Wolf testa

BlackBerry is back!

È risorto: perché il Blackberry Priv convince nuovamente.

Peter Wolf

brightcoveVideo_skipAdTitle
brightcoveVideo_skipAdCountdown
brightcoveVideo_skipAdRest
brightcoveVideo_skipAdForReal

 

Prima, quando i telefoni cellulari non sapevano fare quasi nulla e il BlackBerry permetteva già di usare lʼe-mail in mobilità e gestire il calendario, ci si poteva ritenere fortunati se la propria azienda metteva a disposizione un tale strumento per aumentare la produttività. Per scopi privati il BlackBerry non si poteva invece utilizzare perché era necessario un server gestito dal reparto IT aziendale. Il cellulare nero con la rotella di scorrimento era un vero e proprio status symbol. In più, non solo aveva la migliore tastiera allora disponibile sul mercato, ma consumava anche poco in termini di dati ed energia ed era estremamente sicuro e robusto.

 

Anche oggi chi ha il nuovo BlackBerry può dirsi fortunato, ma per altri motivi.

 

Pratico: la tastiera estraibile è anche un touchpad.

 

La tastiera fisica, che in quanto veterano del BlackBerry a me è sempre mancata più di tutto il resto in tutti gli altri smartphone che ho avuto, sorprendentemente non è il motivo principale. Continua ad essere molto comoda per digitare (in fondo allora scrivevo tutti i miei articoli sul BB), ma anche la tastiera virtuale che propone le parole è comoda.

Anche oggi chi ha il nuovo BlackBerry può dirsi fortunato, ma per altri motivi rispetto al passato.

Ci sono però altri argomenti a favore della tastiera estraibile: allunga il telefono e può funzionare anche da touchpad. Queste due caratteristiche abbinate permettono di effettuare lo scrolling di lunghe e-mail, liste o siti Web senza coprire con le dita lʼimmagine sul display. Inoltre, è possibile inserire con maggiore semplicità comandi rapidi da tastiera, password o brevi testi.

 

Soluzione innovativa: la password di sblocco intelligente con una combinazione di cifra e immagine.

 

Il display OLED arrotondato lateralmente ha un aspetto moderno ed è piacevole da tenere in mano.

 

Anche il fatto che lʼaltoparlante sia ubicato sul lato anteriore del telefono, proprio sotto la tastiera, e non venga quindi coperto dalla mano che tiene lʼapparecchio è sicuramente un vantaggio. Questo per quanto riguarda lʼesterno,

 

ma anche lʼinterno è convincente.

Le funzionalità infatti si sono evolute: il BlackBerry Priv ha abbandonato il sistema operativo proprietario e ora utilizza Android. Ciò significa in primo luogo che per la prima volta gli utenti BlackBerry possono scegliere tra un numero sufficiente di ottime app! Nonostante ciò la sicurezza non viene trascurata: la app di bordo «DTEK by BlackBerry» valuta lo stato di sicurezza dellʼapparecchio, spiega il verdetto e fornisce raccomandazioni sugli aspetti che possono essere ulteriormente migliorati.

 

Sicurezza: la app «DTEK by BlackBerry» verifica costantemente lo stato della sicurezza.

 

Residui del vecchi tempi sono lʼeccezionale BlackBerry Messenger BBM che ora esiste anche per altri sistemi operativi e il BlackBerry Hub che riunisce e visualizza notizie provenienti da diverse fonti.

 

Il consiglio extra di Swisscom

Mobile Security consente di accedere ovunque e in qualsiasi momento ai propri dati e applicazioni in modo sicuro. Swisscom analizza le vostre esigenze legate al business e riduce lʼintegrazione di smartphone e tablet agli aspetti rilevanti. Per un utilizzo sicuro Swisscom ne deriva proposte di soluzione basate sulle tecnologie più adatte, tra cui lʼintegrazione sicura dei dispositivi mobili nella vostra azienda, lʼaccesso protetto alle applicazioni aziendali essenziali e lʼutilizzo sicuro di dati privati e aziendali su un unico apparecchio.

Per ulteriori informazioni

Peter Wolf

Peter Wolf (50) si occupa di tecnica da sempre. Per diversi anni è stato trend scout ed esperto di social media per la Ringier. Oggi lavora a tempo parziale presso e-foresight e così nella primavera 2014 è entrato a far parte del personale Swisscom. Inoltre, scrive regolarmente editoriali e test di app per diverse pubblicazioni.