Denaro virtuale

Pagare con il cellulare

La sfida dell’autore: pagare per una settimana solo con il cellulare. Per vivere è abbastanza, per le emergenze paga la fidanzata. Ma l’offerta non è ancora molto ampia.

Hansjörg Honegger, 6 agosto 2016

«Ti puoi nutrire con i distributori automatici Selecta». Questo valido consiglio ha dato lo spunto: vivere per una settimana solo con le app per i pagamenti. In altre parole, niente contanti, niente carta di credito, niente carta EC. Solo io e il cellulare. I distributori automatici Selecta sono noti per la possibilità di pagare barrette di cioccolato e drink energetici con un SMS n caso di emergenza. Ecco queste erano le regole del mio esperimento.

 

 

La scelta della ap

 

Come prima cosa volevo conoscere le soluzioni disponibili sul mercato. A prima vista, l’offerta è variegata anche se i maggiori offerenti del settore come Apple, Google o Amazon non sono ancora attivi in Svizzera. Migros è agli esordi con una propria app per pagamenti. Postfinance gestisce Twint, utilizzata da Coop e da alcune centinaia di piccoli dettaglianti. UBS, ZKB, Six e Swisscom stanno muovendo i primi passi con Paymit. Queste sono le offerte principali, ma ci sono anche piccoli operatori e catene di negozi con app per pagamenti proprie che rivestono un ruolo marginale e non vale la pena installare se non si è loro clienti abituali.

 

 

Con la app Migros si paga alla cassa con un codice digitale.

 

 

Corrispondenza postale indispensabile

 

Decido per le tre app citate che dovrebbero permettermi di sopravvivere per una settimana. Le installo, mi registro e via... oppure no? Si tratta pur sempre di soldi, una cosa seria. La sicurezza ha la massima priorità e questo non è un male, anche se la configurazione mi dà sui nervi. Per Twint devo scansionare la mia carta d’identità con il cellulare. Si fa piuttosto in fretta. Purtroppo la mia banca non è membro del network e questo rende la faccenda un po’ più complicata. Devo compilare un modulo di addebito diretto, stamparlo, firmarlo e spedirlo per posta.

 

Particolare non trascurabile: se avessi un cellulare Windows Phone, il mio esperimento finirebbe qui. Infatti sono supportati solo iOS e Android, e ciò vale per tutte e tre le app. L’acquisto alla Migros viene addebitato sulla carta di credito e la configurazione di questa app è la più veloce, ma il collegamento alla carta Cumulus della mia ragazza riesce solo al terzo tentativo. Tra parentesi, la mia ragazza ha un ruolo sempre più importante nell’esperimento.

 

 

1/3 Con Paymit non si può ancora pagare nei negozi, ma si può versare del denaro ad altri utenti dotati di cellulare.(Screenshot della versione tedesca)

2/3 Twint si può utilizzare in circa 1500 negozi, ad esempio nelle filiali Coop.(Screenshot della versione inglese)

3/3 Con la app Migros si può pagare solo alla Migros. Sono compresi una lista della spesa, buoni Cumulus e informazioni sulle promozioni. (Screenshot della versione tedesca)

1/3 Con Paymit non si può ancora pagare nei negozi, ma si può versare del denaro ad altri utenti dotati di cellulare.(Screenshot della versione tedesca)

 

 

Da top a flop

 

Dopo circa due settimane sono pronto: app Migros, Twint e Paymint sono installate, il denaro è stato versato, i conti sono sbloccati, la posta ha fatto il suo dovere e il primo acquisto è imminente. Prima tappa: una filiale Migros di medie dimensioni nell’Oberland zurighese. Sono nervoso. Sabato mattina, grandi acquisti, il negozio è pieno di clienti impazienti e io faccio la coda con il cellulare fra le mani sudate.

Lo ammetto, sono nervoso. Sabato mattina, grandi acquisti, il negozio è pieno di clienti impazienti e io faccio la coda con il cellulare fra le mani sudate. Verdura, carne, qualche articolo per l’igiene personale scorrono sul nastro e io allungo il mio cellulare alla cassiera, balbetto qualcosa di «pago con il cellulare» e faccio la parte dello stupido. L’anziana signora non batte ciglio, scansiona il codice a barre per la carta Cumulus come se niente fosse, quindi devo digitare il PIN, viene scansionato il secondo codice a barre ed è fatta. «Finito», sorride la cassiera incoraggiandomi. Il signore anziano sembra un po’ sfiduciato. L’intera operazione di pagamento ha richiesto molto più tempo di quella con la carta EC.

 

 

Alle casse della Coop il pagamento può essere eseguito anche con Twint.  

 

 

Subito mi reco alla Coop vicina. Non si vive di sola verdura, ci vuole anche un bicchiere di buon vino. Alla cassa con risolutezza tiro fuori il mio cellulare, credendo di tenerlo al posto giusto e raccolgo uno sguardo confuso della cassiera. La app Twint funziona con Bluetooth e un cosiddetto Beacon che dovrebbe riconoscere il cellulare ed eseguire il pagamento. Il condizionale è d’obbligo. Chiedo alla cassiera se mi può consigliare. Vorrei pagare con il cellulare. È perplessa. Dietro di me uno mormora con crescente impazienza «sempre queste diavolerie moderne». Perdo le staffe, prendo il mio portafoglio e pago in contanti. Questa è in sintesi una settimana senza contanti. 

Qui ricorro a un trucco davvero conveniente: faccio pagare alla mia ragazza.
Il resto della settimana si riassume velocemente: quando funziona, il pagamento con Twint è davvero semplice. Fino a 40 franchi, l’importo viene semplicemente detratto, oltre questa cifra devo dare il mio OK. Un chiaro vantaggio rispetto alla app Migros. Lo svantaggio delle due soluzioni: sono poco diffuse. Soprattutto nei ristoranti il pagamento senza contanti con il cellulare non è ancora molto comune. Qui ricorro a un trucco davvero conveniente: faccio pagare alla mia ragazza. Ma le restituisco la mia parte con la app Paymit. Con questa app è possibile trasferire denaro da un cellulare all’altro. Non nel vero seno della parola, poiché sarebbe troppo poco sicuro, ma il risultato è questo. Una soluzione pratica quando diverse persone devono dividere un conto o uno non ha contanti.

 

 

In conclusione: abbastanza pratiche


Twint, la app di Coop – che tra l’altro funziona senza problemi in altri negozi – mi convince per la semplicità di utilizzo: niente PIN, solo un OK e il pagamento è fatto. Con la mappa sul sito Twint si possono trovare velocemente i negozi aderenti. Il pagamento con la app Migros è un po’ più complicato che con una carta EC, in compenso si hanno sott’occhio le varie promozioni, tutti i buoni sono sempre a portata di mano approfittandone sempre e ovunque. Paymit è ancora agli esordi e al momento si può solo versare denaro.
 
Non ho mai dovuto ricorrere a un distributore automatico Selecta. Gli orari di apertura dei negozi dei maggiori dettaglianti e delle stazioni sono generosi. 

 

Le tre app per pagamenti
 
Twint

Gestore: Postfinance, circa 1500 negozi tra cui Coop, 69 shop online e le FFS hanno annunciato il loro interesse. Twint e Paymit a breve diventeranno una sola.
Sistema operativo:
iOS e Android

Tecnologia: Bluetooth
Ecco come funziona: Il denaro viene sbloccato da un conto per l’acquisto. Al momento dell’acquisto non serve alcun codice. Basta premere il tasto OK. Nella app appaiono le offerte dei rivenditori aderenti.

 

Paymit

Gestore: Six, ZKB, UBS, da poco anche Swisscom Twint e Paymit a breve diventeranno una sola
Sistema operativo:
iOS e Android (diverse versioni app)
Tecnologia: Rete del cellulare
Ecco come funziona: Pratica per i versamenti di denaro veloci. Si carica il denaro sul proprio conto Paymit e si inserisce il numero di cellulare dell’interlocutore (che deve avere la app). In background viene emesso un pagamento bancario da un conto all’altro. Non è ancora possibile fare acquisti con Paymit.

 

App Migros

Gestore: Migros
Sistemi operativi:
iOS e Android
Tecnologia: Scansione alla cassa
Ecco come funziona: La app Migros funziona con un conto della Banca Migros o di una qualsiasi carta di credito. Al momento del pagamento viene scansionato il codice a barre sul cellulare dopo aver digitato un PIN. La app permette di accedere a promozioni, buoni Cumulus e a una lista della spesa condivisibile.

 

 

 

Partecipate alla discussione

 

Cosa pensate delle app per i pagamenti? Utilizzate il vostro smartphone per effettuare i pagamenti nei negozi?

Grazie per il vostro contributo. I commenti dei lettori vengono pubblicati da lunedì a venerdì. 

 

Altre Storie