Meta-navigazione

Comunicato stampa

ELK-as-a-Service amplia il portfolio di Swisscom Application Cloud

Berna, 21 gennaio 2016

Swisscom fornisce una nuova feature per la propria Platform as a service (PaaS): Elasticsearch, Logstash e Kibana - in breve ELK. ELK consente di cercare in modo centralizzato protocolli in tutta l’infrastruttura, analizzarli, indicizzarli e visualizzarli. ELK-as-a-Service è disponibile già a partire da 25 franchi al mese. Tutti i dati sono conservati nei centri di calcolo svizzeri di Swisscom.

Quando un sistema si inceppa, un informatico come prima cosa apre il file di registro. In considerazione del flusso di file di registro, la ricerca di errori diventa presto una fatica di Ercole. Logstash, lo strumento open-source basato su Java, rappresenta quindi un rimedio. Logstash è un servizio di login centralizzato con tool di analisi integrato. Esso aiuta ad archiviare e analizzare a livello centrale i protocolli di tanti server. Logstash sprigiona tuttavia il proprio pieno potenziale se abbinato a Elasticsearch e Kibana. Elasticsearch, attualmente considerato dagli sviluppatori il più apprezzato ed efficiente motore di ricerca, indicizza i dati di registro dai protocolli dei server. Sulla base di Apache Lucene, un motore di ricerca per Java, Elasticsearch consente anche di effettuare una ricerca con testo libero. Kibana infine realizza una rappresentazione grafica a partire dai dati. Nel tool di visualizzazione basato sul web gli sviluppatori possono considerare e analizzare i file di registro in tempo reale, in pannelli personalizzabili.

 

Swisscom coinvolge la community di sviluppatori

Marco Hochstrasser, Direttore di Application Cloud per Swisscom dichiara: «chi esegue per la prima volta una ricerca di errori tramite Logstash resta piacevolmente sorpreso. Nessuno vorrebbe di nuovo cercare manualmente un errore in migliaia di righe dei file di registro. Questo lo dimostra anche il forte adattamento di questo strumento sul mercato.» Anche la community di sviluppatori è al corrente di questo vantaggio. Patrik Alessi, Senior System Architect presso dorma+kaba, conferma: «Con ELK siamo al passo con i tempi. Il nostro feedback è stato determinante per la scelta dei servizi di login di Swisscom Application Cloud. Si tratta di una vera e propria co-creazione.» Grazie a ELK-as-a-Service i log possono essere consolidati da diverse applicazioni. In modo semplice, veloce e senza che gli sviluppatori debbano accedere a un servizio di cloud-log ospitato all’estero. Con Swisscom tutti i dati restano nei propri centri di calcolo in Svizzera.

 

Swisscom propone ELK in Application Cloud come tutti i suoi servizi, con i semplici piani tariffari Small, Medium e Large. Nella sua versione leggerissima, ELK-as-a-Service è disponibile a partire da soli 25.– CHF/mese.

 

ELK amplia il repertorio dei servizi per lo sviluppo di applicazioni cloud-native

ELK completa la gamma esistente di servizi dell’ambiente PaaS open source di Swisscom. La sua Swisscom Application Cloud è sul mercato da ottobre 2015. Dal lancio in ottobre 2015, l’ambiente certificato Cloud Foundry viene sfruttato da 300 sviluppatori in Svizzera, USA ed Europa. L’accesso avviene tramite il portale per sviluppatori di Swisscom: https://developer.swisscom.com/. Tutti beneficiano di servizi come MongoDB, MariaDB, RabbitMQ, un Object Storage e Redis-as-a-Service. È possibile scegliere tra due tipi di container: LXC/Garden e dal 2016 anche Docker/runC. La piattaforma supporta i linguaggi di programmazione più comuni, come Java tramite PHP, Ruby, Go, Python e Node.js fino a .NET (RC).

 

Contatto

Swisscom AG
Media Relations
3050 Bern

media@swisscom.com