Segui Swisscom Abbonati alle news Mappe della rete Contatto
Segui Swisscom Abbonati alle news Mappe della rete Contatto

Intervista a Christoph Aeschlimann

Il responsabile IT, Network & Infrastructure commenta la strategia di estensione della rete 2025

«Facciamo entrare la nostra rete nel nuovo decennio.»

Swisscom ha messo a punto la strategia di estensione della rete da qui alla fine del 2025. Entro quella data, l’obiettivo è raddoppiare la copertura con fibra ottica (FTTH) e modernizzare la rete esistente. Inoltre, Swisscom punta maggiormente sulla combinazione di tecnologie di rete diverse. In questa intervista, il CTO e CIO Christoph Aeschlimann spiega come e perché.
Bruno Böhlen
Bruno Böhlen, Corporate Journalist
06 febbraio 2020

In Svizzera, il traffico dati cresce senza freni. Il volume sulla sola rete fissa Swisscom è cresciuto di oltre il 1000% negli ultimi 10 anni, sulla rete mobile addirittura del 12 000%. Un’infrastruttura di rete performante è fondamentale per una società e un’economia che vogliono sfruttare le opportunità dell’era digitale. Per questo motivo, anche nel nuovo decennio Swisscom si è data l’ambizione di mettere a disposizione di ogni cliente la prestazione di rete giusta, ovunque e in ogni momento, affinché possa usare il servizio desiderato nella qualità migliore.

Oggi, alla conferenza stampa di presentazione del bilancio ha illustrato la nuova strategia di estensione della rete Swisscom da qui alla fine del 2025. Che cosa prevede?

Swisscom vuole continuare a offrire la rete migliore in Svizzera ovunque e in ogni momento, permettendo così ai suoi clienti di usare i servizi digitali nella qualità migliore anche nel nuovo decennio. Ecco perché abbiamo fissato nuovi obiettivi per il potenziamento: entro la fine del 2025 vogliamo raddoppiare la copertura con fibra ottica fino nelle abitazioni e negli spazi commerciali (Fibre to the Home, abbreviato FTTH) rispetto al 2019. Entro quella data, il 50–60% di tutte le abitazioni e gli spazi commerciali avrà una larghezza di banda fino a 10 Gbit/s. In parallelo prosegue la modernizzazione della rete FTTS esistente. Grazie ad essa, entro la fine del 2025 un altro 30–40% delle economie domestiche e degli spazi commerciali sarà raggiunto da larghezze di banda di 300–500 Mbit/s.

brightcoveVideo_skipAdTitle
brightcoveVideo_skipAdCountdown
brightcoveVideo_skipAdRest
brightcoveVideo_skipAdForReal

Sono prestazioni eccellenti, da banda ultralarga. Però negli ultimi anni le abitudini degli utenti sono cambiate tantissimo. Oggi lavoriamo, guardiamo film, ascoltiamo musica, giochiamo online e usiamo i social network senza vincoli di tempo e di spazio. Che cosa significa tutto questo per l’infrastruttura?

Per noi significa che la tecnologia di rete diventa sempre meno importante agli occhi dei nostri clienti. Infatti vogliono consumare un determinato servizio, come ad esempio un video online, senza ritardi e nella qualità migliore, in casa o anche fuori. Per questo motivo punteremo maggiormente su una combinazione di tecnologie di rete. Dobbiamo sfruttare sia la rete mobile che la rete fissa in un mix intelligente. Soprattutto nelle regioni rurali, ad esempio, ci sono situazioni in cui può essere economicamente più vantaggioso offrire ai clienti una combinazione di rete fissa e mobile, o un giorno magari addirittura solo una connessione via rete mobile, anziché potenziare l’infrastruttura di rete fissa. Così garantiamo almeno la larghezza di banda del servizio universale, ma spesso anche molto di più.

Che ruolo gioca in tutto ciò la tecnologia 5G?

La tecnologia 5G ha un ruolo di primo piano in questo discorso. In molti cantoni, però, ci sono degli ostacoli che ci impediscono di avanzare rapidamente. Ma se vogliamo che le regioni rurali non abbiano nulla da invidiare a quelle più densamente popolate in fatto di banda larga, abbiamo bisogno del contributo che possono dare le tecnologie di telefonia mobile più moderne. Già oggi con la nostra rete 4G offriamo la migliore rete mobile in Svizzera e la possiamo combinare con la rete fissa per un’esperienza cliente eccezionale.

La nuova strategia rinnega l’obiettivo di modernizzare la rete fissa a banda larga in tutti i comuni svizzeri entro il 2021?

No, è un obiettivo che confermiamo: entro il 2021 modernizzeremo la rete fissa in tutti i comuni offrendo una connessione tra 80 Mbit/s e 10 Gbit/s al 90% delle abitazioni e degli spazi commerciali. E ce la stiamo facendo: a fine 2019 la percentuale di abitazioni e spazi commerciali che raggiungeva queste prestazioni era del 74%. Oggi, quasi la metà delle abitazioni e degli spazi commerciali svizzeri naviga a più di 200 Mbit/s; di cui il 1,5 millioni con FTTH.

La nuova strategia riconosce gli straordinari traguardi raggiunti negli ultimi anni e delinea il percorso da seguire dopo il 2021.

Negli anni scorsi Swisscom si è concentrata soprattutto sull’estensione dell’FTTS/B, ovvero la tecnologia che porta la fibra ottica fino all’ingresso degli edifici o nelle cantine. Spostare l’attenzione sull’FTTH significa ammettere che questa strategia ha fallito?

Per nulla. Innanzitutto, anche se qualcuno sostiene il contrario, negli ultimi anni abbiamo portato avanti l’estensione dell’FTTH. In secondo luogo, i lavori per l’FTTS/B sono anche la base per un successivo passaggio all’FTTH. Grazie al potenziamento graduale siamo riusciti in tempi rapidi a migliorare sensibilmente la disponibilità di banda larga in ogni comune. Credo che sia stata assolutamente la decisione giusta. Se la fibra ottica con l’FTTS/B si ferma all’ingresso degli edifici o già nelle cantine, ora non facciamo altro che portarla dentro le abitazioni e gli spazi commerciali. Oltretutto, come già in passato, vogliamo che i lavori per installare l’FTTH da qui al 2025 siano realizzati ogniqualvolta possibile in cooperazione con un partner.

Dove non siamo in grado di intervenire entro il 2025, modernizziamo le reti FTTS esistenti. Infatti ci sono tante zone della Svizzera in cui, nei primi anni del potenziamento, sono stati impiegati elementi di rete di vecchia generazione. Nei prossimi anni li sostituiremo per offrire ai nostri clienti prestazioni migliori.



Iscriversi alle news

Iscriversi alle nostre news via e-mail.


Contattateci

Indirizzo

Swisscom
Media Relations
Alte Tiefenaustrasse 6
3048 Worblaufen

Indirizzo postale:
Casella postale, CH-3050 Berna
Svizzera

Contatto

Tel. +41 58 221 98 04
Fax +41 58 221 81 53
media@swisscom.com

Altri contatti

Ritratto

Dal febbraio 2019, Christoph Aeschlimann è membro della Direzione del Gruppo Swisscom e responsabile della divisione operativa IT, Network & Infrastructure.