Meta-navigazione

Comunicato stampa

Verso il futuro in fibra ottica con "fibre suisse"

Berna, 09 dicembre 2008

Swisscom costruisce la rete a banda larga in fibra ottica del futuro. Dopo l'allacciamento alla fibra ottica di interi quartieri e delle grandi aziende, ora è la volta dei clienti privati e delle PMI: iniziando da Zurigo, Basilea e Ginevra, entro la fine del 2009 saranno collegate alla fibra ottica già 100'000 economie domestiche. Secondo i piani, nel corso del prossimo anno la rete destinata alle unità abitative sarà estesa alle città di San Gallo, Berna, Friburgo e Losanna. Le prime offerte per i clienti privati e le PMI saranno lanciate nel primo semestre del 2009. Nei prossimi anni Swisscom prevede di investire complessivamente circa 8 miliardi di CHF nell'infrastruttura svizzera di telecomunicazione e IT, circa il 35% dei quali nel potenziamento della rete in fibra ottica.

Nella realizzazione di reti di telecomunicazione, Swisscom può attingere a circa 150 anni di esperienza. Grazie alle conoscenze acquisite e alla concorrenza con i gestori di reti di telefonia mobile e via cavo, oggi la Svizzera dispone di un'infrastruttura di telecomunicazione fra le migliori al mondo in fatto di efficienza. Per mantenere anche in futuro la posizione di punta nella comunicazione a banda larga, nell'ottobre 2008 Swisscom ha iniziato a estendere la propria rete in fibra ottica ai clienti privati e alle PMI. L'infrastruttura esistente supporta tale potenziamento poiché Swisscom dispone già di una fitta rete altamente efficiente grazie agli investimenti nella rete di base realizzata in fibra ottica (backbone) e all'estensione delle fibre ottiche fin nei quartieri abitativi per consentire la diffusione di VDSL.

 

12'500 immobili commerciali sono già allacciati

Da oltre un decennio Swisscom collega in rete le grandi aziende con le fibre ottiche. Circa un terzo dei clienti commerciali usufruisce già dei servizi a banda larga attraverso la rete ad alta velocità e in Svizzera sono complessivamente 12'500 gli edifici commerciali connessi direttamente a Swisscom tramite fibre ottiche. E l'interesse per le reti in fibra ottica è in forte crescita: nell'arco di un anno il numero dei clienti di Swisscom allacciati alla fibra ottica è aumentato del 40 percento.

L'esigenza di nuove applicazioni aziendali, quali ad esempio Voice over IP (VoIP), Unified Communications e servizi di videoconferenza, richiede capacità di rete sempre maggiori e induce un numero crescente di grandi aziende a passare dalla rete in rame a quella in fibra ottica, più efficiente.

 

I clienti beneficiano della concorrenza esistente tra le diverse reti

Già a fine luglio Swisscom aveva invitato potenziali partner del settore delle telecomunicazioni, delle reti via cavo e dell'elettricità a costruire insieme la rete in fibra ottica. Grazie alla partecipazione di più partner, si aspira a realizzare tale rete in modo più rapido e conveniente. La collaborazione genera inoltre una concorrenza tra le diverse reti che favorisce gli investimenti e le innovazioni, procurando i vantaggi maggiori ai clienti e ai proprietari di case.

Affinché gli eventuali partner di cooperazione possano ampliare la propria infrastruttura in fibra ottica anche dopo l'inizio dei lavori, Swisscom posa in tutte le zone più fibre per abitazione. Una di esse sarà utilizzata da Swisscom, mentre le altre saranno a disposizione dei partner. Con il modello a più fibre si impedisce che in Svizzera nasca un nuovo monopolio delle reti. Tale modello tiene inoltre conto delle richieste espresse dai concorrenti, nel quadro della LTC, in relazione a un accesso completo ai cavi in rame.

 

Nella rete in fibra ottica la tecnica è la base della libera concorrenza

In Svizzera i servizi di telecomunicazione vengono offerti già oggi attraverso diverse reti. Accanto a Swisscom, anche i gestori di reti via cavo, le aziende elettriche e le ferrovie operano in qualità di fornitori. I gestori di rete che possiedono una propria infrastruttura possono ricorrere a diverse tecnologie per sviluppare e offrire i loro servizi. La scelta delle tecnologie impiegate determina in larga misura i servizi e la qualità della rete del futuro. I gestori di rete potranno differenziarsi sul mercato a livello di servizio, qualità e innovazione tecnologica soltanto se sorvegliano e gestiscono l'intera rete - dalle centrali fino all'apparecchio del cliente finale.

La posa di più fibre ottiche per abitazione comporta un aumento marginale degli investimenti, ma in compenso permette di garantire la competizione sul piano tecnologico e dei servizi. Non sarebbe ragionevole limitarsi a una sola fibra ottica per abitazione, poiché ciò pregiudicherebbe la dinamica del mercato e l'innovazione tecnologica nell'industria delle telecomunicazioni per i prossimi 30-50 anni.

 

Modelli di cooperazione per ogni esigenza

Swisscom offre ai partner interessati quattro diversi modelli di cooperazione per partecipare alla costruzione e alla gestione della rete in fibra ottica, evitare doppioni durante la realizzazione, ridurre i costi e accelerare i tempi di introduzione delle reti a banda larga in Svizzera.

  • Partnership a livello di costruzione: questo modello di cooperazione si rivolge in particolare ai partner con proprie canalizzazioni, tra cui aziende elettriche e gestori di reti via cavo. La costruzione della rete in fibra ottica in una determinata area, ad esempio un quartiere o un'intera città, viene affidata a uno dei partner. Si procede alla posa di più fibre ottiche in modo tale che a opera ultimata gli altri partner di cooperazione ne ricevano una. Se tutti i partner si occupano dell'allacciamento di aree delle stesse dimensioni con reciproco scambio delle fibre, non è necessario effettuare pagamenti compensativi.
  • Partnership a livello di investimenti: questa collaborazione è interessante per i partner senza condotte per cavi proprie. I partner finanziamo il potenziamento in maniera congiunta. Un partner costruisce l'intera rete e concede all'investitore un diritto d'uso sulle fibre posate.
  • Noleggio di singole fibre ottiche: il noleggio di singole fibre ottiche da parte di partner che non intendono investire nel potenziamento della rete, ma desiderano determinare personalmente il livello della tecnica per la gestione della rete in fibra ottica.
  • Noleggio di servizi di trasmissione: analogamente alla soluzione già affermata da anni sul mercato nel settore della tecnologia DSL a banda larga, Swisscom propone anche offerte di rivendita per Internet Service Provider che non vogliono investire in un'infrastruttura propria. Questi fornitori possono utilizzare sia le fibre ottiche sia la tecnologia di rete sovraordinata di Swisscom.

 

Lancio dell'offerta di rivendita nel marzo 2009

All'inizio di novembre Swisscom ha sottoposto la propria offerta di rivendita a tutti gli Internet Service Provider. L'offerta, che si fonda su principi non discriminatori ed equi, nella prima fase comprenderà larghezze di banda da 30 a 50 megabit al secondo per il download (ricezione di dati) e fino a 10 megabit al secondo per l'upload (invio di dati).

Durante la fase pilota, che prenderà avvio a inizio marzo e diventerà operativa a livello commerciale nell'autunno 2009, l'offerta sarà circoscritta alle aree di Zurigo, Basilea e Ginevra già servite dalla fibra ottica. Nell'ambito della collaborazione, i partner verificano l'attuazione tecnica e l'indice di gradimento riscontrato sul mercato per le singole offerte. Gli Internet Service Provider, tra cui figurano VTX, green, netstream e init7, sono liberi di impostare a piacimento le proprie offerte per i clienti finali e di rivendita.

 

Offerte per i clienti privati dal 2009

Con il potenziamento della rete a fibra ottica viene innanzitutto predisposta l'infrastruttura necessaria per i prodotti e le offerte da proporre in futuro ai clienti privati nonché alle piccole e medie imprese. Tali offerte saranno presumibilmente lanciate sul mercato nel primo semestre del 2009.

Contatto

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com