Meta-navigazione

Comunicato stampa

Telefonare all'estero a prezzi più convenienti con Swisscom Fixnet.

06 settembre 2002

Dal 1° di ottobre, Swisscom Fixnet abbassa le tariffe per ben 50 Paesi. La riduzione è notevole: per alcuni Paesi essa ammonta fino al 64%; ciò significa che in media ora sarà possibile telefonare verso diversi Paesi a metà prezzo.

Per esempio la nuova tariffa week-end delle chiamate verso Giappone, Taiwan, Israele e Corea del Sud ammonta a 20 centesimi al minuto (prima erano 50 cts./min.). Per le chiamate verso Costarica, le Bahamas o la Repubblica Dominicana si pagano solo 50 centesimi al minuto (prima CHF 1.40/min.); lo stesso per Brasile, Marocco e Africa del Sud (prima CHF 1.00/min.).

La qualità delle comunicazioni continua ad essere eccellente - non vi sono né fruscii né echi, le chiamate vengono stabilite rapidamente. Con le nuove tariffe per 50 Paesi, Swisscom Fixnet è fortemente concorrenziale e dà ulteriori impulsi al crescente traffico telefonico internazionale. Swisscom Fixnet non fattura tasse di stabilimento delle comunicazioni.

Per ragioni di costi, viene riscosso un supplemento di 40 centesimi al minuto (prima 30 centesimi) per le chiamate dalla rete fissa nazionale verso reti mobili di 24 Paesi.

Paesi del gruppo 1:
Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia, Liechtenstein e Austria

Paesi del gruppo 2:
Australia, Belgio, Danimarca, Finlandia, Grecia, Irlanda, Israele, Giappone, Lussemburgo, Monaco, Nuova Zelanda, Olanda, Norvegia, Portogallo, Svezia, Spagna, Corea del Sud e Taiwan

Tutte le tariffe sono valide a partire dal 1° ottobre 2002, IVA inclusa. Vengono addebitati 10 centesimi per ogni intervallo di tempo intero o iniziato. Swisscom non fattura tasse di stabilimento delle comunicazioni.

Internet: www.swisscom-fixnet.ch

Panoramica dei prezzi per le tariffe internazionali: http://www.swisscom.com/mr/pdf/preisuebersicht_auslandtarife-it.pdf

Berna, 6 settembre 2002

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com