Segui Swisscom Abbonati alle news Mappe della rete Contatto
Segui Swisscom Abbonati alle news Mappe della rete Contatto

Quattro volte meglio

La Svizzera ha già raggiunto gli obiettivi UE per il 2020

Nell’«Agenda digitale per l’Europa», l’Unione Europea si è prefissata l’obiettivo di far sì che entro il 2020 tutti i cittadini dispongano di un collegamento a una banda larga pari a 30 Mbit/s. La Svizzera ha raggiunto questa grandezza target con una copertura del 99 per cento già a fine 2014. La media dei Paesi UE era pari, alla stessa data, solo al 68 percento. Soprattutto nelle aree rurali il divario è eclatante: con l’89 per cento delle economie domestiche, le economie domestiche svizzere che raggiungono i 30 Mbit/s sono quasi quattro volte tanto quelle dell’UE (25%). Sono questi i risultati dello studio «Broadband Coverage in Europe 2014» di IHS Technolgy (London) per conto della Commissione UE e della rete in fibra ottica della Svizzera.

Per quanto riguarda i collegamenti alla rete fissa con una larghezza di banda pari ad almeno 30 Mbit/s, con una copertura del 99 per cento, in Europa la Svizzera è seconda solo all’isola di Malta. A titolo di paragone, la media di tutti i Paesi dell’UE è del 68 per cento. Anche per quanto attiene alla copertura con la fibra ottica la Svizzera supera, con il 26 per cento di economie domestiche allacciate, la media UE (18,7%).

Nello studio summenzionato è illustrata anche la copertura nelle aree rurali. Per aree rurali si intendono tutte le regioni con una densità di abitanti al km2 < 100. Con l’89 per cento delle economie domestiche, la Svizzera si piazza al quarto posto dietro a Malta, ai Paesi Bassi (uno dei Paesi più densamente popolati d’Europa) e al Lussemburgo (v. p. 36 dello studio complessivo). La media UE è pari solo al 26%.

Un’ulteriore particolarità dello studio è che illustra la copertura con la banda larga in base ai Cantoni in Svizzera e ai Länder federali in Germania (NUTS3 nomenclatura). Nei Cantoni di Ginevra, Basilea e Zurigo, la copertura con almeno 30 Mbit/s è praticamente pari al 100 per cento. In 23 Cantoni è superiore al 90 per cento e solo nei Cantoni Grigioni, Giura e Vallese è di poco inferiore al 90 per cento.

Gli autori riconducono questa posizione al vertice della Svizzera alla forte concorrenza a livello di infrastrutture e agli investimenti elevati che ne risultano.