Meta-navigazione

Comunicato stampa

Swisscom esamina il progetto di consultazione relativo alla cessione della maggioranza azionaria della Confederazione

25 gennaio 2006

Oggi il Consiglio federale ha pubblicato il progetto di consultazione relativo alla cessione della maggioranza azionaria che la Confederazione detiene in Swisscom. L'azienda di telecomunicazioni esaminerà nei dettagli il progetto con le misure di accompagnamento e prenderà posizione in merito. Swisscom valuta tale progetto in modo essenzialmente positivo e auspica un chiarimento della questione politica in tempi brevi. La cessione della maggioranza azionaria della Confederazione aumenterebbe il margine d'azione strategico-imprenditoriale della società, che opera in un contesto internazionale in rapida evoluzione.

Swisscom analizzerà nei dettagli il progetto di consultazione pubblicato oggi dal Consiglio federale, in particolare le misure di accompagnamento ivi contenute e quelle messe in discussione. Il Consiglio d'amministrazione di Swisscom ha definito quali criteri di valutazione i seguenti sette interessi aziendali ritenuti d'importanza fondamentale: rendimento a lungo termine per gli azionisti (Total Shareholder Return su 10 anni), soddisfazione della clientela, competitività, forza innovativa, flessibilità imprenditoriale, capacità di effettuare acquisizioni e stringere alleanze e ruolo di datore di lavoro ambito.

 

Parità di trattamento degli azionisti - nessuna separazione di reti e servizi

Swisscom ha già preso posizione in merito a due possibili misure accompagnatorie: se venisse meno la maggioranza azionaria detenuta dalla Confederazione in Swisscom, la quota di partecipazione e i diritti, intesi come diritti azionari, dovrebbero coincidere. In altre parole, alla Confederazione non dovrebbero essere riservati diritti speciali rispetto agli altri azionisti.

Swisscom è inoltre chiaramente contraria alla separazione di reti e servizi di Swisscom, ad esempio attraverso l'istituzione di una speciale società di rete, in quanto la tendenza che si delinea nel settore va nella direzione opposta. Assistiamo infatti a una crescente convergenza tra le reti di comunicazione mobile e di telefonia fissa come pure tra i relativi servizi e terminali, per cui ai clienti vengono offerte sempre più spesso soluzioni globali da un'unica fonte. Una dissociazione delle attività non sarebbe assolutamente attuabile, poiché comporterebbe un netto svantaggio per Swisscom nei confronti dei concorrenti e un'erosione di valore per gli azionisti.

Kontakt

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com