Studio: ISG Provider Lens™ 2021

Resta alta la domanda di servizi per la cybersicurezza – Swisscom leader nel settore

Gli attacchi informatici ai danni delle aziende non accennano a diminuire e di conseguenza i servizi per la cybersicurezza sono molto richiesti. È la conclusione a cui giunge lo studio «ISG Provider Lens™» che si è concentrato sui provider svizzeri di servizi per la sicurezza IT. Grazie a più punti di forza, Swisscom è stata riconosciuta come leader per i Managed Security Services in Svizzera.

Testo: Andreas Heer, Immagine: Adobe Stock, 21 luglio 2021

Nel primo semestre del 2021, il Centro nazionale per la cybersicurezza (NCSC) ha registrato un aumento delle segnalazioni pari a circa il 25% rispetto al semestre precedente. E già a fine 2020 la tendenza era all’aumento. Gli attacchi non diventano solo più numerosi, ma anche più violenti. In caso di ricatto tramite attacchi DDoS o ransomware, i dati non vengono solo criptati, ma anche resi pubblici a meno che la vittima non paghi. I CIO e CISO sono sempre più preoccupati.

La priorità rimane quella di fare in modo che le misure per la sicurezza IT siano sempre aggiornate e orientate a respingere i tipi di attacchi anche più recenti. Tuttavia, secondo gli autori dello studio «ISG Provider Lens™: Cyber Security – Solutions & Services», spesso risulta difficile, date le restrizioni applicate al budget per gli investimenti.

La soluzione nei Managed Security Services

Sui due lati del fronte su cui si combatte la battaglia per la cybersicurezza, la situazione appare molto diversa. Mentre gli hacker possono dedicare tutte le loro risorse all’attività criminale, i responsabili aziendali per la sicurezza IT affrontano ostacoli sempre maggiori. Gli autori dello studio segnalano non solo i budget ridotti, ma anche mancanza di personale specializzato ed expertise insufficiente.

 

Questa situazione favorisce l’esternalizzazione delle funzioni di IT security a provider di Cyber Security Services. I Managed Security Services (MSS), infatti, hanno costi facili da stimare e non richiedono grandi investimenti a livello di hardware per l’IT-Security o per la ricerca di personale specializzato difficile da trovare.

Il posizionamento di Swisscom nell’ambito MSS

Nello studio Provider Lens «Cyber Security – Solutions & Services», la società di consulenza e ricerca tecnologica Information Services Group (ISG), attiva a livello internazionale, ha confrontato diversi provider svizzeri. I criteri utilizzati riguardano la rilevanza sul mercato, l’ampiezza e profondità del portafoglio, la strategia e la vision, così come il grado di innovazione.

«L’ampia offerta e la marcata swissness fanno di Swisscom il leader di mercato per i Managed Security Services in Svizzera».

ISG Provider Lens™ 2021

Come l’anno precedente, gli autori dello studio hanno identificato Swisscom come provider leader per i Managed Security Services in Svizzera. Oltre all’ampia offerta di servizi, lo studio apprezza anche il riuscito equilibrio tra automazione e fattore umano, mettendo in evidenza il fatto che Swisscom è anche gestore di rete e quindi nella posizione migliore per riconoscere immediatamente le minacce per la sicurezza. Come ulteriore punto di forza, lo studio cita la vicinanza ai clienti con il Security Operation Center in Svizzera e l’assistenza nelle diverse lingue nazionali.

Grafica: Cyber Security Solutions & Services 2021

Oltre ai Managed Security Services, lo studio ha analizzato anche i servizi tecnici come l’integrazione e manutenzione e le offerte strategiche di consulenza. Sono stati presi in considerazione i provider che non si concentrano solo sui propri prodotti, ma offrono invece soluzioni «Best of Breed». Gli autori hanno riconosciuto a Swisscom un’offerta completa, che comprende anche solide partnership a livello tecnologico e un’approfondita conoscenza delle necessità delle aziende svizzere. Questi fattori hanno portato lo studio a indicare Swisscom come leader sul mercato svizzero anche per «Strategic Security Services» e «Technical Security Services».

 

Anche la nostra società affiliata United Security Providers (USP) è stata valutata come uno dei referenti di mercato per Identity & Access Management (IAM) e Managed Security Services. Per IAM, lo studio ha apprezzato in modo particolare la swissness della soluzione USP.

SOC con sede in Svizzera: un punto di forza

Viste le disposizioni sulla protezione dei dati come il GDPR o la legge sulla protezione dei dati (LPD) di prossima applicazione, il posizionamento geografico dei SOC diventa particolarmente importante. Le disposizioni di legge, infatti, devono essere rispettate obbligatoriamente. La localizzazione in Svizzera non va solo a beneficio delle grandi aziende che sottostanno alle regolamentazioni elvetiche. In base allo studio, sono soprattutto le medie aziende ad apprezzare e utilizzare i Security Services locali.

 

Tuttavia, secondo lo studio, per far fronte alla frequenza e complessità degli attacchi, i provider MSS devono coltivare l’innovazione. E implementare misure proattive. Per identificare tempestivamente gli attacchi, machine learning e intelligenza artificiale sono particolarmente utili. E bisogna essere sempre preparati per reagire alla creatività degli hacker.


Maggiori informazioni