Management degli ambienti Container

Dai clienti con maggiore rapidità, grazie ai Container Services


I Container rendono lo sviluppo e la predisposizione di software nel cloud agili ed efficienti. Il «Container-as-a-Service», abbreviato in CaaS, permette alle imprese di semplificare il management dell'infrastruttura e accorciare i propri tempi di reazione.


Testo: Urs Binder, Andreas Heer Image: Unsplash,pubblicato per la prima volta il 22 ottobre 2018,




Time-to-market, agilità, digitalizzazione: il business si sviluppa con grande rapidità e spesso in direzioni inaspettate. È necessario concepire e mettere in pratica rapidamente i requisiti del mercato, dunque dei clienti, e nuovi modelli commerciali. Ciò richiede a sua volta un'organizzazione che sia nel complesso agile, ma in particolare anche un IT che reagisca immediatamente alle esigenze del business. Non c'è tempo per testare software di fornitori terzi in progetti che durano mesi e adeguare di conseguenza, con grande dispendio di energie, l'infrastruttura IT. Lo stesso vale per le applicazioni sviluppate in-house.

Molte imprese hanno pertanto già trasferito nel cloud una parte delle proprie applicazioni. Tuttavia, solo le applicazioni cloud-native apportano il vantaggio massimo in termini di scalabilità e flessibilità. Queste applicazioni sono spesso basate sul web e hanno una struttura modulare, grazie a microservice. Dei cluster Container fungono da ambiente operativo, mentre l'adattamento e lo sviluppo continuo avvengono in base ad approcci DevOps/DevSecOps. Processi CI/CD automatizzati (Continuous Integration and Deployment) accelerano le fasi di adattamento e, di conseguenza, la capacità di reazione dell'impresa. Tutto ciò avviene in osservanza dei requisiti qualitativi delle applicazioni e delle direttive di sicurezza, con grandi vantaggi per il business.


I Container rendono indipendenti

Ma cosa contraddistingue in generale la tecnologia Container? Dal punto di vista tecnico, i Cointainer si collocano tra IaaS (Infrastructure as a Service) e Paas (Platform as a Service). Rispetto a IaaS, offrono un maggiore grado di astrazione e una più solida standardizzazione, e allo stesso tempo maggiore flessibilità durante le operazioni. Al confronto con l'approccio PaaS, altamente standardizzato, i Container superano restrizioni quali ad esempio le interfacce specifiche di una banca dati. In questo modo si ottiene maggiore libertà nello sviluppo del software, in quanto la scelta delle biblioteche e dei componenti non è limitata.

A questo proposito, l'intera applicazione, inclusi tutti i componenti necessari, viene incapsulata in un cosiddetto «Container». Non vi sono vincoli di dipendenza esterni e l'applicazione funziona autonomamente all'interno del Container. Ciò rende possibile il movimento delle applicazioni lungo i diversi sistemi. Aumenta così la flessibilità in fase di sfruttamento delle risorse e il grado di disponibilità in caso di guasti hardware.

Soluzioni di orchestrazione come Kubernetes automatizzano la messa a disposizione e la gestione dei cluster e le applicazioni Container e permettono i processi CI/CD di cui si è parlato in apertura.


Delegare la complessità con CaaS

In questo modo anche il business ne gioverà. E l'IT? In un certo senso, si deve confrontare con il rovescio della medaglia delle architetture Container, ossia la gestione magari di centinaia di Container distribuiti in diversi cluster, il rispettivo monitoring e la gestione non solo dei Container, bensì anche dei sistemi sottostanti. Ciò da cui il business trae giovamento fa invece sospirare il responsabile IT, per via della accresciuta complessità e della necessità di cercare la necessaria expretise per la gestione dell'infrastruttura Container, ancora decisamente nuova.

Tuttavia, fortunatamente l'evoluzione del cloud non si è arrestata di fronte a questa filosofia di assistenza. Esattamente come accade con la virtualizzazione e con PaaS, le imprese possono affidare la gestione della piattaforma Container ai rispettivi provider. Questo approccio Container-as-a-Service (CaaS) prevede che l'impresa si occupi esclusivamente della gestione dei Container, mentre della gestione dell'infrastruttura sottostante si occupa il provider CaaS, che si fa carico dell'intera gestione delle risorse e assume gli incarichi «Commodity» con i quali un'impresa non può comunque differenziarsi sul mercato. L'impresa gestisce risorse quali i cluster Kubernetes e Worker comodamente attraverso un portale web o, opzionalmente, tramite API standardizzate.


Semplificare il passaggio con Container Services

In questo modo le imprese possono concentrarsi sui vantaggi della tecnologia Container: sviluppatori e fornitori di software propri forniscono nuove applicazioni e aggiornamenti con grande rapidità sotto forma di Container. Le imprese ottengono un time-to-market migliore per le proprie soluzioni e possono reagire rapidamente alle esigenze del cliente risparmiando sui costi, in quanto la produttività degli sviluppatori aumenta e il dispendio di energie per l'IT per il management del sistema si riduce. CaaS facilita inoltre il passaggio da ambienti cloud on-premise o «classici». Le imprese possono concentrarsi sul design e sulla gestione dell'ambiente applicativo, senza doversi occupare della dispendiosa gestione dell'infrastruttura.

Nel servizio sono incluse inoltre le complesse tematiche relative a sicurezza e disponibilità, le quali vengono garantite dal provider, mentre il pacchetto esatto di misure viene definito in uno SLA. A questo proposito, le imprese beneficiano dell'expertise del fornitore, senza dover sviluppare un proprio know-how approfondito.

I Container Service soddisfano quindi tutti: il business, in quanto grazie a un'infrastruttura al passo con i tempi e modelli commerciali agili e automatizzati come DevOps/DevSecOps è in grado di effettuare rapidamente il rollout di nuove funzioni e aggiornamenti all'interno delle applicazioni, rispondendo così alle esigenze del mercato; e l'IT, in quanto non deve occuparsi della gestione dell'infrastruttura cloud di base.


Container Services di Swisscom


Swisscom offre ai clienti aziendali servizi di orchestrazione flessibili per le applicazioni containerizzate, proponendo una consulenza personale per la pianificazione e l’impiego efficiente di container.

Maggiori informazioni






Maggiori informazioni