Scena del gioco: Ragazza in piedi sulla riva che guarda il mare e il tramonto
5 min

Cinque videogiochi per combattere la noia della quarantena

L’isolamento sociale, la mancanza di esercizio fisico e la noia: la limitata libertà di movimento durante la crisi dovuta al coronavirus può avere forti ripercussioni sull’umore. Vi presentiamo cinque videogiochi attuali con i quali potrete combattere la monotonia, talvolta opprimente, della quotidianità ai tempi del coronavirus. 

Contro la frustrazione delle vacanze  

«Animal Crossing: New Horizons»  (Nintendo Switch) 

Con il bel tempo e l’aumento delle temperature, in molte persone sta anche crescendo la voglia di estate, spiaggia e caldo. Tuttavia, al momento una concreta pianificazione delle vacanze è purtroppo impensabile.  

Con «Animal Crossing: New Horizons» potete prenotare almeno vacanze virtuali. Con l’acquisto del videogioco, il giocatore compra un biglietto di sola andata per un’isola tropicale solitaria dove potrà iniziare una nuova vita in paradiso. Chi persevera e si prende quotidianamente cura dell’isola può trasformare il pezzo di terra deserta in un vivace villaggio sulla spiaggia con numerosi negozi, musei, ristoranti e amici animali. 

Su una console Nintendo Switch, possono vivere su un’isola condivisa fino a 8 giocatori. Inoltre, potete visitare gli amici di tutto il mondo sulle loro isole o invitarli a visitare la vostra. 

In conclusione: il bizzarro simulatore di vita di Nintendo è un rimedio efficace contro la nostalgia dei paesi lontani e vi farà vivere la sensazione di una vacanza da sogno virtuale con un gameplay rilassante. 

Per non abbandonarsi alla sedentarietà  

«Ring Fit Adventure» (Nintendo Switch) 

Quando il tragitto quotidiano per recarsi al lavoro si riduce a pochi passi dal letto alla scrivania, anche i più pigri iniziano a valutare seriamente di muoversi un po’ di più. 

 «Ring Fit Adventures» risponde a questa esigenza regalando un grande slancio nelle vostre quattro mura domestiche. A differenza dei «veri» videogiochi di fitness o delle app, l’allenamento con «Ring Fit Adventure» si svolge in termini puramente ludici. 

In questo colorato gioco di ruolo sul fitness, il giocatore esplora vasti mondi e combatte innumerevoli avversari in battaglie a turni con oltre 60 esercizi di fitness. 

Per eseguire gli esercizi i due controller della Switch sono collegati ad accessori aggiuntivi, che ricalcano con precisione i movimenti del giocatore nelle azioni di gioco. Soprattutto l’anello di fitness pieghevole è usato in modo creativo e garantisce un ottimo allenamento muscolare. 

In conclusione: gli esercizi di fitness intensivi di «Ring Fit Adventures» rappresentano un fantastico rimedio contro la sedentarietà e, grazie all’aspetto puramente ludico, motivano anche i più affezionati al divano di casa. 

Rimanere mentalmente in forma  

«Brain Training del Dr. Kawashima» (Nintendo Switch) 

Chi durante la quarantena, oltre a rimanere in ottima forma fisica, vuole tenere sveglia anche la mente, troverà nel simpatico Dr. Kawashima il compagno di allenamento ideale per la propria dose giornaliera di acrobazie cerebrali. 

Con il «Brain Training del Dr. Kawashima» potete allenare quotidianamente le vostre prestazioni cerebrali con l’aiuto di numerosi piccoli esercizi. Punto di forza: le prestazioni del giocatore vengono confrontate con i dati di studi neuroscientifici reali e sommate per calcolare l’«età cerebrale». L’obiettivo a lungo termine del gioco è quello di ottenere e mantenere l’età cerebrale ottimale di 20 anni.  

In conclusione: chi in quarantena non è sufficientemente stimolato mentalmente, può usare il Dr. Kawashima per portare la propria mente al massimo delle prestazioni. 

Vivere la creatività

«Dreams» (PlayStation 4) 

Lavorare in modo creativo può essere un rimedio efficace contro la noia. Chi riesce a dedicarsi pienamente a un progetto creativo, prova una sensazione di grande soddisfazione e spesso entra in uno stato di «flow», ovvero il mondo fuori si ferma e il tempo vola. 

Ma essere creativi non è così facile nella monotonia quotidiana delle proprie quattro mura domestiche. Il singolare videogioco Do-It-Yourself «Dreams» può essere la scintilla che accende il fuoco creativo in quarantena. Con «Dreams» il giocatore può sviluppare i propri giochi (o cortometraggi) in modo molto facile e divertente.  

Anche senza competenze di programmazione o altre conoscenze per lo sviluppo di videogiochi, «Dreams» può essere utilizzato per realizzare progetti incredibilmente complessi e graficamente impressionanti, sia che si tratti di uno sparatutto, di un gioco di corse o di un jump’n’run. 

Naturalmente è anche possibile giocare e sviluppare i giochi di altri sviluppatori di «Dreams». La motivazione a lungo termine è garantita. 

In conclusione: chi vuole stimolare la propria creatività, con «Dreams» può trasformare i suoi sogni più sfrenati in realtà e contrastare così la noia della vita quotidiana in quarantena. 

Contro l’isolamento sociale 

«Fortnite» (PC, Mac, XBox One, PlayStation 4, Nintendo Switch, Android, iOS) 

Allo stadio di calcio, nelle gare di corsa o in quelle di sci: nella vita quotidiana «normale» viviamo sempre più spesso situazioni in cui siamo circondati da molte persone tutte radunate per lo stesso motivo: divertirsi insieme. In quarantena perdiamo completamente il piacere di stare insieme. 

Videogiochi Battle Royale come «Fortnite» o «Call of Duty:  Warzone» rispecchiano questa sensazione, almeno in parte, per l’alto numero di giocatori in una partita. In questi videogiochi fino a 150 giocatori si incontrano contemporaneamente per giocare l’uno contro l’altro. 

E anche se si tratta principalmente di «scontrarsi» e non di «giocare insieme», le grandi partite trasmettono comunque un senso di comunità. Dopotutto, siamo tutti qui per divertirci insieme. Che vinca il migliore. 

In conclusione: con «Fortnite» e altri rappresentanti del genere Battle Royale, i giocatori possono divertirsi insieme in grandi gruppi almeno virtualmente. 

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*

Leggete ora