Twint: trasferire denaro da uno smartphone all’altro

Senza contanti tra amici

Sia che si tratti di un pranzo con i colleghi di lavoro o di un’uscita con gli amici, oggi i piccoli debiti di tutti i giorni possono essere saldati anche per via digitale. Con app come Twint, ora è possibile anche trasferire denaro da uno smartphone all’altro.

Christoph Widmer (testo), zVg (foto), 26 aprile 2017

Marc e la sua compagnia di amici siedono al tavolo del ristorante e attendono il conto dopo un abbondante pranzo. Marco guarda verso il tavolo a fianco. I vicini stanno già pagando: fra i commensali è tutto un nominare importi e spostare banconote con foga da una parte all’altra, mentre montagne di monetine destinate alla mancia finiscono nel libretto del conto. 

 

Poco dopo il cameriere porta a Marc il conto. Solo lui tira fuori il portafogli. I suoi amici, invece, prendono lo smartphone e versano senza problemi l’importo dovuto a Marc, comprensivo di mancia: il tutto digitalmente.

 

 

Funziona anche senza contanti: gli amici di Marc gli hanno trasferito il denaro usando lo smartphone.

 

 


Con le app per effettuare pagamenti è possibile trasferire importi di denaro da uno smartphone all’altro, attraverso il cosiddetto «peer-to-peer» (P2P). In Svizzera i trasferimenti di denaro avvengono mediante il nuovo Twint, nato dall’unione dell’app twint con Paymit. Registrarsi è facilissimo: basta inserire il proprio numero di telefono nell’app e fotografare il proprio documento d’identità e la carta bancaria.

 

Il credito Twint può essere caricato direttamente sull’app dal proprio conto in banca. UBS, Zürcher Kantonalbank, PostFinance, Raiffeisen, CS e BCV lanciano la propria app Twint. Così i clienti attingono direttamente dal proprio conto in banca, senza dover ricaricare il credito. Grazie al codice pin, Twint è protetto da abusi. E, in caso di emergenza, è sempre possibile bloccare l’account Twint con una semplice telefonata.

 

 

 

Donazioni digitali e budget domestici «on the go»

 

Il vantaggio dei trasferimenti di denaro via smartphone: avvengono fra consumatori finali, senza banche a fare da intermediario. Gli unici dati necessari sono il numero di cellulare di chi invia o riceve il denaro. In tal modo gli amici possono saldare direttamente i loro debiti.

 

 

Ricevuto: invece di chiedere denaro in contanti per il regalo di addio, Anna ha inviato una richiesta di denaro tramite lo Smartphone.

 

 

Anna mostra che ci sono molte altre possibilità oltre a inviare una semplice richiesta di denaro agli amici: lei voleva raccogliere denaro per il regalo di addio dell’ex capo. Il problema: i suoi colleghi lavorano in luoghi diversi. «Per raccogliere il denaro, avrei dovuto fare molti spostamenti», spiega. Anna ha invece scelto una variante più efficiente, e ha avviato una richiesta di denaro: «Ho inviato una mail collettiva con la richiesta di versamento, il mio numero di telefono e il mio codice IBAN», prosegue. «In questo modo sono riuscita a raccogliere in maniera semplice e veloce il denaro per una buona bottiglia di vino e un buono regalo.»

 

 

Inviare denaro e messaggi contemporaneamente: soprattutto quando si vive assieme, può risultare pratico inviare foto o messaggi assieme al denaro.

 

 

Finora, gli utenti Paymit potevano personalizzare i versamenti di denaro aggiungendo foto o messaggi di testo. Jacky e il suo ragazzo usano spesso questa funzione per la gestione delle finanze in comune. «Non abbiamo un vero e proprio sistema di gestione del budget domestico» dice. Invece, grazie all’app Twint, fotografa gli scontrini della spesa, e chiede la metà dell’importo al fidanzato. Funziona senza alcun problema: «Lo facciamo in tempo reale e a seconda della situazione», spiega. «Così risolviamo la questione immediatamente.»

 

 


Se non dovesse funzionare

 

Durante il test che abbiamo effettuato, il versamento di denaro non ha funzionato proprio come dovrebbe: l’importo inviato è stato prelevato dal credito, senza però arrivare al destinatario. Che fare qualora un versamento non vada a buon fine? Il servizio clienti (058 667 98 41) può risalire a tutti i movimenti di denaro del cliente attraverso il numero di telefono. La causa del problema era semplice: il versamento era stato “prenotato” e non ancora effettuato: questo perché l’identificazione utente non avviene immediatamento dopo aver effettuato l’iscrizione. In base alle informazioni fornite dal servizio clienti, il processo potrebbe durare alcuni giorni. I nuovi utenti Twint devono quindi avere un po’ di pazienza, prima di entrare nel mondo dello scambio di denaro digitale.

 

 

Pagare con il cellulare

Con l’app Twint non solo potete pagare in diversi negozi online e non, ma potete anche trasferire somme di denaro da uno smartphone all’altro in tempo reale. Disponibile per iOS e Android.  

 

 

Partecipate alla discussione

 

Immagina di poter usare un’app come Twint nella Sua vita quotidiana?

 

Condizioni di impiego

Grazie per il vostro contributo. I commenti dei lettori vengono pubblicati da lunedì a venerdì.