserva a fronte delle oscillazioni di valore. Questo contributo è stato contabilizzato in modo tale da risultare neutrale sul piano del risultato verso le riserve esistenti. comPlan è operativo solo dal 1999 e diversamente da altri istituti di previdenza svizzeri non dispone di riserve per le oscillazioni di valore in quanto è stato reso autonomo dalla Confederazione con un grado di copertura di soltanto 100%.

La spesa per il personale è diminuita del 2% rispetto all´anno precedente scendendo a CHF 2´461 milioni. Questa somma comprende anche le spese di CHF 92 milioni (contro CHF 122 milioni dell´anno precedente) per le misure volte alla soppressione dei posti. Con 20´988 unità fra collaboratrici e collaboratori, la consistenza media dei posti a tempo pieno è rimasta stabile. Se non si tiene conto di debitel, alla fine del 2001 la consistenza dei posti è aumentata dell´1,9% salendo a 17´784 unità. Questo aumento è riconducibile alla fusione fra Swisscom IT e AGI IT Services SA.

 

Prospettive per il 2002: EBITDA stabile e lieve aumento del fatturato

Per quanto concerne il core business, Swisscom mira a mantenere la sua leadership sul mercato nazionale e a difendere con debitel la sua posizione leader in Europa come Service Provider indipendente da una rete. Riguardo alla comunicazione mobile, sia in Svizzera che all´estero non ci si aspetta nulla di più di una lieve espansione del mercato a causa dell´elevata penetrazione di quest´ultimo. Per quanto riguarda la rete fissa, Swisscom prevede che sui margini continuerà a insistere una certa pressione.

Per l´esercizio 2002, Swisscom prevede un lieve aumento dei fatturati e punta su un EBITDA pari a quello dell´anno precedente. In mancanza di proventi straordinari derivanti dalla vendita di immobili e del 25% di Swisscom Mobile SA, l´utile netto subirà un calo notevole.

La versione dettagliata del rapporto annuale può essere richiamata su Internet al seguente indirizzo:

www.swisscom.com/rapporto2001

Berna, 26 marzo 2002 

 

 

Cautionary statement regarding forward-looking statements

This communication contains statements that constitute "forward-looking statements". In this communication, such forward-looking statements include, without limitation, statements relating to our financial condition, results of operations and business and certain of our strategic plans and objectives.Because these forward-looking statements are subject to risks and uncertainties, actual future results may differ materially from those expressed in or implied by the statements. Many of these risks and uncertainties relate to factors which are beyond Swisscom´s ability to control or estimate precisely, such as future market conditions, currency fluctuations, the behavior of other market participants, the actions of governmental regulators and other risk factors detailed in Swisscom´s past and future filings and reports filed with the U.S. Security and Exchange Commission and posted on our websites. Readers are cautioned not to put undue reliance on forward-looking statements, which speak only of the date of this communication. Swisscom disclaims any intention or obligation to update and revise any forward-looking statements, whether as a result of new information, future events or otherwise.

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com