Meta-navigazione

Comunicato stampa

Swisscom mira all'acquisizione di Fastweb, il fornitore di servizi a banda larga coronato dal successo in Italia

Berna, 12 marzo 2007

Oggi Swisscom ha proposto al Consiglio di amministrazione di Fastweb un'offerta pubblica d'acquisto amichevole in contanti con l'intenzione di acquisire il 100% del capitale azionario di Fastweb, il secondo operatore di rete fissa in Italia e leader nell'ambito dei servizi basati su IP. Swisscom vuole offrire a tutti gli azionisti di Fastweb 47 EUR per azione, per un totale di 3,7 miliardi di EUR (6 miliardi di Frs.) al massimo. Prima di sottoporre la propria offerta, Swisscom ha eseguito, con l'approvazione del Consiglio di amministrazione di Fastweb, una valutazione confirmatoria dell'azienda (confirmatory due diligence). Swisscom prevede una partecipazione a lungo termine e di poter consolidare la posizione di Fastweb nei confronti della concorrenza grazie a una rete dell'ultima generazione e a offerte innovative in Italia.

L'Italia è uno dei mercati a banda larga più attrattivi dell'Europa e presenta un potenziale di crescita molto elevato per i prossimi anni. Con oltre un milione di clienti, Fastweb è la più importante azienda di telecomunicazioni nel settore della banda larga in Italia. Nel 2006, l'azienda ha generato un fatturato di 1,26 miliardi di EUR (2,04 miliardi di Frs.) e un EBITDA di 424,6 milioni di EUR (691 milioni di Frs.). Essa eroga in oltre 130 città servizi innovativi per telefonia, internet e televisione tramite reti a banda larga all'avanguardia basate integralmente sul protocollo internet.

Per Swisscom la transazione è una mossa logica verso l'attuazione della propria strategia aziendale. Con le nuove attività Swisscom intende perseguire una crescita nel core business e quindi aumentare il valore dell'azienda. L'acquisizione rafforza Swisscom nei seguenti ambiti:

  • nel settore delle nuove tecnologie, determinanti per l'ulteriore sviluppo dell'infrastruttura di Swisscom, Fastweb detiene un vantaggio di 3-5 anni;
  • Fastweb sopravanza il settore con un ampio bagaglio di esperienze anche nel ramo d'importanza strategica delle applicazioni multimediali basate sulla banda larga, p. es. offrendo IPTV ai propri clienti già dal 2001;
  • attraverso la prevista acquisizione di Fastweb, nei prossimi anni Swisscom potrà aumentare sensibilmente il proprio cash flow. Fastweb è una società in forte crescita con un free cash flow in continuo rialzo. Grazie alla transazione, Swisscom prevede un incremento del fatturato e dell'EBITDA di circa un quinto nonché un'ulteriore espansione negli anni successivi. Fastweb potrà quindi fornire a breve termine un importante contributo al risultato aziendale di Swisscom.

 

Collaborazione con un management di successo - Fastweb rimane Fastweb

Fastweb è una società molto innovativa che nel 2001 ha lanciato per prima su scala mondiale servizi televisivi, vocali e a banda larga interamente basati su IP. Da questa transazione Swisscom si attende quindi importanti sinergie. Molto preziose saranno ad esempio le esperienze di Fastweb nella gestione di una rete a banda larga dell'ultima generazione basata completamente su IP, nell'ampliamento e nella commercializzazione di reti a fibre ottiche nonché nello sviluppo e nel marketing di servizi multimediali basati sulla banda larga. Per contro, Swisscom appoggerà l'intenzione di Fastweb di operare in Italia come gestore di telefonia mobile virtuale senza un'infrastruttura di rete propria (MVNO).

In qualità di partner strategico lungimirante, Swisscom investe in Fastweb con l'obiettivo dichiarato di incrementare ulteriormente gli attuali vantaggi rispetto alla concorrenza e la superiorità a livello tecnologico di Fastweb nonché di ampliare la gamma di offerte. Le attività operative di Fastweb vengono proseguite autonomamente. Swisscom intende continuare a collaborare con il management competente di Fastweb. Anche il marchio Fastweb, che in Italia detiene un'ottima posizione, sarà mantenuto. Per quanto riguarda la presenza sul mercato di Swisscom e di Fastweb non ci saranno quindi cambiamenti.

 

Svolgimento della transazione

Swisscom intende sottoporre un'offerta pubblica d'acquisto in contanti per acquisire il 100% del capitale azionario di Fastweb. L'offerta ammonta a 47 EUR per azione, per un totale di 3,7 miliardi di EUR al massimo e presuppone tra l'altro che Swisscom rilevi almeno il 50% del capitale azionario più 1 azione.

Swisscom prevede di depositare il prospetto per l'offerta di rilevamento presso la Consob, l'autorità di regolamentazione competente per il mercato dei titoli italiano. Swisscom spera che il Consiglio di amministrazione di Fastweb raccomandi ai propri azionisti di accettare l'offerta.

 

Pagamento del prezzo d'acquisto mediante capitale di terzi e vendita di azioni proprie

Swisscom finanzierà la transazione che comprende un eventuale rifinanziamento dei debiti correnti di Fastweb per circa 1,1 miliardi di EUR (di 1,78 miliardi di Frs.), a seconda dell'ammontare dell'offerta di rilevamento accettata, con la vendita di al massimo 4,9 milioni di azioni proprie (treasury shares) che l'azienda aveva acquistato nel 2006 nell'ambito di un programma di riacquisto di azioni. Dopo la conclusione della transazione, Swisscom adegua la sua politica di distribuzione: eccezion fatta per un riacquisto straordinario di 500 milioni di Frs. nel 2008, la società non riacquisterà più azioni, ma modificherà la sua attuale politica di distribuzione (riacquisti di azioni più dividendi) in una semplice politica dei dividendi. Il dividendo annuale ammonterà sempre a circa la metà dell'utile netto e garantirà così un rendimento attrattivo agli azionisti di Swisscom.

 

Focalizzazione sul mercato nazionale rafforzato dalla crescita all'estero

Swisscom continuerà pure in futuro a focalizzare le sue attività sul mercato interno. Anche dopo l'avvenuta acquisizione di Fastweb, la società disporrà ancora di un sufficiente margine finanziario per poter affrontare le sfide nell'ambito del dinamico core business in Svizzera, in particolare in materia di garanzia del servizio universale su tutto il territorio nazionale e di ampliamento delle reti a banda larga. Swisscom punta sempre sul mercato interno, ma con la sua presenza sul mercato italiano estremamente attrattivo conseguirà un'ulteriore crescita. La prevista acquisizione procurerà quindi gli stessi vantaggi a tutti gli azionisti, i clienti e i collaboratori di Swisscom.

 

Fastweb in breve

Fastweb, con sede principale a Milano, è il secondo operatore di rete fissa in Italia ed è il principale fornitore di servizi basati su IP. L'azienda è stata fondata nel 1999 come fornitore di servizi a banda larga alternativo per la città di Milano. È stato il primo operatore al mondo a proporre un'offerta integrata per voce, dati e video basata sul protocollo internet. Fastweb conta oltre 3'224 collaboratori (stato: dicembre 2006) e nel 2006 ha realizzato un fatturato di 1,26 miliardi di EUR (2'041 milioni di Frs.) e un risultato d'esercizio (EBITDA) di 424,6 milioni di EUR (688 milioni di Frs.).

 

Swisscom in breve

Con un fatturato di 7,2 miliardi di Frs. registrato nei primi tre trimestri del 2006 e circa 16'875 posti a tempo pieno, il Gruppo Swisscom è l'azienda leader in Svizzera nel settore delle telecomunicazioni. In tutta la Svizzera Swisscom è presente con servizi e prodotti per la comunicazione di dati e la comunicazione vocale mobile, fissa e basata su IP.

Contatto

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com