#SnowDrawings: Messaggi gelati dei fan

Come «Heidi» scrive nella neve

I robot si chiamano «Heidi», «Rosie» e «Berta». In origine erano tre semplici sgombraneve, ma ora includono una tecnologia d’avanguardia e verranno utilizzati ai CM di sci di St. Moritz. Al momento prestabilito tracceranno autonomamente disegni unici nella neve.

Laurent Seematter (testo), 17 gennaio 2017

Qui vinsero l’oro Gustav Thöni, Franz Klammer e Anja Pärson. Tra il 6 e il 19 febbraio i migliori atleti al mondo si misureranno per la quinta volta a St. Moritz. In nessun’altra località delle Alpi come qui in Engadina i fan vanno così pazzi per lo sci. Anche quest’anno, oltre 600 atleti di 70 Paesi potranno contare su un tifo partecipato. In particolare le stelle dello sci svizzero Lara Gut, Wendy Holdener, Carlo Janka, Daniel Yule, Patrick Küng e Beat Feuz: riusciranno a fare loro l’agognata medaglia d’oro?  

 

 

Il sostegno dei fan scritto nella polvere


Sono alla caccia di un posto sul podio anche i mattatori locali, che potranno contare su un appoggio finora inedito in questa forma: con il progetto #SnowDrawings Swisscom offre ai fan una piattaforma attraverso la quale sostenere gli sportivi con i propri slogan e auspici, che verranno utilizzati da un team internazionale di cui fanno parte tecnici, artisti e esperti di logistica. Al centro dell’attenzione i tre robot «Heidi», «Berta» e «Rosie», ex sgombraneve convenzionali che gli ingegneri hanno trasformato in robot semoventi.

 

 

 

 

 

Una sfida tecnologica


Per Yifei Chai, dell’agenzia pubblicitaria londinese UNIT9, il progetto ha rappresentato una sfida enorme. Alla ricerca di un'idea che collegasse tecnica, natura e fan dello sci l'agenzia inizialmente ha seguito più idee. «Finalmente abbiamo deciso di impiegare gli sgombraneve automatizzati.» E così è nata l’idea di «Heidi», «Berta» e «Rosie».

 

Come aggiunge Yifei Chai: «Per questo progetto abbiamo persino sviluppato caratteri di scrittura adattati al movimento continuo degli sgombraneve.» Prima di poter essere incisi nella neve, i messaggi dei fan devono essere convertiti in una matrice di coordinate spaziali che valutano le condizioni del terreno. Questi dati vengono infine trasmessi agli sgombraneve robotizzati.

 

 

Il direttore creativo Yifei Chai spera in condizioni d'innevamento ottimali. 

 

 

Precisione al centimetro

 

Per le macchine con «aderenza al terreno» la sfida non fu meno importante. «Heidi», «Berta» e «Rosie» vengono comandate dal sistema di navigazione GPS ultrapreciso dell’impresa svizzera U-Blox, supportato da una rete 4G-Netz appositamente installata. Grazie a questa integrazione in rete le macchine sono in grado di trasmettere i messaggi dei fan alla neve con una precisione al centimetro. Non manca altro che la giusta quantità di neve. Le opere d’arte successivamente saranno esposte al pubblico su una superficie grande quanto dodici campi di calcio.

 

 

La pista da sci indoor nei pressi di Londra fornisce abbastanza neve polverosa per i preparativi dello #SnowDrawings.

 

 


Subito alla tastiera!

 

Ora tocca a lei. Visiti il sito internet #SnowDrawings e lasci un messaggio di sostegno al suo atleta preferito o alla sua atleta preferita. Con un pò di creatività e di fortuna il suo messaggio apparirà presto nel manto bianco di St. Moritz!

 


 

#SnowDrawings  

I fan possono inviare il loro messaggio sulla piattaforma online #SnowDrawings. I messaggi più originali verranno «incisi» dagli sgombraneve telecomandati!

 

 

 

 

 

Partecipate alla discussione

 

Quali atleti di sci sosterrà con un messaggio personale?

 

Condizioni di impiego

Grazie per il vostro contributo. I commenti dei lettori vengono pubblicati da lunedì a venerdì.

 

Altre Storie