Meta-navigazione

Comunicato stampa

Clienti in netto aumento, fatturato in lieve calo a causa delle valute e rialzo dell'utile netto grazie a effetti straordinari

Berna, 04 maggio 2011

Nel primo trimestre del 2011 il fatturato netto di Swisscom è sceso del 3,1% a 2'862 milioni di CHF, mentre il risultato d'esercizio (EBITDA) è salito del 6,4% a 1'126 milioni di CHF. Sulla base di valute costanti e al netto dell'accantonamento effettuato l'anno prima per una procedura relativa all'imposta sul valore aggiunto che riguarda Fastweb, il fatturato e l'EBITDA sono diminuiti rispettivamente dello 0,6% e dell'1,4%. Malgrado la crescita del numero di clienti, il fatturato netto dell'affiliata italiana Fastweb è calato nella valuta locale del 5,8% a 435 milioni di euro. La cifra d'affari di Swisscom senza Fastweb è invece cresciuta dello 0,8% attestandosi a 2'303 milioni di CHF. L'erosione dei prezzi nel core business in Svizzera, pari a 141 milioni di CHF, è stata quasi compensata dai 133 milioni di CHF ottenuti con l'aumento del numero dei clienti e del volume. L'incremento dell'utile netto a 474 milioni di CHF, pari a una crescita del 25,7%, è dovuto soprattutto all'accantonamento effettuato nel primo trimestre del 2010 nell'ambito della procedura relativa all'imposta sul valore aggiunto aperta nei confronti di Fastweb. Nel primo trimestre del 2011 sono stati creati oltre 100 nuovi posti a tempo pieno in Svizzera. Le previsioni finanziarie per l'esercizio 2011 rimangono invariate.

 

1.1.-31.3.2010

1.1.-31.3.2011

Variazione

Fatturato netto (in milioni di CHF)

2953

2862

-3,1%

EBITDA (in milioni di CHF)

1058

1126

6,4%

EBIT (in milioni di CHF)

557

648

16,3%

Utile netto (in milioni di CHF)

377

474

25,7%

Collegamenti a banda larga Retail
in Svizzera (al 31.3 in migliaia)

1509

1605

6,4%

 

Clienti di Swisscom TV in Svizzera
(al 31.3 in migliaia)

275

 

469
 

70,5%
 

Clienti di telefonia mobile in Svizzera
(al 31.3 in migliaia)

5650

 

5861

3,7%

Servizi di trasmissione mobile dei dati
in Svizzera (in milioni di CHF)

91

 

112

23,1%

Clienti di servizi a banda larga
in Italia (al 31.3 in migliaia)

1678

 

1733

 

3,3%

Investimenti (in milioni di CHF)

383

422

10,2%

Collaboratori del Gruppo
(posti a tempo pieno al 31.3)

19427

19664

 

1,2%

Nel primo trimestre il fatturato netto del Gruppo Swisscom è sceso di 91 milioni di CHF a 2'862 milioni di CHF, accusando un calo del 3,1%, mentre il risultato d'esercizio al lordo di ammortamenti (EBITDA) è aumentato di 68 milioni di CHF (+6,4%), raggiungendo 1'126 milioni di CHF. Sulla base di valute costanti e al netto dell'accantonamento effettuato nel primo trimestre del 2010 per la procedura relativa all'imposta sul valore aggiunto che riguarda Fastweb, la cifra d'affari e l'EBITDA sono scesi rispettivamente dello 0,6% e dell'1,4% rispetto all'anno precedente. Il fatturato netto di Fastweb è calato nella valuta locale del 5,8% a 435 milioni di euro. Per contro, la cifra d'affari netta di Swisscom senza Fastweb è cresciuta dello 0,8% attestandosi a 2'303 milioni di CHF.

L'incremento dell'utile netto a 474 milioni di CHF, pari a una crescita di 97 milioni di CHF o del 25,7%, è dovuto soprattutto al citato accantonamento effettuato l'anno precedente presso Fastweb. Gli investimenti sono aumentati di 39 milioni di CHF (+10,2%) a 422 milioni di CHF in particolare in seguito ai maggiori investimenti operati nell'infrastruttura di telecomunicazione svizzera. Rispetto alla fine del 2010 l'indebitamento netto è stato ridotto di 289 milioni di CHF a 8,56 miliardi di CHF. Nell'arco di un anno il numero dei collaboratori è cresciuto dell'1,2% raggiungendo quota 19'664 impieghi a tempo pieno. Nel primo trimestre del 2011 sono stati creati oltre 100 nuovi posti a tempo pieno in Svizzera.

 

Persistente calo dei prezzi nel mercato svizzero

Nel mercato svizzero la tendenza a optare per offerte combinate, nuovi modelli tariffari e tariffe forfettarie non si è arrestata. Sono stati fortemente ridotti soprattutto i prezzi per la terminazione nell'ambito della telefonia mobile e il roaming di dati. L'erosione dei prezzi nel core business in Svizzera, pari a 141 milioni di CHF, è stata quasi compensata dai 133 milioni di CHF ottenuti con l'aumento del numero dei clienti e del volume.

A fine marzo le offerte combinate come ad esempio Vivo Casa, che comprendono un collegamento di rete fissa con telefonia, Internet e TV, registravano già 257'000 clienti. In un anno il numero dei clienti di Swisscom TV è cresciuto del 70,5% raggiungendo le 469'000 unità. Solo nel primo trimestre del 2011 sono stati acquisiti 48'000 nuovi clienti per il servizio televisivo.

L'effettivo dei collegamenti di rete fissa liberalizzati è salito nell'arco di un anno di 78'000 unità a quota 270'000. In seguito alla liberalizzazione dell'ultimo miglio, il numero dei collegamenti a banda larga di clienti Wholesale è sceso di 79'000 unità a 214'000. Per contro, in un anno il numero dei collegamenti a banda larga per clienti finali è aumentato di 96'000 unità (+6,4%) a 1,61 milioni.

L'effettivo dei clienti di telefonia mobile in Svizzera ha registrato un incremento di 211'000 unità (+3,7%) rispetto all'anno precedente, attestandosi a quota 5,86 milioni. Nel primo trimestre Swisscom ha venduto 322'000 apparecchi di telefonia mobile, oltre la metà dei quali erano degli smartphone. La cifra d'affari relativa al traffico di dati mobile generato da clienti di Swisscom è aumentata del 23,1% rispetto all'anno precedente, salendo a 112 milioni di CHF. Di conseguenza, il netto calo dei prezzi del roaming di dati è stato più che compensato dalla crescita del volume. In seguito a riduzioni dei prezzi e all'introduzione di nuovi modelli tariffari, il fatturato medio mensile per cliente di telefonia mobile (ARPU) è sceso del 2,1% a CHF 46.

 

Minor fatturato Fastweb in seguito a concentrazione dell'offerta di prodotti e riduzioni dei prezzi

Rispetto all'anno precedente il fatturato netto di Fastweb è sceso del 5,8%, ovvero di 27 milioni di euro, a 435 milioni di euro. Nel settore della clientela privata si è proceduto a una condensazione dell'offerta di prodotti allo scopo di ridurre i costi e la perdita di crediti. I prezzi permangono inoltre sotto pressione. Di conseguenza, la cifra d'affari realizzata con i clienti privati è calata di 32 milioni di euro (-14,3%) a 191 milioni di euro. Per contro, nell'arco di un anno la base di clienti nel settore della banda larga ha registrato un aumento netto di 55'000 unità (+3,3%) raggiungendo quota 1,73 milioni. Verso la fine del primo trimestre del 2011, Fastweb ha lanciato assieme a Sky Italia una nuova offerta combinata per TV e Internet a banda larga che dovrebbe permettere di ottenere un'ulteriore crescita del numero di clienti. Il fatturato conseguito con le grandi aziende è salito del 4,9%, pari a 9 milioni di euro, e precisamente a 188 milioni di euro. Fastweb ha beneficiato in questo ambito di contratti pluriennali con l'amministrazione pubblica ed è riuscita ad acquisire come clienti altre grandi imprese del settore industriale e finanziario.

In un anno il risultato del segmento al lordo degli ammortamenti è aumentato di 50 milioni di euro, ovvero dell'87,7%, attestandosi a 107 milioni di euro. Depurato dell'accantonamento contabilizzato nel primo trimestre del 2010, tale risultato è sceso di 20 milioni di euro (-15,7%) in seguito alla condensazione dell'offerta di prodotti e alle riduzioni dei prezzi. Gli investimenti sono diminuiti di 1 milione di euro, pari all'1,0%, a 98 milioni di euro. Il 45% circa degli investimenti effettuati è direttamente correlato con la crescita del numero di clienti.

 

Previsioni finanziarie invariate

Per l'esercizio 2011 Swisscom prevede un fatturato netto di almeno 11,8 miliardi di CHF, un EBITDA di oltre 4,6 miliardi di CHF nonché investimenti al di sotto di 2,0 miliardi di CHF. Swisscom prevede che, dopo l'anno di transizione 2011 (senza crescita del fatturato, ma con un EBITDA lievemente maggiore), Fastweb registri negli anni successivi una forte crescita del fatturato e del cash flow grazie alle iniziative di commercializzazione avviate e al miglioramento dell'efficienza. Per quanto riguarda le previsioni d'investimento, non sono comprese le spese per la prevista asta delle frequenze di telefonia mobile.

La previsione è legata a incertezze relative all'andamento valutario. Per la conversione di Fastweb è stato ipotizzato un corso dell'euro pari a CHF 1.30 (anno precedente CHF 1.37). In caso di raggiungimento degli obiettivi, Swisscom proporrà per l'esercizio 2011, come previsto, un dividendo di almeno CHF 21 per azione.

 

Il rapporto di gestione dettagliato:

http://www.swisscom.ch/q1-report-2011

 

Ulteriore documentazione:

http://www.swisscom.ch/ir

 

 

Disclaimer

This communication contains statements that constitute "forward-looking statements". In this communication, such forward-looking statements include, without limitation, statements relating to our financial condition, results of operations and business and certain of our strategic plans and objectives.

Because these forward-looking statements are subject to risks and uncertainties, actual future results may differ materially from those expressed in or implied by the statements. Many of these risks and uncertainties relate to factors which are beyond Swisscom's ability to control or estimate precisely, such as future market conditions, currency fluctuations, the behaviour of other market participants, the actions of governmental regulators and other risk factors detailed in Swisscom's and Fastweb's past and future filings and reports, including those filed with the U.S. Securities and Exchange Commission and in past and future filings, press releases, reports and other information posted on Swisscom Group Companies' websites.

Readers are cautioned not to put undue reliance on forward-looking statements, which speak only of the date of this communication.

Swisscom disclaims any intention or obligation to update and revise any forward-looking statements, whether as a result of new information, future events or otherwise.

 

Contatto

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com