Meta-navigazione

Comunicato stampa

Rapporto finanziario intermedio: Buon risultato di Swisscom nel primo trimestre

17 maggio 2002

Rapporto finanziario intermedio del Gruppo Swisscom: 1° gennaio 2002 - 31 marzo 2002

  2001 2002 Variazione
Fatturato netto (in milioni di CHF)

3510

3517

0,2%

EBITDA a monte di transazioni uniche
(in milioni di CHF)

1205

1168

-3,1%

EBIT a monte di transazioni uniche
(in milioni di CHF)

664

679

2,3%

Collegamenti ADSL (il 31.3)

2492

62966

-

Effettivo degli utenti Mobile (il 31.3 in milioni)

3,07

3,43

11,8%

 

L'andamento degli affari del Gruppo Swisscom nel primo trimestre del 2002 ha soddisfatto le aspettative: malgrado la costante pressione esercitata dalla concorrenza, nel settore della rete fissa è stata accusata solo una leggera perdita di quote di mercato. I clienti hanno reagito positivamente alla campagna di promozione della banda larga ADSL. A causa di un mercato vieppiù saturo, la comunicazione mobile ha fatto registrare una crescita contenuta, ma ha contribuito in misura determinante al buon risultato del Gruppo.

L'attività operativa del Gruppo Swisscom continua a generare un elevato cash flow. In controtendenza rispetto alle società di telecomunicazione europee, Swisscom non presenta alcun debito. Anche dopo l'operazione di riacquisto di azioni effettuata nella primavera di quest'anno, il Gruppo detiene un'elevata quota di capitale proprio, pari al 38,1%. Mancando l'utile unico derivante dalla cessione di una quota di Swisscom Mobile SA nel 2001, l'utile netto conseguito nel primo trimestre del 2002, pari a 420 milioni di CHF, è nettamente inferiore a quello dell'anno precedente.

 

Ulteriori misure previste per razionalizzare il settore operativo

Per garantire il successo di Swisscom è indispensabile adottare misure mirate per migliorare il rendimento del core business. Attraverso la sistematica ottimizzazione delle attività operative, Swisscom intende far fronte alla costante pressione esercitata dalla concorrenza.

A causa della crescente concorrenza, Swisscom Fixnet riduce da 17 a 11 il numero delle sedi dei servizi di informazione nazionali e internazionali. Dal 2003 i servizi di informazione nazionali saranno mantenuti soltanto nelle sedi di Winterthur, Coira, Rapperswil SG, Olten, Berna, Bienne, Lugano, Neuchâtel e Sion. I Call Center di Baden, Friburgo, Lucerna, Porrentruy e Thun vengono soppressi. Dal 2004 i servizi di informazione internazionali, attualmente ubicati presso le sedi di San Gallo, Ginevra e Lugano, saranno raggruppati a San Gallo e Lugano. Questi provvedimenti interessano circa 250 dipendenti, ma non comportano riduzioni dei posti di lavoro presso i servizi d'informazione.

Per poter ottimizzare il settore operativo, è necessario che le società del Gruppo vengano dirette in modo chiaro sulla base di indicatori finanziari. Con effetto retroattivo al 1° gennaio 2002, Swisscom trasforma perciò altri settori aziendali in società del Gruppo. Si tratta di Swisscom Fixnet SA, Swisscom Enterprise Solutions SA e Swisscom Systems SA.

 

Swisscom aumenta al 100% la quota di partecipazione detenuta in Bluewin

L'accordo di partecipazione reciproca concluso fra Bluewin e Tamedia nell'aprile 2000 (Bluewin aveva rilevato il 15% di Winner Market AG e Tamedia l'8% di Bluewin) verrà sciolto alla fine del mese di maggio 2002 in seguito all'intensificarsi della collaborazione fra Swisscom Fixnet e Bluewin e alla decisione di Tamedia di integrare i propri settori print e media online. Di conseguenza, Bluewin diventerà al 100% una società affiliata di Swisscom. In qualità di fornitore di servizi internet e gestore di portali con una posizione leader sul mercato, Bluewin continuerà ad impegnarsi nello sviluppo del settore a banda larga.

 

Prospettive 2002 per il Gruppo Swisscom: costante pressione sui margini EBITDA stabile

In considerazione dell'andamento registrato nel primo trimestre del 2002, ammesso che le condizioni del mercato rimangano invariate, Swisscom si attende un esiguo aumento del fatturato per il 2002. Il settore della telefonia fissa e della trasmissione di dati continuerà ad essere caratterizzato dalla pressione sui margini. La crescita nell'ambito della comunicazione mobile subirà un ulteriore rallentamento. Per l'anno finanziario 2002 Swisscom auspica un EBITDA paragonabile a quello del 2001. Mancando gli utili unici derivanti dalla vendita di immobili e dalla cessione del 25% di Swisscom Mobile SA, contabilizzati nel 2001, l'utile netto 2002 sarà nettamente inferiore.

 

Rapporto relativo ai singoli segmenti

Il fatturato netto del segmento Fixnet, che ammonta a 1'645 milioni di CHF, è superiore di 2,2 punti percentuali a quello dell'anno precedente. Tale incremento è dovuto principalmente al trasferimento di una parte dei Value Added Services dal segmento Enterprise Solutions al segmento Fixnet. In seguito alla forte domanda di collegamenti ISDN, le tasse relative ai collegamenti telefonici sono aumentate del 4,2%, raggiungendo i 369 milioni di CHF. La cifra d'affari relativa al traffico telefonico nazionale è invece diminuita del 3,4% a 228 milioni di CHF a causa del minor volume di traffico e della perdita di quote di mercato. Per quanto riguarda il traffico telefonico internazionale, Swisscom è riuscita a difendere la propria quota di mercato e ad incrementare il volume.

Nel settore Wholesale nazionale si è assistito ad un aumento dell'11,3% dovuto alla maggior richiesta di servizi d'interconnessione e di collegamenti ADSL generata dall'incremento del volume. In ambito internazionale la crescita è stata prodotta dalle società affiliate estere. L'offerta relativa alla banda larga ADSL ha fatto registrare un vero e proprio boom: nel primo trimestre del 2002, l'internet provider Bluewin ha acquisito circa 14'000 nuovi abbonati ADSL; alla fine di marzo, i collegamenti ADSL erano complessivamente (Wholesale e Bluewin) all'incirca 63'000. Con 526 milioni di CHF, l'EBITDA del segmento Fixnet è praticamente rimasto pari ai livelli del 2001.

Rispetto all'anno precedente, il fatturato netto del segmento Mobile è aumentato del 5,1%, attestandosi a 1008 milioni di CHF. Com'era prevedibile, la crescita nel settore della comunicazione mobile ha subìto un rallentamento a causa dell'elevata penetrazione del mercato (72%). Nel primo trimestre sono stati acquisiti circa 55'000 nuovi clienti, ciò che ha permesso di portare l'effettivo di clienti a oltre 3,4 milioni. Nel settore della trasmissione di dati, il fatturato è aumentato del 46%, attestandosi a 82 milioni di CHF. Il fatturato medio mensile per cliente (ARPU) ammonta a CHF 84 rispetto ai CHF 90 del 2001.

Mobile ha incrementato l'EBITDA del 3,4% e ha accusato una leggera diminuzione dei margini, che sono scesi al 48,8%. Nei prossimi mesi dell'anno, Swisscom Mobile si attende un'ulteriore crescita del fatturato nei settori Voice e Data, nonché una maggior domanda di terminali. A causa delle spese dovute all'introduzione di nuovi servizi e tecnologie, Mobile prevede per il 2002 un margine EBITDA leggermente ridotto.

Con 375 milioni di CHF, il fatturato netto di Enterprise Solutions è inferiore del 5,3% rispetto a quello dell'anno precedente. Tale calo è da ricondurre soprattutto al trasferimento di alcune parti dei Value Added Services al segmento Fixnet. I fatturati relativi al traffico telefonico nazionale e internazionale realizzati con i clienti esterni sono rimasti stabili sui livelli del 2001. Analogamente a quanto avvenuto nel segmento Fixnet, nell'ambito del traffico telefonico nazionale si è assistito ad una diminuzione della cifra d'affari pari all'1,7%, dovuta al calo del volume. Il traffico telefonico internazionale ha registrato un'evoluzione positiva. Il fatturato relativo alla comunicazione dati si situa complessivamente sui livelli dell'anno precedente. Per quanto riguarda il settore delle soluzioni destinate alla comunicazione aziendale, il fatturato è superiore a quello del 2001. La cifra d'affari relativa alle linee noleggiata è invece diminuita a causa delle riduzioni dei prezzi operate per contrastare la forte concorrenza. L'EBITDA del segmento è sceso a 34 milioni di CHF, con un calo del 10,5% rispetto all'anno precedente.

Il fatturato di debitel in valuta locale è aumentato di 0,8 punti percentuali rispetto all'anno precedente. Per effetto dell'andamento delle valute, il fatturato in franchi svizzeri è tuttavia inferiore del 3,6% a quello del 2001. Se confrontato con il valore record registrato alla fine del 2001, il numero di clienti è diminuito del 2,5% a 9,75 milioni di unità. Questa flessione è dovuta in gran parte all'annullamento di collegamenti prepaid inutilizzati. La cifra d'affari in Germania è scesa a 604 milioni di CHF, con una diminuzione del 13,7% (10% se calcolato in valuta locale) rispetto all'anno precedente. Questo calo è imputabile soprattutto alla contrazione dei ricavi relativi ai canoni ed altre riduzioni dei prezzi attuate nel settore della telefonia mobile. Per quanto riguarda gli affari internazionali, il fatturato è aumentato del 25,1% (30% calcolato in valuta locale), attestandosi a 309 milioni di CHF, grazie al positivo andamento degli affari in Francia e all'acquisizione di Talkline Nederlande nel quarto trimestre del 2001.

Con 32 milioni di CHF, l'EBITDA del Gruppo debitel è inferiore del 37,3% ai valori dello stesso periodo dell'anno precedente. Nell'esercizio finanziario 2001 figuravano tuttavia 13 milioni di CHF derivanti dalla vendita si schede prepaid che, per loro natura, generano un'entrata unica anticipata. L'importante contrazione dell'EBITDA è stata provocata soprattutto dai maggiori costi per le misure di fidelizzazione dei clienti, che sono raddoppiate rispetto all'anno precedente. Per l'anno finanziario 2002 debitel si attende un fatturato e un EBITDA sui livelli del 2001.

Il fatturato netto del segmento Altro ammonta a 339 milioni di CHF, leggermente in calo rispetto al 2001. A causa delle difficoltà incontrate nella vendita e nel noleggio di impianti di commutazione per utenti, dovute alla situazione congiunturale, Swisscom Systems ha accusato un calo del fatturato del 22,8%. Grazie alla fusione con AGI IT Services SA, avvenuta il 31 dicembre 2001, Swisscom IT Services SA è riuscita ad incrementare notevolmente il fatturato realizzato con i clienti esterni, portandolo a 50 milioni di CHF. L'EBITDA del segmento è aumentato complessivamente di 4,3 punti percentuali, raggiungendo i 49 milioni di CHF.

Berna, 17 maggio 2002

 

Cautionary statement regarding forward-looking statements

This communication contains statements that constitute "forward-looking statements". In this communication, such forward-looking statements include, without limitation, statements relating to our financial condition, results of operations and business and certain of our strategic plans and objectives.Because these forward-looking statements are subject to risks and uncertainties, actual future results may differ materially from those expressed in or implied by the statements. Many of these risks and uncertainties relate to factors which are beyond Swisscom's ability to control or estimate precisely, such as future market conditions, currency fluctuations, the behavior of other market participants, the actions of governmental regulators and other risk factors detailed in Swisscom's past and future filings and reports filed with the U.S. Security and Exchange Commission and posted on our websites. Readers are cautioned not to put undue reliance on forward-looking statements, which speak only of the date of this communication. Swisscom disclaims any intention or obligation to update and revise any forward-looking statements, whether as a result of new information, future events or otherwise.

 

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com