Meta-navigazione

Comunicato stampa

Forte concorrenza e pressione sui prezzi - Swisscom riduce le previsioni per il 2005

12 maggio 2005

Il fatturato netto del Gruppo Swisscom è diminuito dell'1,7% rispetto all'anno precedente, attestandosi sui 2,45 miliardi di CHF. Non è stato possibile compensare interamente la flessione del fatturato mediante misure di contenimento dei costi e il risultato d'esercizio al lordo di interessi, imposte e ammortamenti (EBITDA) è diminuito del 2,7% raggiungendo quota 1,09 miliardi di CHF. Grazie a minori ammortamenti e a un maggiore risultato finanziario netto, l'utile netto è invece aumentato del 6,6% dopo la detrazione delle quote di minoranza, raggiungendo i 613 milioni di CHF. Per effetto del programma di riacquisto di azioni del 2004 la crescita dell'utile netto per azione è risultata maggiore (8,46 CHF), con un incremento del 14,8%. Come già annunciato, anche nel 2005 Swisscom lancerà un programma di riacquisto di azioni per l'ammontare di 2 miliardi di CHF. Per il 2005 Swisscom prevede una diminuzione del fatturato a circa 9,6 miliardi di CHF e dell'EBITDA a circa 4,1 miliardi di CHF, soprattutto in seguito alla forte concorrenza e alla pressione sui prezzi nei settori Mobile e Fixnet.

 

1.1.-31.3.2004

1.1.-31.3.2005

 Variazione

Fatturato netto (in milioni di CHF)

 2488

 2445

 -1,7%

EBITDA (in milioni di CHF)

 1122

 1092

 -2,7%

EBIT (in milioni di CHF)

 730

 735

 0,7%

Utile netto* (in milioni di CHF)

 575

 613

 6,6%

Equity Free Cash Flow (in milioni di CHF)

 461

 606

 31,5%

Collegamenti ADSL (al 31.3)

 596'000

 878'000

 47,3%

Numero di utenti Mobile

(al 31.3, in milioni)

 3,84

 3,98

 3,8%

Collaboratori

(posti a tempo pieno al 31.3)

 15'759

 15'397

 -2,3%

*utile netto prima della detrazione delle quote di minoranza

Il fatturato conseguito dal Gruppo Swisscom con clienti esterni è salito di 43 milioni di CHF (+1,7%) rispetto all'anno precedente, raggiungendo quota 2,45 miliardi di CHF. Il settore Fixnet ha registrato una flessione del fatturato di 34 milioni di CHF (- 2,9%). L'incremento delle tasse di collegamento come conseguenza dell'aumento dei numeri di collegamenti ADSL è stato ampiamente compensato dalla flessione del fatturato relativa al traffico. Mobile ha registrato un incremento del fatturato di 13 milioni di CHF (+1,5%) dovuto soprattutto all'aumento del numero dei clienti.  Il segmento Solutions a causa dell'inarrestabile pressione sui prezzi e della forte concorrenza ha registrato una flessione del fatturato di 35 milioni di CHF (- 11,1%). Il settore Altri ha visto incrementare il fatturato di 15 milioni di CHF (+13,3%) grazie ai maggiori ricavi conseguiti da Swisscom IT Services.

 

Nonostante le misure di contenimento dei costi intraprese, non è stato possibile ridurre i costi d'esercizio in maniera proporzionale alla flessione del fatturato.  Per questo motivo l'EBITDA è diminuito di 30 milioni di CHF raggiungendo una quota di 1,09 miliardi di CHF. Il risultato finanziario netto è aumentato di 23 milioni di CHF, soprattutto perché rispetto all'esercizio precedente è stato possibile conseguire un miglior risultato al netto degli interessi e maggiori profitti dalla vendita di partecipazioni. Con 147 milioni di CHF (anno precedente: 145 milioni di CHF), le imposte sui redditi sono rimaste pressoché ai livelli dell'anno precedente.

L'utile netto, prima della detrazione delle quote di minoranza, è aumentato rispetto all'anno precedente di 38 milioni di CHF (+6,6%) portandosi a 613 milioni di CHF. La flessione dell'EBITDA è stata ampiamente compensata da minori ammortamenti, da un miglior risultato finanziario netto e dalla mancanza di perdite dovute al settore dismesso (debitel). A causa di una nuova prescrizione per la presentazione dei conti, l'utile netto viene ora indicato prima della detrazione delle quote degli azionisti di minoranza nelle società del Gruppo interamente consolidate. Dopo la detrazione delle quote di minoranza l'utile netto ammonta a 520 milioni di CHF (anno precedente: 488 milioni di CHF). In seguito al programma di riacquisto di azioni 2004 e al calo del numero medio di azioni da esso risultante (secondo IFRS), l'utile netto per singola azione è aumentato del 14,8% attestandosi a CHF 8.46.

Come già annunciato, anche nell'anno in corso Swisscom lancerà un programma di riacquisto di azioni per 2 miliardi di CHF mediante una seconda linea di negoziazione. Il lancio è previsto entro il 23 maggio 2005.

 

Cambio al vertice di Swisscom IT Services SA

 

Michael Shipton (nato nel 1956), Chief Strategy Officer di Swisscom SA, sarà il nuovo CEO di Swisscom IT Services SA e manterrà nel contempo la sua carica di membro della direzione del Gruppo Swisscom. Michael Shipton subentrerà a Urs Stahlberger (1946), che andrà in pensione alla fine del 2005. Il passaggio delle consegne avverrà durante l'anno in corso. Sempre nel 2005, verrà pure presa una decisione in merito alla successione di Michael Shipton.

 

Previsioni ridotte per il 2005

Nell'esercizio 2005 Swisscom prevede una riduzione del fatturato a circa 9,6 miliardi di CHF, a causa dell'aspra concorrenza e delle riduzioni dei prezzi di Mobile e Fixnet, e un risultato d'esercizio al lordo di interessi, imposte e ammortamenti (EBITDA) di circa 4,1 miliardi di CHF. La flessione di fatturato e EBITDA rispetto all'anno precedente di circa 0,4 miliardi di CHF risp. 0,3 miliardi di CHF è dovuta soprattutto al minor traffico di Fixnet e Mobile, alle annunciate riduzioni dei prezzi di Mobile (in particolare terminazione) e al trasferimento delle attività relative agli International Carrier Services, previsto per metà anno, alla joint venture con Belcacom. Gli investimenti del Gruppo Swisscom si aggireranno nuovamente intorno a 1,2 miliardi di CHF.

 

Rapporto relativo ai singoli segmenti

Il fatturato conseguito dal segmento Fixnet con clienti esterni è diminuito del 2,9% rispetto all'anno precedente, raggiungendo quota 1'119 milioni di CHF. A fronte di un incremento relativo alle tasse di collegamenti, dovuto alla crescita sostenuta dei collegamenti a banda larga (ADSL), si è registrato un calo del traffico telefonico Retail e Wholesale.

Il fatturato relativo al traffico Retail è sceso a 294 milioni di CHF, con un calo del 12,0% (40 milioni di CHF). La diminuzione del traffico dell'area locale e discosta e di quello internet è una conseguenza della crescente migrazione del traffico internet su linee ADSL. Questa flessione è dovuta inoltre all'ingresso sul mercato di società fornitrici di servizi TV via cavo e all'introduzione di nuovi sistemi di prezzi. Il fatturato relativo al traffico fix-to-mobile e internazionale è diminuito a causa della contrazione del volume determinato dalla concorrenza.

Il fatturato relativo al traffico Wholesale è sceso a 148 milioni di CHF, con un calo dell'11,9%. Il maggior fatturato relativo al traffico internazionale Wholesale, dovuto ad un incremento del volume, è stato ampiamente compensato dalla riduzione del traffico nazionale Wholesale. La contrazione del traffico nazionale Wholesale è stata determinata dal trasferimento del traffico internet sulle linee ADSL e dalla riduzione delle tariffe d'interconnessione.

Il fatturato generato dalle tasse di collegamento è aumentato del 6,1%, attestandosi a 487 milioni di CHF, grazie alla crescita del numero di allacciamenti a banda larga (ADSL), che rispetto all'anno precedente è salito del 47,3% toccando quota 878'000 unità. Di questi, 550'000 sono intestati a clienti Retail di Bluewin e 328'000 a clienti di altri provider. La voce Tasse di collegamento comprende le tasse per i collegamenti analogici e digitali, quelli a banda larga (ADSL) di clienti Retail e Wholesale, nonché i canoni d'abbonamento internet. Il calo del fatturato degli altri segmenti è dovuto alla riduzione dei fatturati dei segmenti Mobile e Solutions.

I costi d'esercizio del segmento Fixnet sono scesi a 859 milioni di CHF, registrando un calo dell'1,3% rispetto al 2003. A fronte delle minori spese conseguenti al minor fatturato e del contenimento dei costi, si sono registrate maggiori spese per la riduzione dei posti di lavoro. I costi per la soppressione di posti di lavoro sono ammontati a 17 milioni di CHF (anno precedente: 3 milioni di CHF). L'EBITDA del segmento Fixnet è sceso a 519 milioni di CHF con un calo del 9,7%. Non è stato possibile compensare il minor fatturato con corrispondenti riduzioni dei costi.

Il fatturato conseguito dal segmento Mobile con clienti esterni è salito a 901 milioni di CHF, pari a un incremento dell'1,5% rispetto all'anno precedente. Il calo dei fatturati conseguiti con gli altri segmenti ha determinato una riduzione del fatturato netto del 3,0%. Il numero dei clienti è aumentato di 145'000 unità (+ 3,8%) rispetto all'anno precedente, attestandosi a 3,98 milioni di unità. La crescita è imputabile soprattutto alla maggiore penetrazione sul mercato di Mobile e al churn management orientato ai valori. Rispetto all'anno precedente, occorre rilevare che i clienti Prepaid in seguito ad una nuova norma di legge devono registrarsi presso i gestori di rete. Di conseguenza alla fine del 2004 sono stati disattivati circa 124'000 collegamenti di clienti non registrati. Tali clienti non sono più inclusi nel numero di utenti effettivi.

Nel settore Connectivity Voice, la cifra d'affari è salita a 551 milioni di CHF (+ 1,5%), in particolare in seguito all'estensione della base di clienti e all'outbound roaming. Il fatturato nel settore Connectivity Data e Value Added Services è aumentato del 16,8% rispetto all'anno precedente, raggiungendo 146 milioni di CHF. La crescita è imputabile soprattutto al maggior numero di clienti e all'introduzione di nuovi servizi dati. Il fatturato relativo al segmento Altri è diminuito del 27,7%, ovvero di 13 milioni di CHF, in seguito alla riduzione del numero dei terminali dei clienti. Il fatturato realizzato con altri segmenti è diminuito di 45 milioni di CHF, ovvero del 24,5%, soprattutto in seguito alle minori forniture di apparecchi terminali a Fixnet da vendere negli Swisscom Shop.

Il numero medio di minuti fatturati al mese per cliente (AMPU) è diminuito da 116 a 112 minuti a causa della minore propensione al consumo dei clienti. Parallelamente è pure diminuito il fatturato mensile medio per cliente (ARPU). Anche in seguito a questa tendenza, Swisscom Mobile la scorsa settimana ha annunciato delle importanti riduzioni dei prezzi. Dal 1° giugno 2005 l'impresa lancerà un nuovo abbonamento con il quale ogni chiamata costerà soltanto 50 centesimi e ridurrà contemporaneamente le tasse di terminazione del 40%. La diminuzione del numero di SMS è dovuta ad una promozione di marzo 2004, grazie alla quale con un importo forfetario di 5 CHF i clienti potevano inviare un numero illimitato di SMS in Svizzera.  Escludendo questa promozione, il numero degli SMS inviati risulta leggermente superiore a quello dell'anno precedente.

I costi d'esercizio di Mobile sono diminuiti del 10,0%, raggiungendo i 531 milioni di CHF. Tale riduzione è dovuta ai minori costi per l'acquisizione e la fidelizzazione dei clienti, alle minori uscite per l'acquisto di terminali e alle misure di contenimento dei costi. In seguito a questi effetti il risultato d'esercizio (EBITDA) è aumentato del 5,6% attestandosi a 509 milioni di CHF. Il margine EBITDA è aumentato dal 45,0 al 48,9%.

Il 1° gennaio 2005 Swisscom Enterprise si è fusa con Swisscom Systems e viene ora indicata nel presente comunicato come segmento Solutions. Il fatturato del segmento con clienti esterni ha subìto una flessione dell'11,1% rispetto al periodo precedente, attestandosi a 281 milioni di CHF. La cifra d'affari nel settore del traffico è scesa a 66 milioni di CHF (- 17,5%). Questo calo è stato provocato dalla diminuzione dei volumi in seguito al passaggio alla telefonia mobile e dai prezzi più bassi causati dalla persistente pressione concorrenziale. Nel settore delle linee noleggiate il fatturato è calato del 16,7%, stabilizzandosi a 40 milioni di CHF, in seguito alla sostituzione e all'ottimizzazione dei servizi tradizionali mediante offerte basate su internet (IP) con prezzi inferiori. La riduzione del fatturato realizzato dal segmento Altri a 15 milioni di CHF (- 31,8%) è dovuto essenzialmente dal minor fatturato conseguito con il noleggio di impianti di commutazione per utenti.

I costi d'esercizio sono scesi del 7,3% prevalentemente a causa della flessione del volume degli acquisti conseguente al minor fatturato, nonché delle minori spese per il personale dovute alla riduzione dell'organico. L'EBITDA è sceso a 23 milioni di CHF con un calo del 41,0% poiché non è stato possibile compensare interamente la riduzione del fatturato con il contenimento dei costi. Il margine EBITDA si è attestato al 7,3% (anno precedente: 11,0%).

Il settore Altri comprende le seguenti società del Gruppo: Swisscom IT Services SA, Swisscom Broadcast SA, le due società Billag e il Gruppo Swisscom Eurospot. Il fatturato conseguito con i clienti esterni è aumentato del 13,3% rispetto all'anno precedente attestandosi a 128 milioni di CHF ed è dovuto al maggior fatturato conseguito con i servizi nel settore outsourcing informatico di Swisscom IT Services.

I costi d'esercizio sono aumentati del 2,5% rispetto all'anno precedente attestandosi sui 207 milioni di CHF. L'EBITDA è aumentato del 5,4%, raggiungendo i 39 milioni di CHF, poiché il fatturato è cresciuto maggiormente rispetto alle spese d'esercizio. Il margine EBITDA si è attestato al 15,9% (anno precedente: 15,5%).

 

Il rapporto finanziario dettagliato può essere consultato in internet:

 

http://www.swisscom.com/q1-report-2005

Berna, 12 maggio 2005

 

Cautionary statement regarding forward-looking statements

 

This communication contains statements that constitute "forward-looking statements". In this communication, such forward-looking statements include, without limitation, statements relating to our financial condition, results of operations and business and certain of our strategic plans and objectives.Because these forward-looking statements are subject to risks and uncertainties, actual future results may differ materially from those expressed in or implied by the statements. Many of these risks and uncertainties relate to factors which are beyond Swisscom's ability to control or estimate precisely, such as future market conditions, currency fluctuations, the behavior of other market participants, the actions of governmental regulators and other risk factors detailed in Swisscom's past and future filings and reports filed with the SWX Swiss Exchange and the U.S. Securities and Exchange Commission and posted on our websites. Readers are cautioned not to put undue reliance on forward-looking statements, which speak only of the date of this communication. Swisscom disclaims any intention or obligation to update and revise any forward-looking statements, whether as a result of new information, future events or otherwise.

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com