Meta-navigazione

Comunicato stampa

Crescita di Swisscom grazie a una prestazione di mercato solida

Berna, 07 maggio 2014

Rapporto intermedio relativo al primo trimestre 2014

 

 

 

1.1.-31.3.2013

1.1.-31.3.2014

Variazione

Fatturato netto (in milioni di CHF)

2‘734

2‘821

3,2%

Risultato d’esercizio al lordo degli ammortamenti, EBITDA (in milioni di CHF)

1‘031

1‘061

2,9%

Risultato d’esercizio, EBIT (in milioni di CHF)

540

551

2,0%

Utile netto (in milioni di CHF)

390

373

-4,4%

Collegamenti Swisscom TV in Svizzera (al 31.3 in migliaia)

860

1’052

22,3%

Collegamenti di telefonia mobile in Svizzera (al 31.3 in migliaia)

6‘270

6‘429

2,5%

Fatturato da contratti per offerte combinate (in milioni di CHF)

349

439

25,8%

Collegamenti a banda larga Fastweb (al 31.3 in migliaia)

1‘861

1‘984

6,6%

Investimenti (in milioni di CHF)

474

519

9,5%

Di cui investimenti in Svizzera (in milioni di CHF)

319

345

8,2%

Collaboratori del Gruppo (posti a tempo pieno al 31.3)

19‘247

20‘081

4,3%

Di cui collaboratori in Svizzera (posti a tempo pieno al 31.3)

16’483

17’395

5,5%

 

Crescita positiva del fatturato (+3,2%) e dell’EBITDA (+2,9%)
– 
Prestazione di mercato solida grazie agli investimenti nell’infrastruttura, nell’innovazione e nel servizio alla clientela
Quasi 1,8 milioni di clienti di telefonia mobile beneficiano della possibilità di utilizzo illimitato (infinity)
Il numero di clienti di Swisscom TV aumenta di 52’000 unità a 1,05 milioni nel primo trimestre; lancio di Swisscom TV 2.0 con soluzione basata sul cloud a inizio aprile
L’EBITDA di Fastweb cresce di 11 milioni di euro
Lieve calo dell’utile netto rispetto all’anno precedente in seguito all’aumento degli ammortamenti e degli oneri finanziari
Per il 2014 Swisscom continua a prevedere una crescita moderata del fatturato (11,5  miliardi di CHF) e dell’EBITDA (4,35 miliardi di CHF) ed elevati investimenti nell’ordine di 2,4 miliardi di CHF.

«La tendenza positiva nel settore operativo è proseguita. Malgrado l’erosione dei prezzi, nel primo trimestre siamo riusciti a registrare una crescita positiva del fatturato e del risultato d’esercizio», afferma il CEO Urs Schaeppi. Grazie alle offerte quali Swisscom TV (+52’000 clienti) nonché al settore della telefonia mobile (+22’000 clienti) e a Fastweb (+42’000 collegamenti a banda larga), Swisscom ha acquisito numerosi nuovi clienti anche nel primo trimestre del 2014.

Nel periodo in rassegna, il fatturato netto di Swisscom è salito di 87 milioni di CHF (+3,2%) a quota 2’821 milioni di CHF rispetto all’anno precedente e il risultato d’esercizio al lordo di ammortamenti (EBITDA) è aumentato di 30 milioni di CHF (+2,9%) a 1’061 milioni di CHF. Sulla base di valute costanti, escluse le cifre d’affari del settore hubbing di Fastweb (fatturati conseguiti nel settore wholesale con i servizi d’interconnessione) e senza tenere conto delle acquisizioni di aziende, il fatturato ha registrato un incremento di 45 milioni di CHF (+1,7%); di questo importo, 35 milioni di CHF riguardano l’attività in Svizzera. L’erosione dei prezzi nell’attività principale in Svizzera di circa 60 milioni di CHF (di cui 24 milioni di CHF in seguito alla riduzione delle tariffe di roaming) è stata più che compensata dall’aumento del numero dei clienti e dei quantitativi per un importo di circa 95 milioni di CHF.

L’EBITDA è progredito del 2,9%, ovvero di 30 milioni di CHF. Depurata degli effetti derivanti da acquisizioni di aziende, previdenza e scioglimenti di accantonamenti nello scorso anno, la crescita è salita del 2,6%, ovvero di 27 milioni di CHF. A fronte dell’aumento degli ammortamenti e degli oneri finanziari, l’utile netto del Gruppo, pari a 373 milioni di CHF, è leggermente inferiore all’anno precedente. In seguito ai maggiori investimenti nell’infrastruttura, gli ammortamenti sono saliti di 19 milioni di CHF.

L’organico del Gruppo è aumentato complessivamente di 834 posti a tempo pieno, raggiungendo quota 20’081 unità, in seguito ad acquisizioni di aziende (713 posti a tempo pieno), all’assunzione di collaboratori in precedenza esterni e al potenziamento del servizio alla clientela. Gli investimenti a livello di Gruppo sono progrediti di 45 milioni di CHF attestandosi complessivamente a 519 milioni di CHF. In Svizzera sono aumentati di 26 milioni di CHF (+8,2%) a 345 milioni di CHF. Gli investimenti sono stati effettuati soprattutto in Svizzera nell’infrastruttura a banda larga:nel settore della telefonia mobile, oltre l’90% della popolazione può già accedere alla tecnologia di quarta generazione 4G/LTE. Per quanto concerne la rete fissa, alla fine di marzo si contavano 770’000 abitazioni e locali commerciali allacciati alla fibra ottica, che ora possono beneficiare di larghezze di banda elevate fino a 1 GBit/s.

 

Forte incremento del fatturato delle offerte combinate

È continuata la tendenza a optare per offerte combinate, nuovi modelli tariffari e tariffe forfettarie. Alla fine del mese di marzo, 1,06 milioni di clienti utilizzava una delle apprezzate offerte combinate. Ciò equivale a una crescita del 25,9 %, ovvero di 218’000 unità, in confronto all’anno precedente. Il fatturato nel settore delle offerte combinate è cresciuto del 25,8% a 439 milioni di CHF, trainato principalmente dal settore televisivo e da quello della telefonia mobile. Il numero delle unità generatrici di fatturato (RGU) è aumentato nel complesso di 73’000 attestandosi a 12,2 milioni nel primo trimestre. Su base annuale, l’incremento è stato di 319’000 unità (+2,7%).

I nuovi abbonamenti di comunicazione mobile Natel infinity lanciati nel mese di giugno 2012, con i quali i clienti possono telefonare verso tutte le reti svizzere, inviare SMS e navigare in internet senza limiti, sono sempre molto apprezzati. A fine marzo 2014 quasi 1,8 milioni di clienti fruivano delle offerte infinity, pari a circa il 55% degli abbonati (esclusi i clienti commerciali). Nel primo trimestre, il numero dei collegamenti di telefonia mobile è salito di 22’000 unità passando a 6,4 milioni nonostante la soppressione di 10’000 carte SIM per pager con fatturati inferiori. La tendenza a passare da offerte Prepaid ad abbonamenti prosegue: l’effettivo dei clienti Postpaid è aumentato di 25’000 unità (singoli prodotti e offerte combinate), mentre quello dei clienti Prepaid è diminuito di 3’000 unità. Su base annuale, i collegamenti di telefonia sono saliti di 159’000 unità (+2,5%). 

 

Il traffico dati attraverso la rete mobile è cresciuto dell’83% nell’arco di un anno

Il traffico mobile di dati continua a crescere a grande velocità. L’elevato numero di clienti di Natel infinity riveste un ruolo importante in questo sviluppo: nel primo trimestre del 2014 il volume di dati trasmesso tramite rete mobile ha superato dell’83% quello registrato nel medesimo periodo dell’esercizio precedente. I clienti che sono passati a Natel infinity hanno trasmesso un volume di dati all’incirca quattro volte superiore rispetto a quello di clienti con un altro abbonamento. Il traffico dati registra una crescita anche a livello internazionale: il volume di dati trasmessi con il roaming è quasi raddoppiato nell’arco di un anno; questo aumento è dovuto anche alla riduzione dei prezzi delle tariffe per il roaming introdotta il 1° luglio 2013. La considerevole crescita dei volumi ha consentito un aumento dell’8% del fatturato nel settore del roaming di dati.

 

Lancio riuscito di Swisscom TV 2.0 con soluzione basata sul cloud

Anche la crescita nel settore della rete fissa è inarrestabile: il numero di collegamenti Swisscom TV è salito di 52’000 unità a 1,05 milioni nel primo trimestre. Su base annuale, l’incremento è di 192’000 unità (+22,3%). Lanciato ad inizio aprile 2014, il servizio Swisscom TV 2.0 offre funzioni ampliate e a fine aprile contava già quasi 30’000 clienti, la maggior parte dei quali usufruiva in precedenza di un’offerta di Swisscom. La funzione di registrazione basata sul cloud consente di registrare contemporaneamente un numero illimitato di trasmissioni e di richiamarle tramite diversi apparecchi; inoltre, la funzione Replay è stata estesa da 30 ore a sette giorni. Il numero di collegamenti di rete fissa a banda larga è salito di 22’000 unità a 1,8 milioni nel primo trimestre. Su base annuale, l’incremento è di 82’000 unità (+4,7%).

 

Successo nel settore finanziario presso i clienti commerciali

A metà aprile Swisscom ha acquisito un cliente commerciale importante: la Banca Cantonale di Zurigo svolgerà il traffico dei pagamenti tramite Swisscom a partire dal 2016. Per oltre 50 banche cantonali e regionali Swisscom si occupa già oggi del traffico dei pagamenti e delle operazioni su titoli.

 

42’000 nuovi clienti per Fastweb nel primo trimestre

Malgrado la pressione della concorrenza e sui prezzi, le attività di Fastweb in Italia sono in linea con gli obiettivi. Nel primo trimestre il fatturato è regredito di 2 milioni di euro (-0,5%) a 396 milioni di euro. Come previsto, Fastweb ha ulteriormente ridotto le cifre d’affari conseguite nel settore wholesale con i servizi d’interconnessione (hubbing) a basso margine. Senza l’attività hubbing, il fatturato è salito di 5 milioni di euro (+1,3%). Malgrado un contesto di mercato difficile, nel primo trimestre la base di clienti è aumentata di 42’000 unità a quota 1,98 milioni. Su base annuale, l’incremento è stato di 123’000 unità (+6,6%), grazie anche all’offerta combinata con Sky Italia per TV e banda larga.

Rispetto all’anno precedente, il risultato del segmento al lordo degli ammortamenti è progredito di 11 milioni di euro (+11,3%) attestandosi a 108 milioni di euro. In quest’ambito Fastweb ha tratto profitto dai prezzi d’acquisto inferiori per i servizi di accesso (liberalizzazione dell’ultimo miglio) e ha ridotto i costi d’esercizio. In seguito al potenziamento della rete in fibra ottica gli investimenti sono aumentati di 16 milioni di euro (+12,7%) a 142 milioni di euro.

 

Previsioni confermate per il 2014

Per il 2014 Swisscom continua a prevedere una crescita moderata del fatturato e del risultato d’esercizio (EBITDA). L’obiettivo è realizzare un fatturato di 11,5 miliardi di CHF e un EBITDA di 4,35 miliardi di CHF. Per il potenziamento dell’infrastruttura di rete in Svizzera come pure in Italia sono ancora necessari ingenti investimenti: Swisscom prevede che essi ammonteranno in totale a 2,4 miliardi di CHF, di cui 1,75 miliardi di CHF in Svizzera. Presupposto il raggiungimento degli obiettivi, Swisscom intende proporre all’Assemblea generale 2015 un dividendo di CHF 22 per azione anche per l’esercizio 2014.

 

Rapporto intermedio dettagliato:
http://www.swisscom.ch/q1-report-2014

 

Ulteriore documentazione:
http://www.swisscom.ch/ir

 

 


Disclaimer

This communication contains statements that constitute "forward-looking statements". In this communication, such forward-looking statements include, without limitation, statements relating to our financial condition, results of operations and business and certain of our strategic plans and objectives.

Because these forward-looking statements are subject to risks and uncertainties, actual future results may differ materially from those expressed in or implied by the statements. Many of these risks and uncertainties relate to factors which are beyond Swisscom’s ability to control or estimate precisely, such as future market conditions, currency fluctuations, the behaviour of other market participants, the actions of governmental regulators and other risk factors detailed in Swisscom’s and Fastweb’s past and future filings and reports, including those filed with the U.S. Securities and Exchange Commission and in past and future filings, press releases, reports and other information posted on Swisscom Group Companies’ websites.

Readers are cautioned not to put undue reliance on forward-looking statements, which speak only of the date of this communication.

Swisscom disclaims any intention or obligation to update and revise any forward-looking statements, whether as a result of new information, future events or otherwise.

Contatto

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com