Meta-navigazione

Success Story





Un riuscito passaggio al cloud

«Il business vuole sempre una soluzione subito»


Il business non ha molta pazienza con l’IT. Anche Niklaus Wirz, dirigente IT di Jelmoli, è consapevole di questo fatto. Con la sua soluzione cloud ha raggiunto una maggiore efficienza, ma può anche reagire rapidamente e in qualsiasi momento alle esigenze del business.


Urs Binder, 1





Dal 2009 il department store di lunga tradizione Jelmoli appartiene alla società immobiliare Swiss Prime Site, di cui rappresenta il settore aziendale Retail con il nome «The House of Brands» e un assortimento di prodotti di prima qualità. Il passaggio al gruppo Swiss Prime Site ha portato con sé dei cambiamenti per il settore IT, nello specifico la forte riduzione del personale e la necessità di sostituire i sistemi esistenti con una nuova infrastruttura.

La trasformazione del reparto IT è stata promossa nell’ambito del vasto progetto di riorganizzazione “Smart”. La misura più efficace adottata in ambito IT è stata la decisione di trasferire gran parte dell’infrastruttura IT nel cloud. Come osserva Niklaus Wirz, direttore IT presso Jelmoli: «Siamo così passati dai vecchi sistemi AS/400 e da una combinazione di servizi interni e servizi ospitati a un ambiente moderno e omogeneo. Con il cloud abbiamo colto l’opportunità di rimanere agili in un mercato in continua trasformazione.» Jelmoli ha puntato su Swisscom quale partner per il passaggio al cloud.


Infrastruttura IT flessibile e scalabile

Presso Jelmoli il passaggio al cloud è ora divenuto realtà. Al momento l’azienda gestisce nello Swisscom Cloud 34 server di produzione e 31 test server e utilizza circa 21 terabyte di memoria. Wirz apprezza la flessibilità e la scalabilità dell’infrastruttura: «Paghiamo per quello di cui abbiamo bisogno e non dobbiamo realizzare notevoli investimenti per creare un’infrastruttura di riserva. Siamo inoltre attrezzati per le esigenze future, potendo ad esempio collegare con semplicità un ulteriore server, subito e solo per il tempo necessario.»




L’infrastruttura nel cloud ospita oggi quasi l’intero IT, tra cui una soluzione finanziaria di Soreco e il sistema di gestione merci Futura4retail. Internamente vengono gestiti ancora i file server, l’Active Directory controller e il domain controller, «vale a dire tutto ciò di cui abbiamo bisogno per il funzionamento essenziale», spiega Wirz.

 

Presso Jelmoli il cloud è in grado di mettere in campo i propri vantaggi anche a livello dell’ambiente di sviluppo e di prova: senza grandi problemi è stato possibile creare una copia esatta dei sistemi di produzione con indirizzamento IP identico, proprio come richiesto dal team IT di Jelmoli.


Solido partner con il vantaggio dell’ubicazione

Per Niklaus Wirz la migrazione nel cloud è stata un pieno successo, anche per quanto riguarda la scelta di Swisscom in qualità di partner: «Un importante vantaggio è la vicinanza. Abbiamo un interlocutore centrale e possiamo contare su un supporto in tempi brevi, anche se inizialmente c’era ancora un potenziale di miglioramento in questo senso.» Determinante è stato inoltre il fatto che i dati si trovino in Svizzera, un requisito fondamentale per la direzione dell’azienda.

 

In origine il progetto “Smart” prevedeva anche l’esternalizzazione a partner esteri di compiti di esercizio, che però non è stata realizzata. «A mio avviso l’offshoring è adatto soprattutto per il development e per eventuali compiti di manutenzione dei prodotti sviluppati», osserva Wirz spiegando che, laddove possibile, l’azienda punta su partner IT vicini e a portata di mano.

Jelmoli

Nel 1833, anno in cui Peter Jelmoli-Ciolina inaugurò Jelmoli, l’idea di un negozio con prodotti a prezzi fissi e non contrattabili era rivoluzionaria. La storia dell’azienda in questi 183 anni è stata caratterizzata dai cambiamenti. Oggi Jelmoli fa parte di Swiss Prime Site. Il premium department store nella Bahnhofstrasse di Zurigo, il più grande della Svizzera con una superficie di 33.000 metri quadrati distribuiti su 6 piani, offre un assortimento di circa due milioni di articoli di quasi mille tra i marchi più in voga al mondo. Oltre 1000 collaboratori qualificati offrono al cliente un’esperienza indimenticabile e una consulenza professionale.


«Con il cloud rimaniamo agili in un mercato caratterizzato da continue trasformazioni.»


Niklaus Wirz, direttore IT, Jelmoli


Sicurezza nel cloud

Quando nel dicembre 2015 Niklaus Wirz ha assunto la carica di direttore IT presso Jelmoli l’esigenza era quella di migliorare ulteriormente le misure di sicurezza e di sostituire la vecchia infrastruttura server soggetta a malfunzionamenti.

 

Occorreva una nuova strategia di sicurezza e per Wirz era evidente che anche in questo ambito si può ricorrere al cloud. Un managed firewall nello Swisscom Cloud, integrato da firewall locali, garantisce oggi uno scambio di mail e un traffico Internet senza il rischio di infezioni da malware. Un’ulteriore sicurezza per i client, indipendentemente da ubicazione e tipo di apparecchio, è offerta dal servizio cloud Zscaler Web Security.



Uno sguardo al futuro

Nonostante Jelmoli punti fortemente sul servizio del personale nel department store, anche per questa azienda un aspetto interessante è quello della digitalizzazione. Da qualche tempo l’azienda gestisce infatti su jelmoli.ch un online shop con prodotti selezionati dall’assortimento offerto nello store. Ancora più importante del coinvolgimento del cliente a livello digitale è per Wirz la digitalizzazione di processi aziendali convenzionali, ad esempio attraverso una soluzione per la firma elettronica prevista per il futuro, con registrazione automatica dei creditori e scansione delle fatture. «Fino a oggi queste operazioni erano svolte con timbri e firma manuale. Swisscom è in grado di assisterci anche per questi progetti.»

 

Wirz prevede che in futuro Jelmoli diventerà ancora più agile in termini di IT. «I clienti interni non sono più disposti a presentare richieste chilometriche per i propri progetti. Vogliono una soluzione subito. Ed è qui che si presentano le sfide maggiori per l’IT.»





Infrastruttura cloud per Jelmoli


Dynamic Computing Services:

  • Tutti gli application server nello Swisscom Cloud
  • 34 server di produzione
  • 31 test server
  • 21 TB di memoria

 

Managed Firewall:

Collegamento in rete dell’azienda:

  • LAN-Interconnect Service (LAN-I) con codifica SecureCER

Secure Web Gateway:

  • zScaler Web Security



Maggiori informazioni