Sotto la lente

Lo spettrometro contro i farmaci falsificati

01

Spettrometro

Sulle tracce dei farmaci falsificati

Con LinkSquare la start-up californiana Stratio ha sviluppato uno spettrometro che, per il momento, sarà utile a tutti i consumatori che ordinano farmaci via Internet. Lʼapparecchietto, che può essere collegato allo smartphone con un cavo USB, mediante analisi della lunghezza dʼonda luminosa è in grado di verificare se la pastiglia contiene veramente ciò che è indicato sulla confezione o sul foglietto illustrativo. I risultati dellʼanalisi effettuata con LinkSquare vengono inviati, tramite una app per smartphone, alla banca dati di Stratio e confrontati con le informazioni affidabili sui farmaci che essa contiene. Se vengono constatati scostamenti rispetto alla composizione standard, lʼutente sa quanto meno di essere stato imbrogliato da una «farmacia» online poco seria. 

Presto uno spettrometro per gli alimenti?

Una situazione che, a quanto pare, si verifica piuttosto frequentemente. Secondo lʼInterpol infatti, solo lʼanno scorso sono state sequestrate più di 20 milioni di confezioni di farmaci falsificati che sono state spedite via Internet. I dati reali del fenomeno sommerso sono, come già dice il termine, sconosciuti. Per il futuro Stratio ha in programma di estendere la propria tecnologia spettrometrica dai farmaci agli alimenti, in modo tale che sia possibile scoprire, ad esempio, false dichiarazioni relative a prodotti a base di carne o pesce.

Stratio Technology

04

Internet TV

La I-TV migliorerà molto

Una cosa è certa, già negli scorsi anni la televisione è cambiata completamente. Unʼaltra cosa è altrettanto chiara: questo è solo lʼinizio. I ricercatori di mercato statunitensi di IDC sono assolutamente certi che nei prossimi dieci anni bisogna attendersi ulteriori profondi cambiamenti riguardo alla Internet Television. Naturalmente i contenuti, che Netflix offre ormai in 100 nazioni, verranno ulteriormente ampliati, anche da parte di operatori che oggi non esistono ancora. Per lo spettatore dovrebbe essere interessante il fatto che in futuro ci saranno sempre più offerte di programmi in diretta, naturalmente anche registrabili, i quali in alcune situazioni, come ad esempio durante le elezioni o la campagna elettorale, risultano più interessanti di un film o di una serie che invece possono comunque essere visti in qualsiasi momento secondo le proprie preferenze. Oltre a causare una massiccia rivoluzione delle strategie e tecnologie pubblicitarie connesse, le offerte della I-TV del futuro si trasferiranno sempre più sui social network. Anche per Netflix e Facebook la capacità di innovazione a livello interno non sarà certo meno necessaria!

IDC

02

Tablet con Windows

Ottima interfaccia, ma non solo

Con lʼesperienza si migliora o si diventa addirittura bravi. A parte Microsoft, non cʼè nessunʼaltra azienda dotata di una grande influenza a livello globale che abbia fatto propria questa affermazione in ugual misura. Che Windows 10 sia veramente buono, lo hanno notato e confermato ormai alcune centinaia di milioni di utenti. Ora poi, con lʼultimo Surface Book, i tecnici di Redmond lanciano un apparecchio che, a differenza del primo tentativo effettuato nel 2012 rivelatosi un flop, risulta veramente convincente. Naturalmente è basato su Windows 10, ma non è tutto, si tratta di un notebook veramente versatile, che non disdegna il confronto con prodotti Apple comparabili. Ora attendiamo con ansia i dati relativi alle vendite! La mia idea – no, non ho in portafoglio azioni Microsoft – è che i dati saranno convincenti.

Microsoft Surface

03

Lenti a contatto intelligenti

Novartis e Google per i diabetici

Il gruppo farmaceutico svizzero Novartis vuole supportare attivamente gli sforzi di Google X, la divisione ricerca dellʼazienda specializzata in motori di ricerca e pubblicità, per lo sviluppo di una lente a contatto intelligente per diabetici. In altre parole: Novartis è evidentemente convinta che lʼapproccio di Google sia molto promettente dal punto di vista tecnologico e, per poter raggiungere la maturità per il mercato, necessiti dellʼassistenza di esperti in campo medico-chimico. O, viceversa, è chiaro che il gigante basilese della chimica pensa di poter imparare qualcosa dal know-how tecnologico dei californiani. Comunque sia, il prototipo di lente di Google misura costantemente i valori di glucosio presenti nel liquido lacrimale del portatore e invia i dati alla relativa app per smartphone, in modo tale che il diabetico venga avvisato per tempo di prevedibili conseguenze negative. Il lancio della nuova lente è previsto entro la fine di questʼanno.

Lenti a contatto intelligenti Novartis/Google

05

Silicon Valley vs. Switzerland

Il futuro del controllo delle nascite arriva dalla Svizzera

Qualche giorno fa ho avuto un colloquio telefonico con Lea von Bidder. Attualmente Lea vive a San Francisco ed è co-fondatrice della start-up svizzera Ava. Mi ha raccontato con orgoglio che il numero di prenotazioni per il suo «smart wearable» ha superato nettamente le aspettative. Il braccialetto dotato di sensori si rivolge alle donne che vogliono restare incinta e riuscire a prevedere con esattezza lʼovulazione. La consegna della prima serie di apparecchi è prevista per metà anno. Ava si è data una struttura su scala globale:

Ricerca e sviluppo sono in Svizzera: la competenza svizzera di Medtech e i contatti con il reparto ricerca dellʼospedale universitario di Zurigo consentono di sviluppare una soluzione tecnicamente superiore.

Il software è sviluppato da un partner dellʼEuropa dellʼEst, non solo per motivi legati ai costi, ma anche per la disponibilità di buoni sviluppatori.

Il lancio sul mercato avviene parallelamente in Svizzera e negli Stati Uniti, per sfruttare i vantaggi del mercato nazionale (Svizzera) rivolgendosi però al contempo anche a uno dei più grandi mercati a livello mondiale (USA).

Ora sono impaziente di sapere come si evolverà il settore della «e-Health per le donne». Per molto tempo si è infatti avuta lʼimpressione che lʼargomento venisse trascurato, ma lʼintegrazione del monitoraggio del ciclo nella Health App di Apple e le app per la fertilità come Glow dimostrano ora che si tratta di un campo molto promettente.

Ava

Penny Schiffer lavora come consulente e mentore di start-up e fa parte di diverse giurie. È sempre alla ricerca di innovazioni per Swisscom e per questo si reca regolarmente nella Silicon Valley come talent scout.