Piattaforma di negoziazione azioni nel blockchain

Negoziazione delle azioni nel blockchain

«C-Share è una scommessa sul futuro»


daura, l’applicazione blockchain di Swisscom e dello studio legale MME, rende la negoziazione di azioni svizzere più semplice, efficiente e sicura. Come questo avvenga, lo spiega Luka Müller di MME.


Testo: Hansjörg Honegger, Immagini: Daniel Brühlmann, 08 maggio 2018




Il vostro studio legale MME lancia insieme a Swisscom un progetto blockchain per l’emissione e il trasferimento digitali delle azioni. Di che cosa si tratta?


Luka Müller: Mettiamo a disposizione un’infrastruttura per l’emissione e il trasferimento di azioni su blockchain, semplificando la gestione del registro degli azionisti e in ultima analisi la negoziazione delle azioni. Blockchain non è altro che un meccanismo di certificazione razionale, con cui è possibile trasmettere e registrare i dati (qui i dati delle azioni) in modo sicuro.


Come funziona dal punto di vista tecnico?


Tecnicamente, parliamo di sistemi Ledger decentralizzati che hanno una forza di convalida diversa. Per noi è importante la struttura dei dati. Avevamo bisogno di un sistema che garantisse dati univoci e non copiabili. Come base usiamo Hyperledger.



Dr. Luka Müller über die Vorteile der Blockchain

Il dott. Luka Müller sui vantaggi di blockchain



Qual è il risparmio?


Molte società oggi fanno fatica ad aggiornare i propri registri degli azionisti, in particolare quando le azioni cambiano proprietario freneticamente. Ecco che blockchain offre al proposito un sistema di registrazione automatizzato e semplice. Infine, aumentiamo l’efficienza e abbreviamo i processi.


Qual è il pubblico target a cui vi rivolgete? Grandi aziende quotate in borsa o piuttosto delle PMI?


Al momento, ci rivolgiamo essenzialmente a società anonime di medie dimensioni e a start-up che cercano un sistema di emissione delle azioni efficiente e semplice. Le grandi società sono spesso troppo legate ai sistemi già in uso.

L’intervistato

Il dott. Luka Müller è il cofondatore dello studio legale MME a Zugo e Zurigo. È un pioniere della tecnologia Blockchain e ha offerto consulenza a numerose start-up in questo ambito per l’insediamento in Svizzera. Inoltre, il dott. Luka Müller opera in qualità di professionista nei casi di Compliance complessi ed è un esperto delle misure contro il riciclaggio di denaro sporco e la corruzione.


«Molte società oggi fanno fatica ad aggiornare i propri registri degli azionisti, in particolare quando le azioni cambiano proprietario freneticamente. Ecco che blockchain offre al proposito un sistema di registrazione automatizzato e semplice.»


Il dott. Luka Müller è il cofondatore dello studio legale MME a Zugo e Zurigo.


Alla fin fine si può dire quindi che il vostro progetto sia una scommessa sul futuro?


Esatto. In futuro, i sistemi di gestione dei clienti originali e delle firme saranno digitalizzati. La carta, come in altri settori, non ci sarà più. daura, la nostra soluzione, fa compiere un passo in questa direzione.


In passato le azioni si stampavano, le firme erano autenticate. Come si garantisce la certezza giuridica della negoziazione delle azioni digitali?


La nostra soluzione si basa sul diritto azionario in vigore. Ci sarà un registro giuridico dei valori. I diritti dei valori si potrebbero trasmettere tramite firme digitali certificate. In questo senso, con Swisscom abbiamo un partner molto competente.



Dr. Luka Müller in seiner Kanzlei MME in Zürich

Il dott. Luka Müller nel suo studio legale MME di Zurigo



La vostra soluzione è paragonabile ai cosiddetti ICO (Initial Coin Offerings), che guadagnano i titoli delle prime pagine soprattutto negli Stati Uniti?


Sì, la soluzione si può paragonare in parte a tale tecnologia. La nostra soluzione è persino già stata definita ICO 2.0. Con daura, tuttavia, noi assegniamo un cosiddetto Counterparty-Token, che «garantisce per iscritto» il diritto (affiliazione) nei confronti dell’emittente.


Per molti, blockchain equivale in linea di massima ai bitcoin, che ora sono caduti in discredito. Blockchain e i bitcoin si muovono nello stesso territorio?


No! I bitcoin rappresentano il migliore Proof of Concept per la tecnologia blockchain. Speculazioni e bolle finanziarie non hanno niente a che fare con la tecnologia, bensì sono legate al mercato. Da ricordare: Con la nostra soluzione si ottiene un Counterparty-Token che è una sorta di titolo azionario.


«I bitcoin rappresentano il migliore Proof of Concept per la tecnologia blockchain. Speculazioni e bolle finanziarie non hanno niente a che fare con la tecnologia, bensì sono legate al mercato.»


Grazie a daura la negoziazione delle azioni dovrebbe diventare più semplice ed efficiente. Ciò implica anche meno burocrazia e meno ostacoli?


A livello burocratico non guadagniamo nulla, perché noi ci atteniamo al diritto azionario svizzero. Grazie a blockchain, però, oggi è più semplice ed efficiente creare informazioni sicure. Possiamo effettuare uno spostamento di azioni tra A e B, senza dover coinvolgere un ente di custodia e allo stesso tempo questa transazione sarà registrata nel registro delle azioni della società.


Con blockchain non vi sottraete al controllo statale?


Assolutamente no. Non si tratta di un aggiramento delle disposizioni legali, bensì di un guadagno a livello di efficienza.


Che cosa si semplifica esattamente, se burocraticamente non cambia nulla?


La vendita di un’azione, ad esempio, si può effettuare dal cellulare e la registrazione nel registro delle azioni è a prova di falsificazioni. Il registro delle azioni, inoltre, è più preciso e aggiornato di qualsiasi registro delle azioni analogico.


«Possiamo effettuare uno spostamento di azioni tra A e B, senza dover coinvolgere un ente di custodia e allo stesso tempo questa transazione sarà registrata nel registro delle azioni della società.»


Chi non può approfittare del vostro sistema?


Gli amministratori centrali devono sicuramente ripensare il proprio modello commerciale. Ma daura è solo un componente dell’infrastruttura, come fosse una stampante di titoli e, ad esempio, non ha componenti di banking. Questo non è nemmeno il nostro obiettivo. Al contrario, alle banche daura offre persino molte interessanti opportunità.


Che cosa vi ha messo più in difficoltà durante la modulazione di daura: i componenti tecnologici o quelli legali?


Nessuno in particolare. Con Hyperledger abbiamo una tecnologia funzionante e per quanto riguarda il diritto conoscevamo i punti più problematici. La sfida è stata combinare entrambi i poli.


Il prototipo ora è live. Che cosa accadrà concretamente?


Ora si passa alla fase due. L’applicazione deve essere testata fino al quarto trimestre del 2018 con uno o due incrementi di capitale e resa matura per il mercato.



brightcoveVideo_skipAdTitle
brightcoveVideo_skipAdCountdown
brightcoveVideo_skipAdRest
brightcoveVideo_skipAdForReal

DAURA – The new crypto-share platform that uses Blockchain (1:39)



Avete già dei candidati per questo test?


Sì, abbiamo alcune persone interessate che vorrebbero partire già domani.


Di quale settore?


Diversi. Ci sono rappresentanti del settore tecnologico, ma anche del settore assicurativo e naturalmente di qualsiasi tipo di start-up.


In che modo dovrebbe guadagnare denaro daura?


Con gli oneri pagati dalle aziende.


Questi oneri sono paragonabili a qualsiasi altra concorrenza analogica?


Una soluzione tecnica si scala a partire da determinati volumi. Ma, dal punto di vista del prezzo, rimane comunque interessante. Un registro delle azioni conveniente, preciso e attuale: queste sono le buone argomentazioni per l’utente.


«Non si tratta di un aggiramento delle disposizioni legali, bensì di un guadagno a livello di efficienza.»


Che cosa porterà ancora il futuro a daura e alle azioni digitali?


Lavoriamo ad esempio all’assemblea generale virtuale, nella quale si potrà votare tramite daura. Inoltre, è anche possibile eseguire il versamento dei dividendi sulle azioni premendo un pulsante. Quindi io non solo posso spostare il titolo azionario come titolo, ma anche collegato con le funzioni.


La soluzione


MME e Swisscom gestiscono insieme la Joint Venture daura AG, che digitalizza le azioni svizzere mediante la tecnologia Blockchain. daura, l’applicazione corrispondente, garantisce il trasferimento globale e sicuro delle azioni svizzere e della loro registrazione su blockchain. Le cosiddette Crypto Shares consentono l’accesso al mercato di capitale alle società non quotate. Tutte le funzioni legali delle azioni, come l’esercizio del diritto di voto, sono rappresentate in uno Smart Contract.

Blockchain è la tecnologia di memorizzazione digitale e distribuita che consente tutte le transazioni senza un intermediario. I grandi vantaggi sono: Trasparenza, transazioni rapide, costi della transazione inferiori e decentralizzazione. Le quote dell’azienda possono essere generate mediante un token dell’impianto nell’ambito di un «Token Generating Events (TGE)». Per un ciclo di finanziamento, i token sono distribuiti agli investitori tramite un programma basato su blockchain con un volume determinato. Dal punto di vista giuridico, le azioni sono emesse come valori trasmessi con l’utilizzo di una firma elettronica semplice e legalmente valida.





Newsletter

Abbonarsi ora alla newsletter per essere aggiornati su tendenze, news del settore e indici.





Maggiori informazioni