Meta-navigazione

Comunicato stampa

Internet a banda larga: la concorrenza funziona

18 dicembre 2003

In una disposizione pubblicata in data odierna, la Commissione della concorrenza (COMCO) ha rilevato un abuso della posizione dominante sul mercato da parte di Swisscom riguardo ai servizi ADSL. Swisscom respinge le accuse asserendo che sul mercato degli accessi internet a banda larga esiste una forte concorrenza, che peraltro ha prodotto uno sviluppo considerevole in Svizzera per quanto concerne questo tipo di servizi. Swisscom intende presentare un reclamo alla Commissione di ricorso contro la decisione della COMCO.

In Svizzera si sta assistendo a un vero e proprio boom degli accessi internet a banda larga, e lo stesso sta avvenendo con ADSL: nel giro di un anno, il numero dei collegamenti ADSL è salito da 200'000 circa a più di 500'000. Il 17% circa delle economie domestiche svizzere dispone già di un allacciamento ADSL. Com'è stato annunciato il 2 dicembre, a partire dalla metà di febbraio Swisscom raddoppierà le attuali larghezze di banda ADSL per i clienti privati.

La tecnologia ADSL è in diretta e forte concorrenza con le offerte internet a banda larga dei gestori di reti via cavo, che stanno registrando uno sviluppo analogo. Se si considera il mercato degli accessi internet a banda larga nel suo insieme, la Svizzera è uno dei Paesi con la crescita più elevata. I clienti beneficiano di prestazioni sempre migliori (banda larga) e di prezzi molto convenienti.

La disposizione della COMCO è pertanto in contraddizione con la reale situazione economica. Questa contraddizione è da ricondurre a un giudizio isolato della situazione concorrenziale e a un'errata valutazione delle interazioni tra i mercati dei clienti finali e i mercati del commercio all'ingrosso (wholesale). Nell'esaminare questi ultimi, si è tenuto troppo poco conto della forte posizione detenuta sul mercato dai gestori di reti via cavo. In base alla situazione attuale, Swisscom non occupa una posizione dominante sul mercato.

Swisscom protesta quindi contro l'accusa della COMCO secondo cui l'affiliata Bluewin sarebbe stata privilegiata grazie a uno speciale sistema di sconti. Gli sconti concessi da Swisscom agli internet provider sono riconducibili a effetti scalari. Si tratta di vantaggi riservati a tutti gli internet provider che vantano un determinato numero di clienti.

Nella sua disposizione, la COMCO afferma che non sussistono sovvenzioni trasversali in favore di Bluewin. Pertanto, l'autorità condivide l'opinione di Swisscom secondo cui Bluewin non presenta alcun deficit strutturale.

Dopo aver esaminato per intero la disposizione della COMCO, Swisscom presenterà reclamo presso la Commissione di ricorso.

Berna, 18 dicembre 2003

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com