Meta-navigazione

Comunicato stampa

Clientela in costante aumento – maggiori investimenti – Fastweb in linea con le previsioni – dividendo stabile

Berna, 07 febbraio 2013

Nel 2012 il fatturato netto di Swisscom è diminuito di 83 milioni di CHF, ovvero dello 0,7%, a 11’384 milioni di CHF e il risultato d’esercizio al lordo di ammortamenti (EBITDA) è sceso di 203 milioni di CHF (–4,4%) a 4’381 milioni di CHF. Su base comparabile e considerando un cambio valutario costante, il fatturato è aumentato dello 0,3%, mentre l’EBITDA è calato dello 0,6%. L’incremento dell’utile netto di 1’068 milioni di CHF, pari al 153,9%, è dovuto soprattutto alla rettifica di valore effettuata l’anno precedente presso Fastweb. Per quanto riguarda le attività in Svizzera, su base comparabile il fatturato netto è stabile con 9’268 milioni di CHF (+0,3%), mentre il risultato operativo (EBITDA) ha registrato una leggera flessione (–2,1%) rispetto all’anno precedente, attestandosi a 3’768 milioni di CHF. L’erosione dei prezzi nel core business tradizionale, quantificabile in 400 milioni di CHF, ha potuto essere compensata con nuovi fatturati. Gli investimenti in Svizzera sono aumentati del 29,7% a 1’994 milioni di CHF a causa dell’ampliamento delle reti a banda larga e delle spese per l’acquisto all’asta di frequenze di comunicazione mobile. Fastweb è in linea con le previsioni: a parità di base di calcolo, il fatturato nella valuta locale, pari a 1’613 milioni di euro, è rimasto praticamente stabile (+0,5%), mentre l’EBITDA è salito a 500 milioni di euro (+11,1%). Nell’arco di un anno la base di clienti è cresciuta di 172’000 unità, ossia del 10,8%, a 1,77 milioni. All’Assemblea generale sarà proposto il versamento di un dividendo ordinario invariato di CHF 22 per azione. Per l’esercizio 2013 Swisscom prevede un fatturato di 11,3 miliardi di CHF, un EBITDA di almeno 4,25 miliardi di CHF e investimenti per 2,4 miliardi di CHF.

 

2011

2012

Variazione
(rettificata*)

Fatturato netto (in milioni di CHF)

11’467

11’384

–0,7%

(0,3%)

EBITDA (in milioni di CHF)

4’584

4’381

–4,4%

(-0,6%)

EBIT (in milioni di CHF)

1’126

2’431

115,9%

(-3,4%)

Utile netto (in milioni di CHF)

694

1’762

153,9%

(0,0%)

Collegamenti a banda larga Retail in Svizzera (al 31.12 in migliaia)

1’661

1’727

4,0%

Collegamenti Swisscom TV in Svizzera
(al 31.12 in migliaia)

608

791

30,1%

Collegamenti di rete mobile in Svizzera
(al 31.12 in migliaia)

6’049

6’217

2,8%

Investimenti (in milioni di CHF)

2’095

2’529

20,7%

Di cui investimenti in Svizzera
(in milioni di CHF)

1’537

1’994

29,7%

Collaboratori del Gruppo
(posti a tempo pieno al 31.12)

20’061

19’514

–2,7%

Di cui collaboratori in Svizzera
(posti a tempo pieno al 31.12)

16’628

16’269

–2,2%

* Su base comparabile e considerando un cambio valutario costante


Nel 2012 il fatturato netto di Swisscom è diminuito di 83 milioni di CHF, ovvero dello 0,7%, a 11’384 milioni di CHF e il risultato d’esercizio al lordo di ammortamenti (EBITDA) è sceso di 203 milioni di CHF (–4,4%) a 4’381 milioni di CHF. Su base comparabile e considerando un cambio valutario costante, il fatturato è aumentato dello 0,3%, mentre l’EBITDA è calato dello 0,6%. Con 1’762 milioni di CHF, l’utile netto è più che raddoppiato rispetto al 2011; su base comparabile è rimasto stabile. Le differenze tra le cifre dichiarate e quelle rettificate sono imputabili principalmente ai seguenti effetti straordinari: effetti valutari, maggiori spese dovute a ristrutturazioni e previdenza per il personale nonché una rettifica di valore effettuata nel 2011 presso Fastweb, fatturati di hubbing ridotti e un ricavo unico derivante dalla composizione di vertenze legali con un altro operatore di telecomunicazione nel 2011.

Per quanto riguarda le attività in Svizzera, su base comparabile il fatturato netto è stabile con 9’268 milioni di CHF (+0,3%), mentre il risultato operativo (EBITDA) ha registrato una leggera flessione (–2,1%) rispetto all’anno precedente, attestandosi a 3’768 milioni di CHF. L’erosione dei prezzi nel core business tradizionale, quantificabile in 400 milioni di CHF, ha potuto essere compensata con nuovi fatturati, ma la maggior parte di queste attività ha comunque margini più ridotti. A fronte di un organico sceso del 2,2% a 16’269 impieghi, le spese per il personale sono rimaste praticamente stabili a 2’227 milioni di CHF su base comparabile. Gli investimenti in Svizzera sono aumentati di 457 milioni di CHF, ovvero del 29,7%, raggiungendo quota 1’994 milioni di CHF a causa dell’ampliamento delle reti a banda larga e ai 360 milioni di CHF spesi nel primo trimestre del 2012 per l’acquisto all’asta di frequenze di comunicazione mobile.

 

Forte aumento del numero di clienti – traffico dati in rapidissima crescita

È continuata la tendenza a optare per offerte combinate, nuovi modelli tariffari e tariffe forfettarie. A fine 2012 erano già 788’000 i clienti abbonati alle offerte combinate come Vivo Casa, che comprendono il collegamento di rete fissa con telefonia, Internet e TV oppure anche un collegamento telefonico mobile; rispetto all’anno precedente la base di clienti è aumentata del 28,3%, ossia di 174’000 unità.

I clienti apprezzano moltissimo i nuovi abbonamenti di comunicazione mobile Natel infinity lanciati nel giugno 2012, con i quali possono telefonare su tutte le reti, inviare SMS e navigare in Internet senza limiti. A fine 2012 erano già 889’000 i clienti che usufruivano delle nuove offerte infinity. Il numero dei collegamenti di rete mobile è aumentato di 168’000 unità (+2,8%) rispetto all’anno precedente, attestandosi a quota 6,2 milioni. L’effettivo dei clienti Postpaid è salito di 218’000 unità (singoli prodotti e offerte combinate), mentre quello dei clienti Prepaid è diminuito di 50’000 unità. Il traffico mobile di dati, che continua a crescere a grande velocità, è aumentato dell’85% nel 2012. Il lancio degli abbonamenti infinity non ha fatto altro che accelerare la crescita: nel quarto trimestre del 2012 il volume di dati trasmesso tramite rete mobile ha superato del 120% quello registrato nel medesimo periodo dell’anno precedente. Nel 2012 Swisscom ha venduto complessivamente 1,55 milioni di apparecchi di comunicazione mobile (+6,7%), il 68% dei quali erano smartphone.

Rispetto al 2011 il numero dei collegamenti Swisscom TV è salito di 183’000 unità (+30,1%) a quota 791’000 (+63’000 nel quarto trimestre). All’incirca 200’000 clienti Swisscom TV stanno già testando la funzione Replay che consente di guardare le trasmissioni di circa 70 canali fino a 30 ore dopo la loro diffusione e già l’80% dei clienti Replay attivi si avvale della TV in differita. Il numero di collegamenti di rete fissa a banda larga è aumentato di 66’000 unità (+4,0%) rispetto a fine 2011, raggiungendo quota 1,73 milioni (+19’000 nel quarto trimestre). Il traffico dati sulla rete fissa ha fatto segnare una crescita del 37%.

 

Clienti di Fastweb saliti a 1,77 milioni – risultato d’esercizio nettamente superiore

Su base comparabile, Fastweb ha realizzato un fatturato netto praticamente stabile, pari a 1’613 milioni di euro (+0,5%), e un risultato d’esercizio (EBITDA) di 500 milioni di euro, il che corrisponde a un incremento dell’11,1%. Questo buon risultato è ascrivibile in particolare alla riduzione delle perdite di crediti e a misure finalizzate alla riduzione dei costi. Nel giro di un anno la base di clienti di Fastweb è aumentata di 172’000 unità (+10,8%) a 1,77 milioni (+63’000 nel quarto trimestre). Nel corso del 2012 Fastweb ha più che raddoppiato il numero di nuovi clienti rispetto al 2011. Grazie all’offerta combinata con TV e banda larga lanciata con Sky Italia, sinora Fastweb ha acquisito 151’000 clienti. L’organico di Fastweb è sceso del 6,1% a 2’893 unità in seguito all’esternalizzazione di impieghi nei settori del servizio alla clientela e della manutenzione della rete.


Investimenti in crescita nel 2013 assicurano la qualità della rete e del servizio

Per il 2013 Swisscom prospetta, senza l’apporto di Fastweb, un fatturato stabile di 9,34 miliardi di CHF. Per quanto riguarda l’EBITDA senza Fastweb, si prevede un calo a 3,64 miliardi di CHF. Un nuovo standard per la rendicontazione della previdenza del personale comporterà un aumento dei costi pari a 110 milioni di CHF senza effetti sulla liquidità. Anche la persistente crescita del numero di clienti e del volume causerà un incremento dei costi diretti soprattutto per l’acquisizione di nuovi clienti e l’acquisto di terminali. Inoltre, la manutenzione e l’ulteriore ampliamento dell’infrastruttura di rete faranno aumentare temporaneamente i costi indiretti.
 
Per il 2013 si prevede un rialzo degli investimenti di Swisscom, senza Fastweb, pari a 1,75 miliardi di CHF. Nel 2012 sono stati effettuati investimenti per 1,65 miliardi di CHF, ossia 50 milioni di CHF in meno dell’importo inizialmente previsto. Per il 2013 si prospetta un’attività d’investimento leggermente accelerata che farà recuperare il ritardo accusato nel 2012.
 
Presso Fastweb nel 2013 si attende un andamento stabile del fatturato in valuta locale senza le attività di hubbing (1,6 miliardi di euro). Per quanto riguarda l’EBITDA di Fastweb si prevede un importo di 500 milioni di euro, in linea con quello dell’anno precedente. In seguito all’ampliamento delle reti in fibra ottica in Italia, si pronostica un aumento degli investimenti a 550 milioni di euro.

Nel complesso Swisscom si attende, al corso di cambio attuale di CHF 1.23 per euro, un fatturato di 11,3 miliardi di CHF, un EBITDA di almeno 4,25 miliardi di CHF e investimenti per 2,4 miliardi di CHF.

Presupposto il raggiungimento degli obiettivi, Swisscom intende proporre all’Assemblea generale del 2014 un dividendo di CHF 22 per azione anche per l’esercizio 2013.

All’Assemblea generale del 4 aprile 2013 verrà proposta la riconferma in seno al Consiglio di amministrazione per un mandato di due anni di Hansueli Loosli, Michel Gobet, Torsten G. Kreindl e Theophil Schlatter. Richard Roy si ricandida per un mandato di un anno.

Il rapporto di gestione dettagliato:
http://www.swisscom.ch/rapporto2012

Ulteriore documentazione:
http://www.swisscom.ch/ir


Disclaimer

This communication contains statements that constitute "forward-looking statements". In this communication, such forward-looking statements include, without limitation, statements relating to our financial condition, results of operations and business and certain of our strategic plans and objectives.

Because these forward-looking statements are subject to risks and uncertainties, actual future results may differ materially from those expressed in or implied by the statements. Many of these risks and uncertainties relate to factors which are beyond Swisscom’s ability to control or estimate precisely, such as future market conditions, currency fluctuations, the behaviour of other market participants, the actions of governmental regulators and other risk factors detailed in Swisscom’s and Fastweb’s past and future filings and reports, including those filed with the U.S. Securities and Exchange Commission and in past and future filings, press releases, reports and other information posted on Swisscom Group Companies’ websites.

Readers are cautioned not to put undue reliance on forward-looking statements, which speak only of the date of this communication.

Swisscom disclaims any intention or obligation to update and revise any forward-looking statements, whether as a result of new information, future events or otherwise.

 

Contatto

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com