Meta-navigazione

Comunicato stampa

Approvati dagli azionisti dividendi stabili di CHF 22 per azione

Zurigo, 07 aprile 2014

All’odierna Assemblea generale di Swisscom tenutasi a Zurigo gli azionisti hanno accolto tutte le richieste del Consiglio di amministrazione e hanno deliberato un dividendo di CHF 22 per azione come lo scorso anno. L’Assemblea ha approvato l’operato dei membri del Consiglio di amministrazione e della Direzione del Gruppo per l’esercizio 2013 e ha dato il suo consenso per le modifiche degli statuti richieste. Frank Esser è stato eletto nel Consiglio di amministrazione.

In occasione della sedicesima Assemblea generale di Swisscom SA tenutasi a Zurigo hanno partecipato 1’630 azioniste e azionisti, pari all’86,34 per cento degli aventi diritto di voto registrati. Alla fine del 2013 Swisscom contava circa 66’000 azionisti registrati.


Core business stabile e crescita elevata del numero di clienti

Il Presidente del Consiglio di amministrazione, Hansueli Loosli, ha affermato che Swisscom ha chiuso con successo l’esercizio 2013 essendo stato caratterizzato da un forte aumento del numero di clienti e da un andamento stabile del core business: «Gli investimenti nel mercato, in particolare nelle reti di telecomunicazione di ultima generazione e nelle innovazioni hanno comportato una netta crescita del numero di clienti. Siamo riusciti a conquistare molti nuovi clienti soprattutto con Swisscom TV, le nostre offerte di comunicazione mobile, oltre che tramite Fastweb. Un elevato numero di ordini in entrata presso Swisscom IT Services e il fatto che molti dei nostri clienti abbiano optato per le offerte pacchetto hanno contribuito a un andamento solido degli affari. La costante pressione della concorrenza e sui prezzi, caratterizzata dalla sensibile erosione dei prezzi pari a 350 milioni di CHF e da un ulteriore abbassamento dei prezzi di roaming per un ammontare di 210 milioni di CHF, ha avuto come conseguenza un risultato d’esercizio ridotto.»


Alto il rendimento del dividendo pari a circa il 4,2 per cento

Gli azionisti hanno approvato il rapporto annuale, il conto di Gruppo e il conto annuale 2013, nonché la proposta del Consiglio di amministrazione di versare un dividendo ordinario di CHF 22 lordi per azione come l’anno scorso. In base all’attuale andamento del corso borsistico, il dividendo evidenzia un rendimento del 4,2 per cento circa. La somma dei dividendi ammonta a 1’140 milioni di CHF. Il 14 aprile 2014, dopo la deduzione dell’imposta preventiva federale del 35 per cento, agli azionisti sarà versato un dividendo netto di CHF 14.30 per azione.

Per il 2014 Swisscom si attende una crescita moderata del fatturato e del risultato d’esercizio (EBITDA). L’obiettivo è realizzare un fatturato di 11,5 miliardi di CHF e un EBITDA di 4,35 miliardi di CHF. Per il potenziamento dell’infrastruttura di rete in Svizzera come pure in Italia sono ancora necessari ingenti investimenti: Swisscom prevede che essi ammonteranno in totale a 2,4 miliardi di CHF, di cui 1,75 miliardi in Svizzera. «Presupposto il raggiungimento degli obiettivi, intendiamo proporre all’Assemblea generale 2015 un dividendo di CHF 22 per azione anche per l’esercizio 2014», ha dichiarato Hansueli Loosli.

L’Assemblea ha approvato l’operato dei membri del Consiglio di amministrazione e della Direzione del Gruppo per l’esercizio 2013. Nell’ambito di una votazione consultiva, l’Assemblea ha preso conoscenza del resoconto dei compensi e lo ha approvato.


Modifica degli statuti quale conseguenza dell’iniziativa Minder

Al fine di applicare l’Ordinanza contro le retribuzioni eccessive nelle società quotate in borsa (OReSA) conseguente all’iniziativa Minder, sono state adeguate diverse disposizioni degli statuti (fra l’altro l’approvazione dei compensi destinati ai membri del Consiglio di amministrazione e della Direzione del Gruppo per l’esercizio successivo, la descrizione del sistema di remunerazione, la fissazione del limite massimo della quota di successo variabile al 100% del salario di base, la limitazione dei mandati esterni). In merito alla remunerazione complessiva per i membri del Consiglio di amministrazione e della Direzione del Gruppo si voterà per la prima volta in occasione dell’Assemblea generale del 2015 per l’esercizio 2016. A prescindere da queste modifiche degli statuti, Swisscom continuerà a svolgere una votazione consultiva sul resoconto dei compensi.


Frank Esser eletto nel Consiglio di amministrazione

Come già reso noto, Richard Roy, Vicepresidente del Consiglio di amministrazione, non si è più presentato alla rielezione dopo undici anni di mandato in seno all’organo. Eletto per un anno è stato il 55enne Frank Esser, un esperto di telecomunicazioni conosciuto in Europa. Laureato in scienze economiche, è stato una figura trainante nell’introduzione della telefonia mobile per Mannesmann in Germania e, in seguito, ha messo in piedi il settore della telefonia mobile per SFR in Francia. Dal 2005 al 2012 Frank Esser ha ricoperto la carica di membro del Direttorio del Gruppo Vivendi.

Tutti gli altri membri del Consiglio di amministrazione, il Presidente e i membri del Comitato Remunerazione sono stati a loro volta nominati per un anno. Nella riunione costituente del Consiglio di amministrazione al termine dell’Assemblea generale, il Consiglio di amministrazione ha nominato Theophil Schlatter Vicepresidente e Barbara Frei Presidente del Comitato Remunerazione. L’Assemblea generale ha inoltre eletto il rappresentante di voto indipendente Reber Rechtsanwälte di Zurigo e l’ufficio di revisione KPMG AG di Muri presso Berna.

Contatto

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com