Meta-navigazione

Comunicato stampa

Risultato finanziario 1° semestre 2019:

Risultato d’esercizio stabile – investimenti elevati – crescita per Fastweb

Fatturato del Gruppo al di sotto dei livelli dello scorso anno a causa dell’elevata pressione sul fronte della concorrenza e dei prezzi +++ Risultato d’esercizio (EBITDA) stabile grazie alla riduzione dei costi +++ Successo sul mercato: 570’000 clienti per la nuova offerta inOne mobile +++ Concorrenza accesa nel settore grandi clienti +++ Fastweb cresce per clienti, fatturato e risultato d’esercizio +++ Investimenti elevati nelle reti +++ Le prospettive complessive per il 2019 restano invariate
Sepp Huber
Sepp Huber, Responsabile Media Relations
15 agosto 2019

«Nonostante la difficile situazione di mercato, nel primo semestre siamo riusciti a conseguire un risultato soddisfacente» afferma il CEO Urs Schaeppi. «I mercati sono saturi in molti settori e tutti i fornitori cercano di conquistare clienti e quote di mercato attraverso campagne promozionali. Noi rispondiamo con nuove offerte e con l’ampliamento delle nostre reti. Siamo riusciti a conseguire successi importanti sul mercato. Dopo oltre quattro mesi abbiamo registrato circa 570’000 clienti per la nostra nuova offerta inOne mobile. Questi clienti telefonano, inviano messaggi e navigano in 39 Paesi europei senza limiti e senza costi di roaming. Grazie ai prezzi più bassi e alle prestazioni incluse aggiuntive il volume di dati in roaming è pressoché raddoppiato nel giro di un anno. Ciò dimostra che le nostre offerte soddisfano le esigenze dei nostri clienti. Gli investimenti nelle nostre reti continuano ad essere elevati a causa del crescente volume di dati. Da metà aprile è attiva la nostra rete mobile 5G. Nonostante le resistenze da parte della popolazione manteniamo il nostro obiettivo di raggiungere una copertura del 90% entro fine anno. In caso di ulteriori ritardi corriamo il rischio di non riuscire più a gestire l’enorme crescita di dati e, conseguentemente, di perdere la nostra leadership nella radiocomunicazione mobile in Svizzera. La nostra affiliata Fastweb sta registrando un buon andamento sia nel settore clienti privati sia in quello dei clienti commerciali.»


Core business svizzero sotto pressione, Fastweb in crescita

Con 5663 milioni di CHF, il fatturato del Gruppo è sceso sotto al livello dell’esercizio precedente (-2,4%). Mantenendo costante la valuta, il calo registrato è stato dell’1,7%. In un core business svizzero sempre più saturo, Swisscom ha generato un fatturato di 4256 milioni di CHF (-3,2%). La flessione del fatturato realizzato con i servizi di telecomunicazione, pari a 134 milioni di CHF, è dovuta principalmente al calo dei prezzi in diversi segmenti e alla riduzione dei collegamenti di telefonia di rete fissa. L’attività in Italia continua a registrare un andamento positivo: Fastweb vanta una crescita del fatturato pari a 38 milioni di euro (+3,8%) rispetto allo scorso anno.

 

Il risultato d’esercizio consolidato al lordo di ammortamenti (EBITDA), pari a 2240 milioni di CHF, è superiore del 4,5% rispetto all’anno precedente. Il confronto con l’esercizio precedente è influenzato dalle nuove norme relative alla contabilizzazione dei rapporti di leasing (IFRS 16). Su base comparabile la crescita è dello 0,5%. L’EBITDA ha subito un calo dell’1,6% nel core business svizzero. Le misure correnti mirate alla riduzione di costi sono riuscite ad assorbire gran parte di tale flessione conseguente al calo del fatturato. Per Fastweb l’EBITDA in valuta locale ha registrato un incremento del 6,6%. A conti fatti l’utile netto di Swisscom si attesta a 780 milioni di CHF, segnando così un risultato praticamente stabile (-0,9%).

Infrastruttura di rete: investimenti sempre elevati, 5G per tutta la Svizzera

Swisscom investe continuamente in qualità, copertura ed efficienza della propria infrastruttura di rete espandendo così la propria leadership tecnologica. Gli investimenti del primo semestre hanno visto spese per 196 milioni di CHF destinati all’acquisto all’asta, nel primo trimestre, delle frequenze di telefonia mobile sulla rete 5G in Svizzera. Allo stesso modo, gli investimenti a livello di Gruppo sono cresciuti del 21,3% attestandosi su 1297 milioni di CHF con un incremento del 4,1% su base comparabile.

Ampliamento della banda larga sulla rotta giusta

Proseguono gli investimenti nelle reti a banda larga. Il 68% di tutte le abitazioni e superfici commerciali in Svizzera possiede un collegamento Swisscom a banda ultralarga con una velocità superiore a 80 Mbit/s. Di questi, oltre il 40% beneficia di velocità superiori a 200 Mbit/s. Entro fine 2021 Swisscom collegherà tutti i comuni svizzeri e il 90% delle abitazioni e superfici commerciali alla banda ultralarga.

Passaggio a IP in dirittura d’arrivo

Il passaggio alla tecnologia IP procede secondo i piani ed è in larga parte concluso sul mercato privato e delle PMI. Tutti i clienti rimanenti sono stati informati circa la data del passaggio a IP che sarà completato entro la fine del 2019.

Banda larga nella rete mobile

Procede anche l’ampliamento della rete mobile. A fine giugno 2019 la rete 4G/LTE di Swisscom copriva il 99% della popolazione svizzera. Oltre il 96% della popolazione svizzera naviga con velocità fino a 300 Mbit/s, oltre il 72% fino a 500 Mbit/s e circa il 27% a 700 Mbit/s. Il 17 aprile 2019 Swisscom ha messo in funzione la propria rete 5G e figura fra i primi fornitori al mondo di reti 5G completamente standardizzate. Swisscom conta di coprire il 90% della popolazione entro fine anno.

Forte crescita dell’offerta combinata inOne

Il numero di collegamenti TV e a banda larga resta elevato e continua a crescere la domanda di offerte combinate. I clienti privati apprezzano in particolare l’abbonamento modulare e flessibile inOne.

Più clienti per inOne

Alla fine di giugno Swisscom contava complessivamente 2,57 milioni di clienti inOne. Poco più di quattro mesi dal lancio già 570’000 clienti circa hanno scelto il nuovo abbonamento mobile inOne mobile. Nel segmento dei clienti privati inOne rappresenta il 58% di tutti gli abbonamenti di comunicazione mobile e il 63% dei collegamenti di rete fissa a banda larga.

Leggera crescita per Swisscom TV

I mercati della banda larga e della TV sono saturi e spinti fortemente dalle promozioni. Il numero dei collegamenti di rete fissa a banda larga è sceso nel primo semestre di 9000 unità ovvero dello 0,4% attestandosi a 2,02 milioni, mentre, sempre nello stesso periodo, l’effettivo di collegamenti TV è cresciuto di 10’000 unità ovvero dello 0,7% portandosi a 1,53 milioni.

 

La tendenza al ribasso nel tradizionale settore della telefonia di rete fissa ha subito un rallentamento nell’ambito dei clienti privati. Alla fine di giugno Swisscom registrava in questo segmento 1,56 milioni di utenti di telefonia di rete fissa, con un calo di 77’000 collegamenti nei primi sei mesi del 2019.

Volume di dati in roaming quasi raddoppiato nel primo semestre

In un contesto di mercato saturo l’effettivo dei collegamenti Postpaid è cresciuto di 73’000 unità rispetto allo scorso anno, mentre quello dei collegamenti Prepaid è diminuito di 139 000 unità. Complessivamente, a fine giugno Swisscom contava 6,37 milioni di collegamenti di rete mobile. Il ricorso ai servizi di dati mobili continua a crescere. Nei primi sei mesi del 2019 il volume di dati trasmesso su rete mobile superava del 18% quello registrato un anno prima.

 

Per quanto riguarda l’utilizzo all’estero, il volume di dati in roaming è quasi raddoppiato nel giro di un anno, anche come conseguenza di ulteriori riduzioni di prezzi e prestazioni incluse aggiuntive nei nuovi abbonamenti mobili inOne mobile. Il nuovo inOne mobile go ha abolito il roaming in Europa per i clienti Swisscom, i quali possono telefonare, inviare messaggi e navigare senza limiti in 39 Paesi in Europa. Ma anche coloro che per l’Europa non hanno un abbonamento con roaming incluso, dal 1° aprile possono navigare a tariffe molto più vantaggiose. Negli ultimi quattro anni il volume di dati in roaming è cresciuto 13 volte.


Il settore dei grandi clienti è contrassegnato da grande concorrenza

Nel mercato dei grandi clienti la pressione sui prezzi si fa sempre più marcata e il passaggio all’IP sta procedendo a pieno ritmo. Il fatturato realizzato nel settore dei servizi di telecomunicazione è sceso rispetto allo scorso anno del 10,6% ovvero di 56 milioni di CHF portandosi a 471 milioni di CHF. La domanda di cloud, outsourcing IT e security così come di soluzioni IoT continua invece a crescere. Segno meno per la gestione dei sistemi per gli ambienti di lavoro: il fatturato del settore dei prodotti commerciali ha compensato il calo registrato nel settore delle soluzioni. In totale questi fatturati crescono dell’1,1%, ovvero di 7 milioni di CHF.

 

Il 9 maggio Swisscom ha annunciato l’acquisizione della United Security Providers Holding AG (USP). USP viene accorpata alle attività di cyber security della Swisscom per creare un cluster di competenze con circa 200 specialisti di sicurezza.

Fastweb cresce per clienti, fatturato e risultato d’esercizio

Fastweb ha realizzato ottimi risultati nel primo semestre. Il segmento della banda larga per la rete fissa ha registrato un andamento positivo. L’effettivo di clienti si è portato a 2,6 milioni di clienti per i servizi a banda larga (+4,0% rispetto allo scorso anno). Nel settore della comunicazione mobile l’azienda ha nuovamente registrato una crescita, portando il numero di clienti a oltre 1,6 milioni (+27% rispetto all’anno precedente), malgrado un mercato saturo e altamente competitivo. Fastweb punta sempre più sulla convergenza: già il 33% dei clienti utilizza un’offerta combinata di rete fissa e mobile. Il 25 giugno Fastweb e Wind Tre hanno annunciato un accordo strategico per la costruzione di una rete 5G nazionale. Le risorse di entrambi i gestori sono utilizzate per accelerare l’espansione di una rete 5G nazionale altamente moderna.

 

Anche il segmento dei clienti commerciali continua a crescere: il fatturato ha registrato una crescita di 48 milioni di euro (+ 13,0%). Complessivamente il fatturato di Fastweb è salito a 1049 milioni di euro (+3,8%). Il risultato d’esercizio al lordo di ammortamenti (EBITDA) è salito a 339 milioni di euro (+6,6%).

Previsioni finanziarie invariate

Per l’esercizio 2019 Swisscom prevede di raggiungere un fatturato netto di circa 11,4 miliardi di CHF e un EBITDA di oltre 4,3 miliardi di CHF. Gli investimenti attesi pari a circa 2,5 miliardi di CHF comprendono ora anche le spese per le frequenze di comunicazione mobile in Svizzera pari a 196 milioni di CHF. Se gli obiettivi saranno raggiunti, Swisscom intende proporre all’Assemblea generale 2020 un dividendo invariato di ben CHF 22 per azione per l’esercizio 2019.

Panoramica delle cifre principali

  1.1-30.06.2018 1.1-30.06.2019 Variazione
(rettificata*) 
Fatturato netto (in milioni di CHF) 5805 5663 -2,4% 
(-1,7%)
Risultato d’esercizio al lordo di ammortamenti, EBITDA (in milioni di CHF) 2143 2240 4,5%
(0,5%)
Risultato d’esercizio EBIT (in milioni di CHF) 1063 1007 -5,3% 
Utile netto (in milioni di CHF)  787 780 -0,9%
Collegamenti Swisscom TV in Svizzera (al 30.06 in migliaia) 1501 1529 1,9%
Collegamenti a banda larga Retail in Svizzera (al 30.06 in migliaia) 2028 2024 -0,2%
Collegamenti di comunicazione mobile in Svizzera (al 30 giugno, in migliaia) 6434 6368 -1,0%
Collegamenti a banda larga Fastweb (al 30 giugno, in migliaia) 2500 2600 4,0%
Collegamenti di comunicazione mobile Fastweb (al 30 giugno, in migliaia) 1280 1629 27,3%
Investimenti (in milioni di CHF) 1069 1297 21,3%
Di cui investimenti in Svizzera (in milioni di CHF) 721 961 33,3%
Collaboratori del Gruppo (posti a tempo pieno al 30 giugno) 19’895 19’564 -1,7%
Di cui collaboratori in Svizzera (posti a tempo pieno al 30 giugno) 17’203 16’871 -1,9%

* Su base comparabile e con un cambio valutario costante

Downloads

Links

Disclaimer

La presente comunicazione contiene affermazioni che rappresentano previsioni su avvenimenti futuri. In questa comunicazione tali previsioni includono, in via non esaustiva, affermazioni relative alla nostra situazione finanziaria, ai risultati di operazioni e attività e ad alcuni dei nostri piani e obiettivi strategici.

 

Dal momento che tali previsioni sono soggette a rischi e incertezze, gli effettivi risultati futuri potrebbero differire sostanzialmente dai risultati espressi o impliciti in queste affermazioni. Molti dei rischi e delle incertezze dipendono da fattori che esulano dalla capacità di Swisscom di effettuare controlli e stime precise, come ad esempio condizioni di mercato future, fluttuazioni valutarie, comportamento di altri attori di mercato, azioni di legislatori governativi e altri fattori di rischio illustrati nel dettaglio nei rapporti e documenti passati e futuri pubblicati da Swisscom e Fastweb, inclusi quelli depositati presso la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti (ente statunitense preposto alla vigilanza borsistica), comunicati stampa, rapporti e altre informazioni pubblicate sui siti web delle società appartenenti al Gruppo Swisscom.

 

I lettori sono invitati a non fare eccessivo affidamento sulle previsioni future, le quali esprimono soltanto lo stato esistente alla data della presente comunicazione.

 

Swisscom respinge qualsiasi proposito od obbligo di aggiornare e rivedere le previsioni future alla luce di nuove informazioni, eventi futuri o altro.



Iscriversi alle news

Iscriversi alle nostre news via e-mail.


Contattateci

Indirizzo

Swisscom
Media Relations
Alte Tiefenaustrasse 6
3048 Worblaufen

Indirizzo postale:
Casella postale, CH-3050 Berna
Svizzera

Contatto

Tel. +41 58 221 98 04
Fax +41 58 221 81 53
media@swisscom.com

Altri contatti