In Svizzera l’invio di massa di pubblicità via e-mail (spam) è espressamente vietato dal 1º aprile 2007. Le e-mail pubblicitarie che non hanno relazione diretta con un contenuto da voi richiesto sono considerate sleali quando il mittente omette di chiedere preliminarmente il vostro consenso (sistema opt-in). Eccezione: se all’acquisto di merci, opere o prestazioni indicate le vostre informazioni di contatto, non è sleale l’invio di pubblicità di massa per merci, opere e prestazioni proprie analoghe. Inoltre, la legge impone l’obbligo di menzionare correttamente il mittente dell’e-mail e offrire una possibilità agevole e gratuita per opporsi all’invio di ulteriori messaggi. Maggiori informazioni sono disponibili nella scheda informativa «Spam - Spamming - Spammer» sul sito web dell’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM).

La pubblicità di massa sleale via e-mail proveniente dalla rete di telecomunicazioni di Swisscom (Svizzera) SA o inoltrata tramite essa può essere denunciata all’indirizzo e-mail dedicato spamreport@bluewin.ch. Vi preghiamo di inoltrarci l’e-mail di spam completa verificando di aver incluso l’intestazione completa (il c.d. header). L’intestazione è riconoscibile da una o più righe «Received». Se avete bisogno di aiuto per identificare l’intestazione consultate la documentazione del vostro programma e-mail o rivolgetevi al produttore dello stesso. Se oltre alla semplice denuncia desiderate informazioni sugli elementi d’indirizzo, come il nome e l’indirizzo, del cliente o della cliente dai cui collegamenti è stata inviata la pubblicità di massa sleale, inoltrate la vostra richiesta per iscritto, allegando l’e-mail di spam completa incl. intestazione, al seguente indirizzo:

 

Swisscom (Svizzera) SA

Security Monitoring & Incident Response

Binzring 17

Casella postale

CH-8045 Zurigo

 

Vi chiediamo di confermare nella lettera di non aver richiesto le stesse informazioni al mittente dell’e-mail pubblicitaria, di non aver mai espresso il consenso alla ricezione di materiale pubblicitario e di non aver mai fornito le vostre informazioni di contatto in occasione di un acquisto di beni o servizi. NB: spesso nelle e-mail di spam l’indirizzo indicato come mittente non è responsabile dell’invio dell’e-mail. Non è raro che gli spammer abusino di computer infettati per inviare le e-mail. Per questo in molti casi il tracciamento degli spammer risulta impossibile per ragioni tecniche. Swisscom (Svizzera) SA fa tutto il possibile per proteggere i suoi clienti e le sue clienti dall’invio di pubblicità di massa sleale, ma può bloccare solamente la pubblicità di massa sleale inviata o inoltrata tramite la sua rete di telecomunicazione.