Meta-navigazione

La chiamata quotidiana


La chiamata quotidiana

Tuttora, anziché servirci di un’app, preferiamo di gran lunga comunicare con una telefonata diretta.


Le telefonate tradizionali continuano a essere molto apprezzate dalla popolazione svizzera. Tuttavia, nuovi servizi di telefonia, ad esempio WhatsApp, sono sempre più diffusi, in particolare tra i più giovani e i francofoni. Questo è quanto emerge da un sondaggio di attualità condotto dal servizio di confronto internet Moneyland.ch.

Il 94 per cento delle 1517 persone interrogate telefona almeno una volta alla settimana, il 57 per cento persino ogni giorno. Il 99 per cento degli svizzeri telefona «direttamente» con il cellulare via rete mobile.

Con l’espansione della rete di telefonia mobile, la rete fissa diventa sempre meno importante. Soltanto il 13 per cento degli interpellati si serve quotidianamente della telefonia di rete fissa, utilizzata soprattutto dalla popolazione in età più avanzata. L’86 per cento degli utenti tra 50 e 74 anni fruisce della rete fissa mentre la quota scende al 64 per cento degli utenti tra 26 e 49 anni.
 

Avanzata di WhatsApp

Per contro, le app di messaging, in modo particolare WhatsApp, stanno registrando una crescita molto sostenuta. L’85 per cento degli interrogati telefona con WhatsApp, app utilizzata molto più spesso rispetto ad altri servizi di telefonia paragonabili quali Skype (50 per cento) o Facebook (33 per cento).

Non sorprende che WhatsApp sia particolarmente apprezzata dai più giovani. Il 93 per cento nel target di età tra 19 e 25 anni si serve di questo servizio, ma anche coloro che hanno superato i 50 anni totalizzano ormai l’81 per cento.

Secondo il sondaggio non vi sono differenze di comportamento in materia di telefonia tra la popolazione urbana e quella in zone rurali. D’altra parte, il confronto tra Svizzera romanda e Svizzera tedesca è del tutto differente: il 51 per cento dei romandi intervistati telefona quotidianamente con la funzione di telefonia del suo cellulare via rete mobile del proprio offerente. Nella Svizzera romanda il 47 per cento telefona ogni giorno con WhatsApp. Nella Svizzera tedesca invece, la quota dell’utilizzo quotidiano della telefonia mobile via cellulare ammonta solo al 29 per cento e al 32 per cento nel caso di WhatsApp.