News sui prodotti

Soldi dalla crowd e aiuto nella ricerca di animali smarriti

Work Smart

I collaboratori desiderano lavorare in maniera flessibile

In qualità di responsabile di progetto dell’iniziativa “Work Smart”, Bigna Salzmann ha concepito e accompagnato lo svolgimento della prima settimana “Work Smart”.

Nel 2015 si è svolta per la prima volta, invece degli Home Office Days organizzati in precedenza, una settimana “Work Smart”. Per quale motivo?

Home Office è nel frattempo divenuta una voce di uso corrente di Outlook. Ma lavorare in modo “smart” è molto di più di un dato sul luogo in cui si lavora. In che modo la digitalizzazione influenza il nostro stile di lavoro e di vita? Cosa significa per la direzione e per la responsabilità individuale? Il nuovo nome sta ad indicare un impegno più intenso nell’ambito delle forme di lavoro flessibile.

Quali questioni impegnano maggiormente le aziende per quanto riguarda le forme di lavoro flessibile?

Il tema del Work Smart viene riconosciuto in maniera crescente come un tema riguardante il personale e la culturale. Cresce il desiderio dei collaboratori di avere modelli flessibili dl lavoro. Nel contempo tuttavia emerge anche molta insicurezza al riguardo: Quante regole sono necessarie nel quotidiano? Cosa mi è consentito fare e cosa è tabù? Ai quadri dirigenti spetta perciò un ruolo centrale, anche come modelli. Per fare in modo che si possano conciliare le esigenze di controllo e la fiducia, abbiamo sviluppato delle linee guida per i quadri dirigenti.

40 aziende hanno sottoscritto la Carta “Work Smart” per il lavoro flessibile e secondo un nuovo studio di MSM, la flessibilità nel lavoro rimane ancora per la metà delle aziende intervistate un’«eccezione». Come pensa che possano arrivare a condividere la vostra causa?

Con esempi concreti presi dall’economia svizzera, vogliamo dare ulteriore impulso per il cambiamento e documentare le possibilità esistenti. Il nostro obbiettivo è di raccogliere le conoscenze e le esperienze esistenti e metterle a disposizione di altri, ed inoltre di fungere come piattaforma per le domande. Chi volesse approfondire questa tematica, trova sul nostro sito web in continuazione indicazioni aggiornate sugli eventi organizzati.

Linee guida per quadri dirigenti: Il team produttivo Studio MSM: Il posto di lavoro del futuro – le possibilità dell’azienda mobile (in tedesco) Lasciate il segno: Carta Work Smart

«Ora sta alle aziende sfruttare questa forma di finanziamento alternativa e conquistare i favori della crowd.»

Beat Oberlin, CEO von BLKB

Credito dalla crowd

La prima banca svizzera apre un market place per il crowdlending

Attraverso la propria piattaforma di crowdfounding «miteinander-erfolgreich.ch» la Banca cantonale di Basilea Campagna (BLKB) dalla metà di luglio è la prima banca svizzera a offrire crediti dalla crowd per le imprese. Le banche hanno buoni motivi per entrare nel settore del credito alternativo, in quanto il crowdlending è molto popolare. Ogni anno in Europa vengono concessi secondo il

principio del crowdlending – senza partecipazione di una banca – 265 milioni di euro di crediti privati e già 93 milioni di euro di crediti commerciali. Secondo il Crowdfunding Monitor della Hochschule Luzern, in Svizzera il volume dei crediti dalla crowd è raddoppiato passando dagli 1,8 milioni di franchi svizzeri del 2013 a 3,5 milioni nel 2014.

Conquistare i favori della crowd

Su miteinander-erfolgreich.ch le aziende che esistono già da almeno tre anni possono bandire progetti per un importo minimo di 20’000 e un importo massimo di 100’000 franchi. Un primo progetto è già online: Bondo Milano, una piattaforma di e-commerce per tessili organici, vuole finanziare 70’000 franchi tramite il crowdlending. Beat Oberlin, CEO della BLKB, sull’apertura della piattaforma di crowdlending: «Ora sta alle aziende sfruttare questa forma di finanziamento alternativa e conquistare i favori della crowd. Saremo lieti di ricevere progetti interessanti di aziende della regione e di tutta la Svizzera». La base per il market place è rappresentata dalla piattaforma di crowdfunding di Swisscom, ampliata in stretta collaborazione tra la BLKB e Swisscom.

Alla piattaforma di crowdlending della BLKB Ulteriori informazioni sulle offerte di banking di Swisscom

Processi commerciali digitali

I sei consigli principali per la Smart Enterprise

Una manutenzione previdente e modelli commerciali di nuova concezione basati sui dati: la raccolta e l’analisi di dati tratti da processi industriali permettono di fare moltissime cose. Affinché anche la vostra azienda possa usufruire delle opportunità offerte dalla prossima rivoluzione industriale, Swisscom ha riassunto per voi sotto forma di consigli sei importanti risultati di progetti pionieristici. Un consiglio è ad esempio raccogliere solo i dati effettivamente rilevanti per un utilizzo volto alla creazione di valore da parte vostra. Su questo punto gli esperti sono concordi: al centro della prossima rivoluzione industriale ci sono i dati. Tuttavia non serve a nulla rendere una macchina semplicemente «intelligente» dotandola di tutti i possibili sensori. È importante invece che le aziende definiscano prima qual è l’applicazione specifica. Si tratta dello sviluppo di una nuova generazione di macchine ulteriormente migliorata? Allora potrebbero essere interessanti ad esempio i dati di esercizio, come i Key Performance Indicators (KPI) degli impianti esistenti.

Per ulteriori consigli su rilevazione, analisi e forza innovativa dei vostri dati cliccate qui.Informazioni, video e molto altro sul tema Smart Enterprise

Corporate Responsibility

Miteinander für Nachhaltigkeit

Swisscom kennzeichnet ab sofort Produkte und Dienste, die Sie und Ihre Mitarbeitenden bei einem nachhaltigen Lebens- und Arbeitsstil unterstützen. Dank dem neuen Symbol erfahren Sie, wie Sie im Alltag den Stromverbrauch reduzieren, wie Sie sich in der digitalisierten Welt sicher bewegen und digitale Medien verantwortungsvoll nutzen. Als Arbeitgeber können Sie zudem nicht nur die Effizienz sondern auch die Life-Balance und somit die Motivation Ihrer Mitarbeiter steigern.

Tipps für einen nachhaltigen LebensstilICT für einen nachhaltigen Arbeitsstil

Petpointer

Aiuto, il mio gatto è scomparso

Ogni anno in Svizzera scompaiono decine di migliaia di cani e gatti, molti per sempre. Ora la ditta HergTech AG promette aiuto. L’azienda, una controllata della Centrale svizzera animali smarriti, ha sviluppato un sistema basato su GPS per la localizzazione di animali. Grazie al Petpointer potete sapere in qualsiasi momento dove si trova il vostro tesoro, non importa se fuori o dentro casa, entro i confini elvetici o in vacanza in Paesi stranieri. Il proprietario vede in ogni momento sul proprio cellulare, tablet o PC dove si trova l’animale domestico. Swisscom è partner per la comunicazione della HergTech AG alla quale fornisce la tecnologia necessaria per il collare per animali più piccolo e meglio interconnesso del mondo. Il tracker GPS unisce la tecnologia di localizzazione a una modernissima tecnica di comunicazione.

Per ulteriori informazioni

PWLAN in a Box

Public WLAN anche per le piccole sedi

Le esigenze di clienti, ospiti e visitatori in fatto di connessione wireless a Internet sono in costante e rapido aumento. Con PWLAN in a Box di Swisscom potete usufruire di un Public Wireless Hotspot professionale, che copre in modo mirato piccole sedi aziendali come ristoranti, bar o sale di attesa. La soluzione vi permette di affrontare con tranquillità e soddisfare in modo ottimale le richieste dei vostri clienti di un accesso a Internet WLAN ad alte prestazioni. Potete ordinare PWLAN in a Box e il relativo accesso con la massima comodità e semplicità. Il pacchetto fornito da Swisscom include tutti i componenti tecnici, le istruzioni per l’installazione e un adesivo promozionale. La soluzione può essere messa in funzione in modo facile e veloce.

Per ulteriori informazioni