Segui Swisscom Abbonati alle news Rete & Guasti Contatto
Segui Swisscom Abbonati alle news Rete & Guasti Contatto
Eine Frau steht vor einer grünen Hecke und hält ihr Fahrrad mit einer Hand.
Corporate Responsibilty

«Nel 2025 saremo una delle prime imprese svizzere ad azzerare le emissioni nette»

Swisscom si impegna da decenni per la protezione dell’ambiente e oggi è l’azienda di telecomunicazioni più sostenibile al mondo. Con il nuovo obiettivo climatico di azzerare le emissioni nette, entro il 2025 Swisscom vuole raggiungere la neutralità climatica lungo l’intera catena del valore e dare anche un contributo positivo pari a un milione di tonnellate di CO2 all’anno. Come sarà possibile? Lo spiega Saskia Günther, Head of Corporate Responsibility.
Bruno Böhlen
Bruno Böhlen, Corporate Journalist
28 ottobre 2021
brightcoveVideo_skipAdTitle
brightcoveVideo_skipAdCountdown
brightcoveVideo_skipAdRest
brightcoveVideo_skipAdForReal

Swisscom si definisce l’azienda di telecomunicazioni più sostenibile al mondo. Come fa a dirlo?

Saskia Günther: La rivista «World Finance» ha eletto Swisscom «Most Sustainable Company in the Telecommunication Industry 2020». La giuria internazionale ha voluto premiare non solo il nostro impegno per la sostenibilità negli scorsi decenni, ma anche l’intenso lavoro di sensibilizzazione che conduciamo nel settore. Swisscom riceve valutazioni molto positive anche nei rating della sostenibilità come quelli di Sustainalytics, MSCI, Carbon Disclosure Project e non solo. In più siamo stati indicati come l’azienda di telecomunicazioni più sostenibile al mondo anche dal Boston Consulting Group BCG.

Swisscom si è data un nuovo obiettivo climatico. Perché e con che scopo?

Rispetto al 1990, Swisscom ha già diminuito le emissioni operative di CO2 dell’80%. Entro il 2025 intendiamo migliorare ancora e portare la riduzione oltre il 90%. Vogliamo raggiungere la neutralità climatica lungo l’intera catena del valore, ovvero azzerare le emissioni nette, entro il 2025. Come azienda ICT leader in Svizzera, sentiamo che dobbiamo assumerci una responsabilità sociale ed ecologica. Possiamo lasciare un mondo vivibile alla prossima generazione solo se tutti danno il proprio contributo.


Infographica

Come farete ad azzerare le emissioni nette entro il 2025?

Come già detto, riduciamo sistematicamente le nostre emissioni interne − parliamo di oltre il 90%. Una leva importante è il nostro parco veicoli, che verrà interamente convertito ai propulsori elettrici. Le emissioni di CO2 saranno dimezzate entro il 2025 e azzerate dal 2030. Nelle nostre sedi sostituiamo i sistemi di riscaldamento fossili con pompe di calore e promuoviamo gli impianti solari. Inoltre, puntiamo a ridurre il nostro consumo di corrente del 20% entro il 2030. E non è certo facile, considerando che il volume di dati aumenta anno dopo anno. Oltre a tutto questo vogliamo intervenire anche sulla catena di fornitura, stringendo accordi sugli obiettivi climatici con i nostri partner e fornitori principali e puntando su prodotti circolari. Riduciamo tutto quello che si può ridurre. Molte imprese si danno obiettivi climatici per il 2030 o anche oltre. Noi abbiamo deciso di fissare un termine più ravvicinato, al 2025, perché crediamo che più l’orizzonte è breve, più l’obiettivo sarà vincolante e misurabile. Per azzerare le emissioni nette lungo l’intera catena del valore compenseremo le emissioni residue. È in corso una procedura di selezione per individuare i progetti di compensazione climatica da sostenere.

Volete anche dare un contributo positivo pari a un milione di tonnellate di CO2 all’anno. Che cosa significa?

Il nostro obiettivo si compone di due elementi separati. Da un lato la «footprint», ovvero il contributo che Swisscom può dare lungo la propria catena del valore. Ed è quello di cui ho parlato finora. Poi c’è anche la «handprint», ovvero il contributo generale delle tecnologie digitali alla protezione del clima. E questo contributo è molto più significativo dell’impronta della nostra azienda. Ecco perché vogliamo aiutare anche i nostri clienti ad abbattere le emissioni di CO2 da qui al 2025, puntando su soluzioni ICT innovative e rispettose dell’ambiente, che ogni anno corrispondono ad un contributo positivo di un milione di tonnellate.


Infographica

Volete costringere gli altri a fare uno sforzo per raggiungere i vostri obiettivi? Insomma, Swisscom si prende il merito di sacrifici fatti da altri.

No. I nostri prodotti consentono ai clienti di ricorrere a soluzioni come le conferenze virtuali e il telelavoro, che fanno diminuire la necessità di viaggi di lavoro. I nostri centri di calcolo ad alta efficienza energetica rendono possibili le soluzioni cloud che riducono l’impatto sul clima della strumentazione informatica. Adottando le soluzioni digitali, le imprese ottimizzano sempre di più il loro parco veicoli, comandano gli impianti degli uffici e le reti elettriche. Lo studio «#SMARTer 2030» della Global E-Sustainability Initiative dimostra che il settore ICT potrebbe ridurre del 20% le emissioni globali di CO2. Il compito di Swisscom è farsi trovare pronta per le sfide del futuro, continuare a essere un modello di sostenibilità, fungere da moltiplicatore e far conoscere anche ai clienti le possibilità e l’impatto positivo della digitalizzazione sul clima. Così ci assumiamo responsabilità per uno sviluppo sostenibile nel nostro paese − perché siamo i numeri 1 in Svizzera.

Downloads

Links

Ultime notizie su Swisscom

Abbonamento alle news


Contattateci

Indirizzo

Swisscom
Media Relations
Alte Tiefenaustrasse 6
3048 Worblaufen

Indirizzo postale:
Casella postale, CH-3050 Berna
Svizzera

Contatto

Tel. +41 58 221 98 04
media@swisscom.com

Altri contatti