Meta-navigazione

Pornografia


Consigli: come comportarsi con la pornografia

I ragazzi entrano in contatto con la pornografia sempre più giovani e più di frequente, anche attraverso i media digitali. Internet e cellulari permettono l'accesso anonimo e semplice a immagini e filmati e assicurano una diffusione rapida.





Giù le mani dalla pornografia

Offrire pornografia a giovani di età inferiore a 16 anni è proibito. Anche i giovani che rendono accessibili ad altri giovani contenuti pornografici, ad esempio inviandoli tramite Bluetooth da cellulare a cellulare o inoltrandoli con l'e-mail, commettono un reato e sono punibili. Qui sotto il testo di legge attualmente in vigore del Codice penale svizzero (CP):
 
Articolo 197 CPS, cpv. 1:
"Chiunque offre, mostra, lascia o rende accessibili a una persona minore di sedici anni, scritti, registrazioni sonore o visive, immagini o altri oggetti o rappresentazioni pornografici, o li diffonde per mezzo della radio o della televisione, è punito con una pena detentiva sino a tre anni o con una pena pecuniaria."





Cosa può fare la famiglia

Parlare apertamente e con disinvoltura in famiglia dell'argomento sessualità non è sempre facile. Solo se esiste una base di fiducia, è possibile discutere anche di pornografia. Parlarne apertamente aiuta i giovani a collocare i contenuti pornografici nella loro giusta dimensione, quando ne vengono in contatto. Se parlarne è difficile, contattate un consultorio.


Consulenza e link utili

Fondazione svizzera per la protezione dell'infanzia

Fondation Suisse pour la Protection de l’Enfant

Pro Juventute offre aiuto sul posto

Pro Juventute

Bruno Wermuth est éducateur et conseiller sexuel et organise des formations et des ateliers sur la sexualité.

Bruno Wermuth

La sezione "Salute e benessere" informa i ragazzi sui temi che maggiormente li riguardano.

Infogiovani

Sito internet del Centro nazionale di competenza "Educazione sessuale a scuola".

Amorix
 
Al Servizio di coordinazione per la lotta alla criminalità su internet si possono comunicare i contenuti sospetti.

SCOCI

La campagna contro la pedocriminalità del Centro di prevenzione della criminalità: "Stop pornografia infantile su internet".

Stop pedocriminalità

Maggiore sicurezza online per bambini e ragazzi