Meta-navigazione

Comunicato stampa

Il dialogo con i sindacati prosegue

04 marzo 2003

Swisscom vuole preparare entro l'autunno di quest'anno una base decisionale per possibili misure supplementari in relazione all'organizzazione del tempo di lavoro. Il relativo progetto, cui collaboreranno anche rappresentanti delle associazioni del personale, sarà incentrato su modelli del tempo di lavoro efficaci a livello di costi e in termini occupazionali. Cablex, la società del Gruppo responsabile della costruzione e della manutenzione della rete fissa, discuterà con i sindacati a parte, indipendentemente dal citato progetto, in merito ad una riduzione del tempo di lavoro efficace sul piano occupazionale. La maggioranza dei dipendenti di Cablex colpiti dal provvedimento beneficerà delle ampie prestazioni del piano sociale di Swisscom fino al pensionamento all'età di 60 anni.

 

Prosegue il dialogo con i sindacati

Alla fine di febbraio i partner sociali sono riusciti a concordare misure speciali a favore di membri delle commissioni aziendali colpiti dalla soppressione di impieghi. Swisscom e i sindacati hanno inoltre convenuto di negoziare il ruolo delle commissioni aziendali e i loro compiti nel quadro dell'elaborazione del contratto collettivo di lavoro (CCL) 2004.

Swisscom ha già avviato varie misure supplementari concordate con i sindacati, come l'introduzione di un controllo delle ore supplementari, il generoso impiego del fondo per casi sociali difficili, una pianificazione delle qualificazioni volta a soddisfare le esigenze future e la decisione di dare sempre, nei limiti del possibile, la priorità a candidati interni per i posti vacanti. Allo stato attuale delle cose, Swisscom ritiene che - mediante questi provvedimenti - entro la fine del 2003 più di 100 persone colpite dai tagli occupazionali potranno trovare un nuovo impiego in seno al Gruppo.

 

Piano sociale con prestazioni di gran lunga superiori alla media del settore

Tutte le persone colpite dal provvedimento che sono assoggettate al CCL hanno diritto alle prestazioni del vigente piano sociale di Swisscom. Questo piano offre prestazioni superiori alla media, in confronto ad altre imprese del settore. Dal 1998 l'azienda ha investito circa due miliardi di franchi in piani sociali. Gli elementi centrali del vigente piano sociale sono il Centro di informazione e collocamento (CIC), la Work _Link SA e Co-Motion, il programma che sostiene chi intende fondare una propria azienda. Il CIC assiste i collaboratori colpiti dai tagli per un periodo che va dai 12 ai 18 mesi, durante il quale garantisce loro l'intero salario precedente, mostra loro nuove prospettive e li aiuta nella ricerca di un nuovo impiego. Delle circa 1500 persone che hanno già portato a termine il programma del CIC, il 93 per cento ha trovato un altro impiego all'interno o all?esterno dell'azienda oppure ha potuto usufruire di una soluzione socialmente sostenibile. I collaboratori di oltre 50 anni che fanno parte della generazione della liberalizzazione ai quali è stata notificata la soppressione dell'impiego hanno diritto alle prestazioni della Work_Link SA. Questa impresa procura impieghi temporanei e fornisce assistenza in vista della reintegrazione nel mercato del lavoro. Co-Motion, il programma che sostiene chi intende fondare una propria società, mostra agli interessati le procedure da seguire per mettersi in proprio e li aiuta a pianificarle.

Berna, 4 marzo 2003

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com