Meta-navigazione

Comunicato stampa

Swisscom sceglie Huawei come fornitore per l’ampliamento della rete FTTS

Berna/Köniz, 12 febbraio 2013

Entro il 2020 Swisscom doterà del collegamento Internet ultraveloce l’80 percento delle economie domestiche elvetiche. Mentre in molte città e nei Comuni più grandi viene posata la fibra ottica sin nelle abitazioni, al di fuori degli agglomerati urbani Swisscom punta sul potenziamento della fibra ottica sino all’area antistante agli edifici (Fibre to the Street, FTTS). Swisscom ha ora scelto Huawei quale suo partner e fornitore strategico per l’ampliamento della rete FTTS.

A partire dalla fine del 2013, oltre al potenziamento della fibra ottica sin nelle abitazioni e nei locali commerciali (Fibre to the home, FTTH), Swisscom offrirà l’Internet ultrarapido e i servizi multimediali anche nelle zone che nei prossimi anni non disporranno ancora della rete FTTH. A tal fine, Swisscom si baserà sulla tecnologia FTTS (Fibre to the Street), che consiste nella posa della fibra ottica fino a circa 200 metri dagli edifici; per il tratto rimanente sin nelle abitazioni verrà usato l’esistente cablaggio in rame. FTTS permette di ottenere larghezze di banda fino a 100 Megabit al secondo, che fra tre - quattro anni potranno salire addirittura a 400 Megabit al secondo e più.


Bando di gara per la posa della fibra ottica sino all’area antistante agli edifici

All’inizio del 2012, Swisscom ha pubblicato un bando di gara per la fornitura di elementi di rete FTTS, per il quale si sono candidati diversi fornitori di attrezzature di rete. Dopo un approfondito esame delle varie offerte, Swisscom ha optato per Huawei. Entrambe le parti hanno ora siglato un contratto di collaborazione. «Siamo lieti di estendere l’attuale collaborazione con Huawei al potenziamento della fibra ottica. In Huawei abbiamo trovato un partner eccellente, affidabile e di comprovata esperienza con un’elevata consapevolezza in termini di sicurezza», afferma Heinz Herren, Responsabile Rete & Informatica in seno a Swisscom. «La sua soluzione ci offre le migliori possibilità tecnologiche per ampliare la nostra rete a banda larga FTTS in Svizzera». L’ordine comprende in particolare equipaggiamenti di rete nei pozzetti di Swisscom e in complessi residenziali. Il contratto è stato sottoscritto per otto anni; il valore del mandato ammonta complessivamente a circa 300 milioni di CHF ed è parte integrante del budget previsto per gli investimenti. Solo nel 2013, Swisscom investirà circa 1,75 miliardi di CHF nel potenziamento dell’infrastruttura in Svizzera.


«Siamo davvero lieti che Swisscom abbia deciso di espandere l’attuale collaborazione alla rete in fibra ottica, optando per Huawei per la realizzazione di FTTS», ha affermato Ryan Ding, CEO di Huawei Carrier Network Business Group. «Le nostre soluzioni leader in quest’area contribuiranno ad ampliare la banda larga ultraveloce e permetteranno ai clienti di Swisscom di beneficiare di maggiori possibilità di connessione. Impiegheremo tutte le risorse necessarie a garantire una proficua collaborazione win-win per il progetto».

Già nell’autunno 2012 sono state avviate le prove pilota per la rete FTTS nei tre Comuni di Charrat (VS), Grandfontaine (JU) e Flerden (GR), dove viene impiegata la tecnologia di Huawei. I primi clienti di questi Comuni possono già fruire di servizi attraverso la nuova tecnologia. A fine 2013, Swisscom inizierà il potenziamento rapido della rete FTTS in altre località e, anche per la nuova tecnologia di accesso, proporrà offerte per la rivendita destinate agli altri fornitori di servizi di telecomunicazione e Internet favorendo così la concorrenza.


Investimenti elevati nell’ampliamento della rete

Per poter garantire anche in futuro ai propri clienti larghezze di banda sempre maggiori ed esperienze multimediali, Swisscom punta su un mix di tecnologie, sperimentando inoltre possibili alternative. Anche per la rete mobile si prevede uno sviluppo costante della tecnologia, ad esempio con 4G/LTE.

 

Contatto

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com