Canton Friburgo: scambio di dati con Storebox

Scambio di dati efficiente nel cloud

«Nel cantone, il termine 'cloud' è stato a lungo una parola proibita»


Che cosa hanno in comune Sophie, studentessa dell’ottava classe, e Philippe Devaud, ingegnere informatico? Entrambi sfruttano ogni giorno i vantaggi della digitalizzazione. Il Canton Friburgo fa un passo avanti.


Testo: Anton Neuenschwander, Immagini: Michael Meier,




Sophie e Louisa siedono concentrate al banco di una classe dell’École de Bourg di Friburgo. Lavorano al computer per compensare le difficoltà legate ai loro problemi di lettura e scrittura. Sui notebook aprono la cartella Storebox con gli esercizi. Basta un clic e il testo in francese viene scaricato. Dopo aver inserito le parole mancanti, ricaricano il testo nel cloud. E voilà: più tardi Isabelle Parrat, la loro assistente pedagogica, oppure le altre insegnanti della classe lo correggeranno.


Macht Schule: Datenaustausch mit Storebox.

Tutti a scuola: scambio di dati con Storebox.


Da agosto 2017 condividere e scambiare dati nelle scuole di Friburgo è un gioco da ragazzi. Tutto questo grazie a Storebox, la piattaforma di Swisscom basata sul cloud. In realtà nel Canton Friburgo si chiama fribox, come sottolinea Philippe Devaud. Direttore ad interim del centro specializzato Fritic, è responsabile dell’integrazione dell’ICT nelle scuole friburghesi. «Conferendo a Storebox un design esclusivo e un proprio nome, creiamo identità», spiega. «I nostri utenti si sentono a casa nel cloud.» Finora circa 5000 collaboratori della Direzione della pubblica istruzione friburghese hanno ricevuto un proprio account fribox, che mette a disposizione 50 GB di spazio nel cloud per i docenti, i dirigenti e il personale amministrativo. In un secondo momento anche tutti gli studenti riceveranno un account. Al momento insegnanti come Isabelle Parrat scambiano i compiti e gli esercizi tramite una cartella personalizzata sul proprio account per aiutare gli studenti a compensare le loro difficoltà di apprendimento con il PC.

   

Storebox

Archiviazione dei dati aziendali e accesso ovunque e con qualsiasi dispositivo. Condivisione sicura dei documenti con partner interni ed esterni.

Via all'offerta



«Storebox/fribox permette di lavorare in un modo nuovo e molto dinamico.»


Philippe Devaud, direttore ad interim del centro specializzato Fritic


«Oggi i dati vengono scambiati principalmente tra docenti, dirigenza scolastica e direzione» racconta Philippe Devaud. Ritiene estremamente utile Storebox – pardon, fribox – per la sua flessibilità. «Permette di lavorare in un modo nuovo e molto dinamico. Anziché essere centralizzato e gerarchico, fribox ha una struttura aperta. Un esempio: dieci insegnanti da tutti gli angoli del cantone sviluppano un nuovo strumento didattico. In pochi secondi creano una cartella di progetto comune in fribox dove condividono i loro contributi. Ciascuna modifica dei file è completamente trasparente, tutto è sempre aggiornato e tutti i partecipanti possono accedere ai dati con qualsiasi terminale, ovunque si trovino.»


Successo per la première del cloud

Per la prima volta il Canton Friburgo ha realizzato una soluzione basata su cloud e ha trasferito la responsabilità del funzionamento a un partner esterno. Questa decisione è stata dettata anche da riflessioni di natura strategica. Christian Rieder, responsabile della sezione tecnica dell’Ufficio Informatica e Telecomunicazioni (ITA): «Il Canton Friburgo punta ad assumere un ruolo leader nel campo della digitalizzazione per creare condizioni quadro ottimali sia per le aziende sia per i privati. Questo significa molto lavoro per il nostro ufficio, le esigenze si moltiplicano, concentrarci sul nostro core business è essenziale. Una soluzione costruita autonomamente per lo scambio semplice di dati richiederebbe troppe risorse. Con Storebox, Swisscom soddisfa tutte le nostre esigenze, in particolare anche quella di dover conservare i dati in Svizzera in modo sicuro». Non tutte le parti coinvolte sono entusiaste, racconta Rieder: «Nel cantone, il termine 'cloud' è stato a lungo una parola proibita. A oggi il passaggio al cloud si è dimostrato una scelta azzeccata. fribox ha un funzionamento molto stabile e viene utilizzato intensamente». Inoltre, finalmente tutti gli utenti lavorano solo più su un’unica – e sicura – piattaforma. Prima si utilizzavano chiavette USB, Dropbox, One Drive, Google Drive e simili: un biotopo ideale per falle nella sicurezza e incompatibilità.


Sie bringen die Digitalisierung auf Touren: Patrick Ostertag (ITA), Philippe Devaud (Fritic) und Christian Rieder (ITA).

La digitalizzazione in tour: Patrick Ostertag (ITA), Philippe Devaud (Fritic) e Christian Rieder (ITA).


Come si possono convincere gli utenti?

Circa cinque mesi dopo il rollout di fribox, l’80% dei docenti e dei collaboratori utilizza il nuovo spazio su cloud, di cui la metà una o più volte al giorno. Per Philippe Devaud questo successo non è un caso: «A oggi 800 insegnanti hanno frequentato i nostri corsi. Inoltre siamo spesso in loco per spiegare fribox e fornire supporto agli utenti. Una buona comunicazione è essenziale per il successo, perché si tratta, non da ultimo, di cambiare le proprie abitudini. Non ci si fa amici ovunque … ma quasi sempre i nostri clienti restano sorpresi della facilità di utilizzo di fribox. Siamo fiduciosi di poter raggiungere il nostro obiettivo, ovvero che tutti gli utenti traggano il massimo da fribox».


«Swisscom soddisfa tutte le nostre esigenze, in particolare anche quella di dover conservare i dati in Svizzera in modo sicuro»


Christian Rieder, responsabile della sezione tecnica dell’Ufficio Informatica e Telecomunicazioni (ITA).


Back to school

Sophie, cosa pensi di fribox? «All’inizio è stato un po’ difficile. Ora mi sono abituata, usarlo non è più un problema. Per me studiare è diventato più facile. A casa posso farmi leggere i testi dal PC, oppure, se scrivo male qualcosa, il PC lo corregge da solo. Mi facilita le cose. Grazie al computer per me imparare è più facile, per questo motivo i miei genitori mi hanno comprato un notebook da usare a casa».


«Per me studiare è diventato più facile.»


Sophie, alunna dell’ottava classe.


Friburgo 4.0 – il cantone digitalizzato


Nel suo rapporto sulla legislatura, il governo del Canton Friburgo si pone l’obiettivo di assumere un ruolo leader nella digitalizzazione. Tra dieci anni tutti i servizi del cantone dovranno essere fruibili in modalità digitale. La piattaforma cloud fribox è un elemento importante per la digitalizzazione del cantone. Il prossimo passo previsto è il rollout per 500 collaboratori e studenti dell’Alta Scuola Pedagogica. Dopodiché si penserà a definire la soluzione di archiviazione adatta per i 50 000 scolari e studenti e i circa 10 000 collaboratori del cantone.





Newsletter

Abbonarsi ora alla newsletter per essere aggiornati su tendenze, news del settore e indici.





Maggiori informazioni