Work Smart Coaching

Work Smart Coaching

Fai decollare Work Smart con un coaching mirato


Le moderne forme di lavoro flessibile conquistano il mondo: questo è Work Smart. Il processo non è senza ostacoli e circa il 70% dei progetti falliscono. Esperti consigliano di coinvolgere professionisti.


Testo: Jörg Rothweiler, 23




Le nuove tecnologie consentono forme di lavoro intelligenti, offrendo un’ampia disponibilità delle conoscenze e la possibilità di lavorare ovunque. Affinché intervengano gli effetti positivi auspicati, l’azienda deve introdurre delle modifiche. Un elemento fondamentale è che quanto più i collaboratori sono coinvolti nei processi di cambiamento, tanto più facile è introdurre in modo ottimale il concetto di Work Smart nell’organizzazione. Tematizzando Work Smart o l’introduzione di tecnologie moderne per il posto di lavoro e la collaborazione in azienda, di fatto si è già compiuto il primo passo verso un futuro smart. In seguito si tratta di consolidare le nuove modalità di lavoro e accompagnare la trasformazione culturale. Tutti devono cambiare il proprio modo di pensare: sia i collaboratori sia i dirigenti, il reparto HR e l’amministrazione aziendale. Un tale cambio di mentalità non è banale e per svariate aziende risulta essere un impegno non da poco.

Il dott. Johann Weichbrodt è psicologo del lavoro e delle organizzazioni e ricercatore presso la scuola universitaria professionale della Svizzera nordoccidentale, facoltà di Psicologia applicata. Studia da anni il lavoro flessibile in mobilità e i processi di trasformazione necessari, e consiglia: per stabilire efficienti metodi di lavoro intelligente le aziende dovrebbero rivolgersi a professionisti esterni. Ossia a dei coach che accompagnano da vicino il complesso processo di cambiamento, definiscono i margini di manovra necessari, agevolano la diffusione delle nuove tecnologie nell’azienda e, con l’assistenza diretta, contribuiscono a realizzare il cambiamento di mentalità a tutti i livelli (tecnologia, ambiente, forme di collaborazione, cultura).

Swisscom, con Work Smart Coaching, offre esattamente questo. Con la sua vasta esperienza ed essendo una delle principali aziende svizzere ad aver applicato i nuovi modelli di lavoro, Swisscom articola il processo di cambiamento in tre fasi.


Fase 1: Co-creazione

Gli esperti coach Work Smart di Swisscom analizzano insieme al cliente i processi esistenti in considerazione delle sue esigenze effettive, stabiliscono quali siano gli ostacoli da superare e le opportunità offerte, per elaborare quindi insieme una visione di progetto. Questa illustrerà come potrà essere organizzata in futuro la collaborazione interna all’azienda. Si stabilisce inoltre quale significato preciso dovrà acquisire Work Smart nell’azienda, quali processi e tecnologie dovranno essere adattati, modificati, sostituiti o ricreati da zero a tale scopo. Al posto di seguire le classiche strategie di consulenza, dove i concetti vengono gestiti dall’esterno e definiti in modo pilotato, i coach di Swisscom puntano a un approccio che parte dall’interno. Nella fase di co-creazione gli obiettivi di Work Smart nonché gli strumenti tecnici e culturali necessari per raggiungere tali obiettivi vengono definiti dai collaboratori stessi dell’azienda, quindi dal suo interno. Infatti, i collaboratori sono i consulenti migliori quando si tratta di esaminare da vicino i processi e le pratiche interne e conoscono le esigenze individuali dell’azienda meglio di qualsiasi altro consulente esterno.

Per mettere in atto il cambiamento dall’interno, i coach di Swisscom organizzano una community Work Smart forte e convincente direttamente presso il cliente. Questo è un gruppo costituito da collaboratori motivati attivi in diversi reparti dell’azienda, ed è incaricato di elaborare, dietro assistenza dei coach Work Smart, una roadmap adeguata per l’azienda e i suoi obiettivi, che la conduca nel suo viaggio verso il mondo di lavoro del futuro. Questo approccio consente di avviare fin dal primo giorno la trasformazione culturale interna necessaria per assicurare l’efficacia del processo di cambiamento. La community, ossia i colleghi e le colleghe degli altri collaboratori, supporta e rafforza il processo di cambiamento, agendo da promotore e motivatore. Così il progetto Work Smart è pronto al decollo.


Fase 2: Abilitazione

Il desiderio di impostare nuovi processi di lavoro non può funzionare se i collaboratori non sanno con quali metodi e tecnologie dovranno lavorare. Devono essere considerate anche premesse, condizioni ed esigenze individuali. I collaboratori seguono una formazione attiva sul posto di lavoro, in workshop e attraverso materiali informativi sia cartacei che digitali su come possano utilizzare i nuovi metodi e strumenti tecnologici in modo ottimale a vantaggio di ciascun individuo e quindi dell’azienda nel suo complesso.

La formazione e i corsi di perfezionamento vengono effettuati dall’interno, dunque dalla community Work Smart: questo significa che, analogamente alla fase di co-creazione, è sempre l’uomo a essere posto al centro. Attraverso Use Cases specifici per i vari ruoli e un’introduzione pratica per l’acquisizione a lungo termine delle competenze da parte dei collaboratori (abilitazione) si vanno ad abbattere gli inevitabili dubbi e le eventuali resistenze. La Next Generation di Swisscom supporta il processo di abilitazione attraverso il Reverse Mentoring. I partecipanti circolano nell’azienda e vanno a trovare i collaboratori sul posto di lavoro. Questo consente ai coach di esaminare e rispondere specificamente a questioni individuali.

L’adozione pratica del cambiamento, motivato dalla community e accompagnato dai coach di Swisscom, agevola il cambiamento di mentalità e pertanto il successo a lungo termine di Work Smart. Il lavoro «smart» viene appreso passo per passo, con un continuo aumento del grado di accettazione ed entusiasmo per i vantaggi che se ne traggono – finché Work Smart diviene infine la normalità e tutti i collaboratori «vivono» effettivamente questa nuova cultura lavorativa nel quotidiano.


Fase 3: Accompagnamento

Dopo il cambiamento come prima del cambiamento. Più intensamente vengono impiegati i nuovi strumenti di lavoro e viene vissuto il pensiero di lavoro intelligente nell’azienda, più evidenti saranno i vantaggi. Inoltre, più sistematicamente viene consolidato il processo di trasformazione culturale nell’azienda e maggiore sarà la probabilità di non dover ricorrere più a un altro coaching. D’altro canto, nel tempo emergono però anche, come per ogni cambiamento, nuovi quesiti e problematiche, a cui occorre reagire in modo adeguato e puntuale per poter mantenere il «flow of change» sempre ad alto livello.

Pertanto, gli specialisti Swisscom accompagnano i loro clienti in tutte le loro esigenze, assistendoli in qualsiasi domanda o nuova sfida che si dovesse presentare. Su richiesta, viene inoltre valutato, tramite assessment, quanto sia stata efficace l’introduzione di nuove tecnologie e metodi di lavoro nell’azienda e dove possano eventualmente celarsi ancora potenziali. A seconda dei risultati vengono avviati altri provvedimenti, affinché alla fine del Work Smart Coaching proprio tutti i collaboratori si sentano sicuri nell’uso dei nuovi mezzi e il lavoro intelligente passi dall’essere un semplice slogan a una realtà concreta.


«Work Smart incentiva lo spirito imprenditoriale.»



Jasmine Torfi

Head of Work Smart Coaching



I sei vantaggi dello Work Smart Coaching

  1. Realizzazione di analisi individuali, di una visione di progetto specifica e di una roadmap adeguata precisamente alle singole esigenze dell’azienda
  2. Formazione, abilitazione e accompagnamento dei collaboratori per una migliore ricezione e motivazione a lungo termine per le modifiche previste
  3. Implementazione e diffusione degli strumenti tecnici (di comunicazione) necessari
  4. Minimizzazione dei rischi dell’intero processo di cambiamento per mezzo della co-creazione e non più ricorrendo alla classica consulenza: questo consente di realizzare la trasformazione culturale necessaria «dall’interno all’esterno»
  5. Maggiore motivazione, creatività e innovazione da parte dei collaboratori grazie alla formazione di una community Work Smart destinata a determinare le modalità e le condizioni del lavoro del futuro
  6. Ottimizzazione della produttività, riduzione dei costi  




Newsletter

Abbonarsi ora alla newsletter per essere aggiornati su tendenze, news del settore e indici.





Maggiori informazioni