Meta-navigazione

Comunicato stampa

L’erosione dei prezzi e gli effetti valutari riducono il fatturato – Maggiori investimenti nelle infrastrutture svizzere – Crescita per Swisscom TV e il traffico mobile di dati – Utile netto inferiore in seguito a una rettifica di valore

Berna, 15 febbraio 2012

Nell’esercizio 2011, il fatturato netto di Swisscom ha perso il 4,3% scendendo a 11’467 milioni di CHF mentre il risultato d’esercizio (EBITDA) dello 0,3% a 4’584 milioni di CHF. Il fatturato è risultato inferiore di 250 milioni di CHF in seguito a effetti valutari. Il fatturato di Swisscom senza Fastweb è calato dell’1,1% ovvero di 100 milioni di CHF attestandosi a 9’326 milioni di CHF. L’erosione dei prezzi nell’attività principale in Svizzera, pari a circa 500 milioni di CHF, non ha potuto essere compensata dai circa 400 milioni di CHF ottenuti con l’aumento dei clienti e del volume. Nonostante la flessione del fatturato nell’attività svizzera, gli investimenti nell’infrastruttura svizzera sono aumentati del 17,2% raggiungendo 1’537 milioni di CHF. Swisscom investe fortemente nel potenziamento delle reti a banda larga in tutto il Paese al fine di continuare ad aumentare la competitività. L’organico in Svizzera ha registrato un incremento di 564 posti in seguito al potenziamento dei servizi e della rete e ad acquisizioni aziendali. Il fatturato netto dell’affiliata italiana Fastweb si è ridotto, in valuta locale, del 7,1% passando a 1’746 milioni di euro a causa dell’agguerrita concorrenza a livello dei prezzi e delle misure di recupero dei crediti arretrati. La contrazione di 1'094 milioni di CHF dell’utile netto del Gruppo, attestatosi a 694 milioni di CHF, è da ricondurre alla correzione straordinaria, già resa nota, del valore contabile di Fastweb. All’Assemblea generale sarà proposto il versamento di un dividendo ordinario di CHF 22 (anno precedente: CHF 21) per ciascuna azione. Si chiederà, inoltre, all’Assemblea di eleggere Barbara Frei nel Consiglio di Amministrazione. Per l’esercizio 2012, Swisscom prevede un fatturato netto di 11,4 miliardi di CHF, un EBITDA di 4,4 miliardi di CHF nonché investimenti per 2,2 miliardi di CHF.

 

2010

2011

Modifica

Fatturato netto (in milioni di CHF)

11‘988

11‘467

-4,3%

EBITDA (in milioni di CHF)

4‘599

4‘584

-0,3%

EBIT prima della rettifica di valore del goodwill (in milioni di CHF)

2‘627

2‘681

2,1%

EBIT (in milioni di CHF)

2‘627

1‘126

-57,1%

Utile netto prima della rettifica di valore del goodwill (in milioni di CHF)

1‘788

1‘883

5,3%

Utile netto (in milioni di CHF)

1‘788

694

-61,2%

Collegamenti a banda larga Retail in Svizzera (al 31.12 in migliaia)

1‘584

1‘661

4,9%

Collegamenti Swisscom TV in Svizzera (al 31.12 in migliaia)

421

608

44,4%

Collegamenti di telefonia mobile in Svizzera (al 31.12 in migliaia)

5‘828

6‘049

3,8%

Servizi di trasmissione mobile dei dati in Svizzera (in milioni di CHF)

435

485

11,5%

Investimenti (in milioni di CHF)

1‘903

2‘095

10,1%

Di cui investimenti in Svizzera (in milioni di CHF)

1‘311

1‘537

17,2%

Collaboratori del Gruppo (posti a tempo pieno al 31.12)

19‘547

20‘061

2,6%


Nel 2011, il fatturato netto del Gruppo Swisscom ha registrato una flessione di 521 milioni di CHF ovvero del 4,3% a 11’467 milioni di CHF e il risultato d’esercizio al lordo di ammortamenti (EBITDA) di 15 milioni di CHF ovvero dello 0,3% a 4’584 milioni di CHF. Il tasso di cambio medio CHF/euro è stato del 10,1% inferiore ai livelli dello scorso anno. Sulla base di valute costanti e al netto dell’accantonamento contabilizzato l’anno prima per una procedura relativa all’imposta sul valore aggiunto contro Fastweb, il fatturato e l’EBITDA di Swisscom hanno lasciato sul terreno rispettivamente il 2,3% e l’1,1% rispetto all’anno scorso. Il fatturato netto di Swisscom senza Fastweb si è ridotto dell’1,1% ovvero di 100 milioni di CHF a 9’326 milioni di CHF. La contrazione di 1’094 milioni di CHF dell’utile netto, ovvero del 61,2% a 694 milioni di CHF, è da ricondurre alla rettifica straordinaria, già resa nota, del valore contabile di Fastweb, che ha ridotto l’utile netto di 1,2 miliardi di CHF.

Gli investimenti in infrastrutture svizzere hanno registrato un incremento di 226 milioni di CHF ovvero del 17,2% attestandosi a complessivi 1’537 milioni di CHF. Swisscom sta ampliando le reti a banda larga in tutta la Svizzera per migliorare ulteriormente la prestazione e la qualità dei servizi per i clienti. L’organico in Svizzera ha registrato un incremento del 3,5% ovvero di 564 posti attestandosi a 16'628 in seguito al potenziamento dei servizi e della rete e ad acquisizioni di aziende.

 

Erosione dei prezzi per oltre 500 milioni di CHF sul mercato svizzero

Nel mercato svizzero si è confermata la tendenza a optare per offerte combinate e tariffe forfettarie. I prezzi per la terminazione nell’ambito della telefonia mobile e il roaming di dati sono stati ridotti notevolmente nel 2010. L’erosione dei prezzi, per complessivi 508 milioni di CHF, nell’attività principale in Svizzera, non ha invece potuto essere compensata integralmente dai 404 milioni di CHF ottenuti con l’aumento dei clienti e del volume.

 

Sei milioni di clienti di telefonia mobile – traffico mobile di dati raddoppiato nel giro di un anno

Il numero di clienti di telefonia mobile in Svizzera è cresciuto, rispetto all'esercizio precedente, di 221'000 (+ 3,8%) pari a 6 milioni. Nel primo semestre Swisscom ha venduto 1,5 milioni di apparecchi di telefonia mobile (+5,7%), di cui circa il 60% erano smartphone. In seguito alla notevole crescita delle vendite di smartphone è aumentato il sussidiamento degli apparecchi ma è anche raddoppiato il traffico mobile di dati nell’arco di un anno. Anche il numero di smartphone attivi sulla rete Swisscom ha registrato, in un anno, un forte aumento del 63% salendo a 2 milioni. Nello stesso periodo il prezzo medio per megabyte è calato di oltre il 40%. Anche i clienti in viaggio all’estero utilizzano con maggiore intensità il traffico mobile di dati: il volume del roaming mobile di dati è aumentato del 61%; il prezzo al megabyte si è ridotto del 43%. Il fatturato generato dalla trasmissione mobile di dati è cresciuto di 485 milioni di CHF, pari all’11,5% in più rispetto all’anno precedente. La riduzione dei prezzi e l’introduzione di nuovi modelli tariffari hanno determinato una diminuzione del fatturato medio mensile per cliente di telefonia mobile (ARPU) del 4,1% a CHF 47.

 

Già oltre 600’000 clienti utilizzano offerte combinate

Continuano a essere molto richieste le offerte combinate come Vivo Casa, che comprende un collegamento di rete fissa con telefonia, Internet e TV. All’inizio di agosto Swisscom ha lanciato Vivo Tutto, la prima offerta combinata a livello svizzero che include anche i collegamenti di telefonia mobile. A fine dicembre erano in totale 613’000 i clienti che fruivano di offerte pacchetto. Il numero di clienti di Swisscom TV è aumentato in un anno del 44,4% a 608’000. Nell’arco di un solo trimestre, l’ultimo del 2011, sono stati acquisiti 52’000 nuovi clienti TV.

Entro fine anno Swisscom ha segnato un aumento del numero di collegamenti a banda larga con clienti finali di 77'000, ovvero del 4,9%, portandolo a 1,66 milioni. L’effettivo dei collegamenti alla rete fissa di Swisscom utilizzati da operatori terzi è aumentato di 6'000 attestandosi a 487'000.

 

La pressione sui prezzi e le misure di recupero dei crediti arretrati riducono il fatturato di Fastweb

Il fatturato netto di Fastweb è calato del 7,1%, ovvero di 134 milioni di euro rispetto all’anno scorso, attestandosi a 1’746 milioni di euro. Nel settore della clientela privata, Fastweb ha ridotto in notevole misura la vendita di merci, quali ad esempio televisori sussidiati, e ha introdotto con successo una più rigorosa verifica della solvibilità dei nuovi clienti. I prezzi continuano a essere molto sotto pressione a causa della forte concorrenza. Il fatturato per singolo cliente della banda larga ha quindi registrato una flessione del 10%. Verso la fine del primo trimestre del 2011, Fastweb ha lanciato assieme a Sky Italia una nuova offerta combinata per TV satellitare e Internet a banda larga. Nel 2011 questa offerta ha attirato 71'000 clienti, di cui 34'000 solo nel quarto trimestre. Il fatturato con le grandi aziende, clientela wholesale esclusa, è salito dell’1,7% a 537 milioni di euro.

In un anno il risultato del segmento al lordo degli ammortamenti è aumentato di 73 milioni di euro, ovvero del 16,9%, attestandosi a 506 milioni di euro. Depurato dell’accantonamento contabilizzato nell’anno precedente, il risultato al lordo degli ammortamenti è aumentato di 3 milioni di euro ovvero dello 0,6% rispetto all’anno scorso. Per i prossimi due anni sono previste misure di contenimento dei costi e una riduzione dei crediti arretrati, per un totale di 120 milioni di euro al fine di incrementare la redditività.

 

Nuova elezione di Barbara Frei nel Consiglio di Amministrazione di Swisscom

All’assemblea generale ordinaria di Swisscom del 4 aprile 2012, Barbara Frei verrà proposta per l’elezione nel Consiglio di Amministrazione. Barbara Frei ha 41 anni e dal 2010 è responsabile nazionale di ABB Italia; dirige inoltre la regione Mediterranean che comprende l’Europa meridionale, il Maghreb e Israele. Siede nei Consigli di amministrazione di quattro società ABB in Europa, di cui è presidentessa in Francia e Turchia. Barbara Frei ha concluso nel 1998 gli studi d’ingegneria al Politecnico e ha quindi iniziato la propria carriera all’interno di ABB Svizzera, dove dal 2005 fa parte della massima dirigenza e fino al 2010 è stata responsabile della Repubblica Ceca. Barbara Frei sostituirà, nel Consiglio di Amministrazione di Swisscom, Othmar Vock, che ha già comunicato di non rendersi disponibile per una rielezione in occasione dell’Assemblea generale.

 

In programma investimenti maggiori per il 2012

Ipotizzando un tasso medio di cambio CHF/euro di CHF 1,23 per l’esercizio 2012, Swisscom prospetta un fatturato netto leggermente inferiore pari a 11,4 miliardi di CHF e un EBITDA di 4,4 miliardi di CHF. La crescita del numero di clienti e i fatturati di nuove attività non basteranno verosimilmente per compensare la persistente erosione dei prezzi. Oltre a una flessione dei margini attribuibile a un minore fatturato si prevede che anche un aumento, privo di effetti monetari, delle spese di previdenza per il personale di 70 milioni di CHF, concorrerà a ridurre l’EBITDA.

Fastweb si attende un fatturato stabile di 1,6 miliardi di euro, cifra che non comprende l’attività wholesale (hubbing) a margine ridotto. Questi fatturati di interconnessione con altri fornitori saranno ulteriormente diminuiti nel corso dei prossimi anni. In confronto al 2011, l’EBITDA di Fastweb sarà in lieve rialzo e gli investimenti programmati saranno leggermente inferiori. Ne risulterà un free cash flow più elevato per il 2012.

La clientela svizzera è molto esigente riguardo alla qualità. Con gli elevati investimenti, Swisscom intende consolidare la sua leadership nella qualità della rete e dei servizi e la propria posizione sul mercato. Nel 2012 gli investimenti ammonteranno di 2,2 miliardi di CHF, di cui 1,7 miliardi di CHF saranno investiti nell’attività svizzera, pari a un aumento di 100 milioni di CHF. In questo importo non sono comprese le spese per l’acquisto all’asta di frequenze di telefonia mobile. Per gli anni a venire si prevede un livello di investimenti altrettanto elevato. A medio termine, Swisscom continua a perseguire l’obiettivo di allacciare il 30 percento delle abitazioni e degli uffici commerciali in Svizzera direttamente alla fibra ottica. Negli altri ambiti si intende potenziare ulteriormente e migliorare, con un mix ottimale di tecnologie, la prestazione di rete e la qualità dei servizi.

In caso di raggiungimento degli obiettivi per il 2012, Swisscom pensa di proporre nuovamente all’assemblea generale del 2013 un dividendo di CHF 22 per azione nonostante le spese aggiuntive per le frequenze di comunicazione mobile.

 

Rapporto di gestione dettagliato:

http://www.swisscom.ch/rapporto2011

 

Ulteriore documentazione

http://www.swisscom.ch/ir

 

 

Disclaimer

This communication contains statements that constitute "forward-looking statements". In this communication, such forward-looking statements include, without limitation, statements relating to our financial condition, results of operations and business and certain of our strategic plans and objectives.

Because these forward-looking statements are subject to risks and uncertainties, actual future results may differ materially from those expressed in or implied by the statements. Many of these risks and uncertainties relate to factors which are beyond Swisscom’s ability to control or estimate precisely, such as future market conditions, currency fluctuations, the behaviour of other market participants, the actions of governmental regulators and other risk factors detailed in Swisscom’s and Fastweb’s past and future filings and reports, including those filed with the U.S. Securities and Exchange Commission and in past and future filings, press releases, reports and other information posted on Swisscom Group Companies’ websites.

Readers are cautioned not to put undue reliance on forward-looking statements, which speak only of the date of this communication.

Swisscom disclaims any intention or obligation to update and revise any forward-looking statements, whether as a result of new information, future events or otherwise.

 

Contatto

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com