Meta-navigazione

Comunicato stampa

Swisscom si ritira dalla borsa di New York

Berna, 06 luglio 2007

Come altre rinomate aziende svizzere, anche Swisscom intende procedere al delisting delle proprie azioni e American Depositary Shares, rappresentate da American Depositary Receipts (ADR), dalla New York Stock Exchange (NYSE) e alla deregistrazione della società presso la U.S. Securities and Exchange Commission (SEC). Tale decisione è imputabile soprattutto all'esiguo volume degli scambi negli Stati Uniti, all'onere amministrativo relativamente elevato e alla procedura di deregistrazione recentemente semplificata dalla SEC. Il ritiro avverrà ancora nel corso del 2007.

Affinché sia possibile procedere al delisting, è necessario trasferire l'attuale programma ADR in USD dal Level 3 al Level 1 per il commercio fuori borsa (OTC). I titolari di ADR possono tenere le proprie quote oppure convertirle in azioni ordinarie di Swisscom SA in CHF. Swisscom manterrà la sua quotazione alla SWX Swiss Exchange di Zurigo con negoziazione alla borsa virt-x di Londra.

Dopo la modifica del programma, Swisscom prevede di depositare presso la SEC il Modello 15F, ovvero la richiesta di deregistrazione di titoli ai sensi della legge statunitense sulle borse. In seguito il full telecom provider svizzero non sarà quindi più tenuto a eseguire la rendicontazione finanziaria conformemente alla legge statunitense sulle borse e sarà esonerato dall'osservanza delle disposizioni del Sarbanes-Oxley Act. Swisscom continuerà per contro a pubblicare in lingua inglese sul suo sito web le informazioni previste dalla norma 12g3-2(b) dell'US Securities Exchange Act.

 

Esiguo volume di scambi a fronte di un elevato onere amministrativo

Mario Rossi, CFO del Gruppo Swisscom, spiega i motivi alla base di questa decisione: "Il volume delle contrattazioni con i titoli Swisscom negli Stati Uniti è scarso rispetto a quello della borsa virt-x di Londra; la media annua è inferiore al 3%. Inoltre, nonostante questo cambiamento, anche in futuro sarà possibile coinvolgere determinati investitori americani nell'ambito di collocamenti privati."

La SEC ha recentemente semplificato la procedura di deregistrazione, decretando l'esonero dagli obblighi di rendicontazione finanziaria conformemente alla legge statunitense sulle borse. Swisscom ha pertanto deciso di procedere al delisting dalla NYSE, alla conversione del programma ADR e alla deregistrazione presso la SEC. In tal modo l'operatore non deve più far fronte all'elevato onere amministrativo né ad altri costi occasionati dalla quotazione alla borsa americana. L'azienda vuole mantenere l'elevato livello di corporate governance e la trasparenza nei confronti degli azionisti, considerato che ciò è possibile nonostante il delisting ed è peraltro già garantito in virtù delle disposizioni di diritto borsistico alle quali Swisscom deve già sottostare.

Swisscom prevede di comunicare le esatte scadenze e ulteriori dettagli l'8 agosto 2007 in concomitanza con la pubblicazione del risultato d'esercizio semestrale.

Contatto

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com