Meta-navigazione

Più veloce nelle regioni rispetto all’Europa


Più veloce nelle regioni rispetto all’Europa

La Svizzera rimane leader della banda larga in Europa


Lo studio «Broadband Coverage in Europe 2017» (dati a giugno 2017) pubblicato di recente conferma la posizione della Svizzera tra i primi in classifica della banda larga europea. La copertura del 93,2 per cento della popolazione (anno precedente 92,9 per cento) in zone rurali (capillarità: <100 abitanti/km2) con oltre 30 Mbit/s è circa due volte superiore rispetto alla media UE (46,9 per cento). In tutti i cantoni almeno il 90 per cento della popolazione fruisce di una velocità minima di 30 Mbit/s. L’intensa ed efficace concorrenza a livello di infrastrutture assicura questo posizionamento ottimale del nostro Paese nel confronto europeo.

L’agguerrita concorrenza in materia di infrastrutture in Svizzera e l’elevato volume degli investimenti che ne deriva contribuiscono a questi risultati eccellenti.

Dal 2011, nel quadro della sua iniziativa di punta «Digital Agenda for Europe» (DAE), la Commissione dell’UE pubblica lo studio «Broadband Coverage in Europe». La Svizzera ne fa parte sin dall’inizio. Anche nello studio attuale i valori svizzeri di tutte le tecnologie e di tutti gli abbinamenti di copertura sono superiori alla media dell’UE.


Lo studio documenta chiaramente la concorrenza sul piano delle infrastrutture:
 

  • la Svizzera è uno di tre Paesi in Europa con una copertura di banda larga DSL di oltre il 90 per cento;
  • la Svizzera è uno di quattro Paesi in Europa con una penetrazione di cavi di più dell’80 per cento;
  • a metà 2017, già il 29,5 per cento delle economie domestiche disponeva di un collegamento FTTP (= fibre ottiche fino al soggiorno, FTTH/ fino all’edificio FTTB).
  • Swisscom è una delle prime imprese di telecomunicazioni europee che si avvale della tecnologia G.fast (velocità fino a 500 Mbps).

 
Con l’incremento delle velocità aumentano sensibilmente le differenze tra i singoli Paesi. Praticamente in tutti i Paesi europei la copertura a 2 Mbit/s è tendenzialmente pari al 100 per cento.


Grafik_Breitband_Europa_DE.indd

Copertura NGA eccezionale nelle regioni

Fra tutte le tecnologie, la copertura NGA (next generation access, >30 Mbit/s) si attesta al 99,0 per cento in Svizzera rispetto alla media UE 28 dell’80,1 per cento. Pertanto, la Svizzera è tuttora al secondo posto dopo l’isola di Malta che conta circa 450'000 abitanti. Anche per quanto riguarda le velocità di oltre 100 Mbit/s, la Svizzera difende lo stesso posto in classifica con più del 98 per cento. In questo contesto la media UE 28 è pari a solo il 55,1 per cento.

Nel caso della copertura NGA secondo i cantoni, Basilea Città e Ginevra sono dotati di una «Complete NGA Coverage». Soltanto in cinque cantoni (Vallese, Giura, Obvaldo, Uri e Grigioni) la copertura è inferiore al 95 per cento; tutti i cantoni dispongono però di una copertura minima del 90 per cento (cfr. grafico 1). Insieme ai Paesi Bassi la Svizzera occupa una posizione relativamente solitaria ai vertici. La mappa dell’Europa evidenzia questi risultati (cfr. grafico 2): il nostro Paese appare come «isola di colore verde scuro» nel cuore dell’Europa.


Grafik_Breitband_Europa_DE.indd

L’estensione continua

Anche Swisscom porta avanti l’estensione della propria rete con l’obiettivo di collegare tutti i comuni alla rete a banda larga fino al 2021 e di offrire al 90 per cento della popolazione una velocità di almeno 80 Mbit/s. Le zone in cui hanno luogo attualmente i lavori di espansione sono visualizzate in una nuova mappa interattiva dell’estensione della rete.